Air China Limited annuncia i risultati annuali per il 2009

26 Apr , 2010, 20:55 BST Da Air China Limited

HONG KONG, April 26, 2010 /PRNewswire/ --

- Profitto di gestione da record in un ambiente di mercato complesso rafforza la posizione per cogliere opportunità di crescita

Air China Limited ("Air China" o "la Società," insieme alle sue sussidiarie, collettivamente denominate "il Gruppo") (HKEx: 00753; LSE: AIRC; SSE: 601111: ADR OTC: AIRYY), ha annunciato oggi i propri risultati finanziari (1) dei dodici mesi che terminati il 31 dicembre 2009 ("il Periodo").

(Logo: http://www.newscom.com/cgi-bin/prnh/20080625/CNW017LOGO )

    
    Elementi principali dei risultati
    -- Fatturato pari a 51,39 miliardi di RMB, con una diminuzione del 2,86%
       rispetto all'anno precedente
    -- Spese di gestione pari a 45,89 miliardi di RMB, con una diminuzione 
       del 26.82% rispetto all'anno precedente
    -- Costo del carburante pari a 14,47 miliardi di RMB, con una diminuzione 
       del 36,03% rispetto all'anno precedente
    -- Profitto assegnabile agli azionisti di 4,85 miliardi di RMB, rispetto
       alla perdita netta (nuova dichiarazione) di 9,26 miliardi di RMB nel 
       2008 
    -- Utile base per azione pari a 0,41 RMB, rispetto alla perdita di base
       per azione(nuova dichiarazione) di 0,78 RMB nel 2008

Nel corso del 2009, la Cina ha vissuto una ripresa economica più rapida del previsto, che ha sostenuto la robusta crescita del settore aereo nazionale. A seguito della stabilizzazione dell'economia globale, anche i mercati del settore aeronautico internazionale hanno iniziato a mostrare segni di recupero nell'ultima parte dell'anno. In questo scenario, la Società è stata in grado di capitalizzare le opportunità di mercato grazie alla costante attuazione della propria strategia di crescita e alla tempestiva implementazione delