BB&T riferisce un aumento del 28% nei guadagni del trimestre; il valore degli utili per azione (EPS) ammonta a 0,66 $, in crescita del 27%; EPS ridotto di 0,04 $ per costi correlati alla fusione

WINSTON-SALEM, North Carolina, 18 ottobre 2012 /PRNewswire/ -- BB&T Corporation (NYSE: BBT) ha annunciato oggi un reddito netto disponibile per gli azionisti ordinari di 469 milioni di dollari nel terzo trimestre, un aumento del 28% rispetto ai 366 milioni di dollari riferiti nel terzo trimestre del 2011. Il guadagno per azione ordinaria diluita ha raggiunto un totale di 0,66 dollari, vale a dire un aumento del 27%, rispetto agli 0,52 dollari guadagnati nel terzo trimestre dello scorso anno. Il guadagno del terzo trimestre è stato ridotto a causa dei costi correlati alla fusione associati all'acquisizione di BankAtlantic, che ammontano a un totale di 43 milioni di dollari al lordo delle imposte, o a 0,04 $ per azione ordinaria diluita.

Per i primi nove mesi del 2012, BB&T ha riferito un reddito netto disponibile per gli azionisti ordinari di 1,4 miliardi di dollari, un aumento del 57% rispetto ai primi nove mesi dello scorso anno.  Il guadagno per azione ordinaria diluita ha raggiunto un totale di 1,99 dollari nei primi nove mesi del 2012, vale a dire un aumento del 57% rispetto al 2011.

"Siamo lieti di riferire risultati molto forti per il terzo trimestre", ha dichiarato il Presidente e Amministratore delegato Kelly S. King. "La performance di BB&T ha beneficiato di un aumento annuale del 5,3% nel margine netto di interesse rispetto all'ultimo trimestre, un aumento del 63% nei proventi da attività ipotecarie e continui miglioramenti nei costi di credito.  Il margine di interesse netto è rimasto forte al 3,94%.

"La crescita dei prestiti è migliorata durante il trimestre e i prestiti medi detenuti per l'investimento sono aumentati del 12,6% su base annua rispetto al secondo trimestre includendo l'impatto dell'acquisizione di BankAtlantic.  Anche la crescita organica dei prestiti è stata forte e i prestiti medi sono aumentati dell'8,4% rispetto all'ultimo trimestre su base annua. Questa crescita è stata guidata dalle nostre altre consociate di prestito, dai mutui ipotecari residenziali, dai prestiti C&I e dai crediti finanziamento vendite.

"Siamo inoltre molto soddisfatti della crescita del deposito complessiva e di essere diventati noni a livello nazionale secondo i dati FDIC rilasciati recentemente", ha affermato King. "BB&T ha acquisito la quota di mercato in North Carolina; Georgia, dove siamo passati da quinti a quarti; West Virginia; Kentucky; Tennessee e Texas. Negli altri Stati nei quali siamo presenti abbiamo mantenuto la nostra posizione. Includendo BankAtlantic, i depositi medi sono aumentati dell'11% e i depositi non fruttiferi sono aumentati del 34% su base annua.

"BB&T ha anche prodotto miglioramento del credito su ampia base" ha aggiunto King. "Le attività non produttive sono diminuite del 9,4% rispetto all'ultimo trimestre. Questo miglioramento comprende una riduzione del 37% nei beni immobiliari pignorati, il livello più basso in cinque anni. Gli storni netti, esclusi i prestiti coperti, sono stati dell'1,08%, il livello più basso in quattro anni".

Indici di performance del terzo trimestre 2012

  • La media dei prestiti e dei leasing totali detenuti per investimento è aumentata del 12,6% su base annua rispetto al secondo trimestre del 2012 (8,4% esclusa BankAtlantic)
    • I prestiti medi C&I sono aumentati del 13,4%
    • I prestiti medi diversi da CRE sono aumentati del 9,2%
    • I prestiti medi diretti al dettaglio sono aumentati dell'11,9%
    • I mutui ipotecari residenziali medi sono aumentati del 24,6%
    • I crediti medi di finanziamento delle vendite sono aumentati del 5,1%
    • I prestiti medi per credito revolving sono aumentati del 10,2%
    • I prestiti medi nel gruppo delle altre consociate di prestito sono aumentati del 26,7%
    • I prestiti medi di ADC residenziali sono diminuiti del 47,9%
  • I ricavi sono aumentati grazie a forti risultati ipotecari nonostante la stagionalità assicurativa
    • L'utile netto è stato pari a 2,5 miliardi di dollari nel terzo trimestre, corretti per guadagni e perdite di titoli e offset per le disposizioni relative agli accantonamenti, in aumento del 4,4% su base annua
  • Il reddito da interesse netto ha raggiunto 1,5 miliardi di dollari, un aumento annuale del 5,7% rispetto al secondo trimestre del 2012
    • L'aumento è stato guidato da un aumento annuale del 4,0% nelle attività produttive medie
  • I depositi medi sono aumentati di 3,3 miliardi di dollari o del 10,6% su base annua collegata al trimestre (3,3% esclusa BankAtlantic)
    • I depositi non fruttiferi medi sono aumentati di 2,3 miliardi di dollari, ovvero del 33,8%
    • La media dei costi dei depositi fruttiferi di questo trimestre è calata allo 0,42% rispetto allo 0,44% del secondo trimestre del 2012
  • Le misure di qualità delle attività sono migliorate considerevolmente
    • Le attività non produttive sono calate di 179 milioni di dollari, ovvero del 9,4% escluse le attività coperte
    • Come percentuale delle attività totali, escludendo le attività coperte, le non produttive sono calate dall'1,09% nell'ultimo trimestre allo 0,97%
    • I beni immobiliari pignorati, escluse le attività coperte, sono calati di 82 milioni di dollari ovvero del 37,1%, il livello più basso in cinque anni
    • Gli storni netti, escluse le attività coperte, hanno raggiunto un totale dell'1,08% dei prestiti medi nel trimestre.
    • Le ipoteche non riscattabili hanno raggiunto un totale di 54 milioni di dollari, con una diminuzione del 25,0% rispetto al secondo trimestre del 2012
  • I livelli di capitale sono rimasti forti a seguito dell'acquisizione di BankAtlantic
    • Il patrimonio comune tangibile è stato del 6,8%
    • Il capitale comune di classe 1 è stato del 9,5%
    • Il capitale di rischio di classe 1 è stato del 10,9%
    • Il capitale di finanziamento è stato del 7,9%
    • Il capitale totale è stato del 14,0%

Webcast sui profitti, presentazione e riepilogo trimestrale dei rendimenti

Per ascoltare un webcast dal vivo della teleconferenza sui profitti del terzo trimestre 2012 di BB&T alle ore 8.00 di oggi (fuso della costa orientale degli Stati Uniti), visitare il nostro sito Web all'indirizzo www.BBT.com oppure www.media-server.com/m/p/58rb9om9. Nel corso della teleconferenza sui profitti, verrà utilizzata una presentazione disponibile sul nostro sito Web.  Repliche della teleconferenza saranno disponibili sul sito Web di BB&T fino a venerdì 2/11/2012, oppure telefonando al numero +1-888-203-1112 (codice di accesso 4313363) fino al 23/10/2012.

Per accedere al webcast e alla presentazione, che comprende un'appendice riassuntiva sugli elementi non GAAP, accedere all'indirizzo www.BBT.com e fare clic su "About BB&T", quindi su "Investor Relations" oppure visitare il sito Web www.sec.gov. Il collegamento al webcast è disponibile nella sezione "Webcasts" e la presentazione è accessibile nella sezione "View Recent Presentations".

Il riepilogo trimestrale dei rendimenti di BB&T per il terzo trimestre 2012, contenente programmazioni finanziarie dettagliate, è disponibile sul sito Web di BB&T all'indirizzo www.BBT.com/financials.html

Informazioni su BB&T

Al 30/9/2012, BB&T rappresenta una delle holding di servizi finanziari più grandi negli Stati Uniti con 182,0 miliardi di dollari di attività e una capitalizzazione di mercato di 23,2 miliardi di dollari. Con sede a Winston-Salem, N.C. (USA), la società gestisce circa 1.850 centri finanziari in 12 Stati nonché a Washington, D.C., offrendo una gamma completa di prodotti e servizi assicurativi e bancari per imprese e privati, intermediazione di titoli, gestione patrimoniale e mutui. Presente nella lista annuale Fortune 500, BB&T si distingue costantemente per l'eccellenza nel soddisfare i clienti, come riconosciuto da J.D. Power and Associates, U.S. Small Business Administration, Greenwich Associates e altri. Maggiori informazioni su BB&T e sulla sua linea completa di prodotti e servizi sono disponibili sul sito Web www.BBT.com.

I coefficienti patrimoniali dell'attuale trimestre sono preliminari. I dati relativi alla qualità del credito non prendono in considerazione, ove possibile, i prestiti coperti e garantiti dal governo.

Questo comunicato stampa presenta le informazioni finanziarie e le misure sui rendimenti stabilite attraverso metodi diversi da quelli che si attengono ai principi di contabilità generalmente accettati negli Stati Uniti d'America ("GAAP"). Il management di BB&T ricorre a questi indici "non GAAP" nella sua analisi dei risultati societari e dell'efficienza delle sue operazioni.  Il management ritiene che tali indici non GAAP consentano una migliore comprensione delle operazioni in corso e permettano di raffrontare meglio i risultati con quelli dei periodi precedenti, come pure di evidenziare gli effetti dei profitti e degli oneri significativi relativi al periodo in corso. La società ritiene che per un'analisi significativa dei risultati finanziari sia necessario comprendere i fattori alla base di questi ultimi. Il management di BB&T ritiene che gli investitori possano utilizzare questi indici non GAAP per analizzare i risultati finanziari senza l'impatto di elementi insoliti che potrebbero occultare le tendenze sottostanti i risultati dell'azienda. Queste informazioni non devono essere considerate sostitutive degli indici finanziari determinati in conformità ai principi contabili GAAP e non sono necessariamente confrontabili con eventuali indici non GAAP presentati da altre aziende. Segue un elenco di tipologie di indici non GAAP utilizzati in questo comunicato:

  • I coefficienti relativi al patrimonio netto tangibile (TCE) e al capitale comune di classe 1 sono coefficienti non GAAP. Per il calcolo di questi coefficienti, BB&T usa la definizione di capitale comune di classe 1 utilizzata nella valutazione SCAP. Anche il coefficiente relativo al capitale comune di classe I di Basilea III rappresenta un indice non GAAP e rispecchia la migliore stima dei requisiti di regolamentazione proposti dal management, soggetti a modifiche. Il management di BB&T utilizza questi indici per valutare la qualità del patrimonio e ritiene che gli investitori potrebbero trovarli utili per l'analisi dell'azienda.
  • Gli indici di qualità dell'attivo sono stati adattati per eliminare l'influenza dei crediti acquisiti e dei pignoramenti non riscattabili che rientrano negli accordi di ripartizione delle perdite FDIC, poiché il management ritiene che la loro inclusione determini la distorsione di tali indici e possa renderli non confrontabili con quelli di altri periodi o con altri portafogli non influenzati dalla contabilità delle acquisizioni.
  • Gli indici di efficienza e i proventi da commissioni sono non GAAP nel senso che escludono plusvalenze (minusvalenze) sui titoli, ipoteche non riscattabili, ammortamento delle immobilizzazioni immateriali, oneri relativi a fusioni e ristrutturazioni, impatto delle quote di ripartizione delle perdite FDIC e altri elementi selezionati.
  • Il rendimento medio delle azioni ordinarie è un indice non GAAP che calcola il rendimento medio delle azioni ordinarie senza l'impatto delle immobilizzazioni immateriali e il relativo ammortamento.

Una riconciliazione di questi indici non GAAP con l'indice GAAP più direttamente confrontabile è inclusa nella sezione Investor Relations del sito Web di BB&T e nel Riepilogo trimestrale dei rendimenti del terzo trimestre 2012 di BB&T, disponibile sul sito Web di BB&T all'indirizzo www.BBT.com/financials.html.

Il presente comunicato stampa contiene alcune dichiarazioni aventi carattere previsionale, come definito nel Private Securities Litigation Reform Act del 1995. Tali dichiarazioni possono riguardare questioni che implicano in misura significativa rischi, incertezze, stime e ipotesi del management. I risultati effettivi potranno differire notevolmente rispetto alle proiezioni attuali. Per una sintesi dei fattori cruciali suscettibili di influenzare le dichiarazioni previsionali di BB&T, consultare la documentazione su BB&T depositata presso la Securities and Exchange Commission (Commissione per i titoli e gli scambi). BB&T non assume alcun obbligo in merito alla revisione di queste affermazioni dopo la data del presente comunicato stampa.

SOURCE BB&T Corporation



RELATED LINKS
http://www.bbt.com

More by this Source


Custom Packages

Browse our custom packages or build your own to meet your unique communications needs.

Start today.

 

PR Newswire Membership

Fill out a PR Newswire membership form or contact us at (888) 776-0942.

Learn about PR Newswire services

Request more information about PR Newswire products and services or call us at (888) 776-0942.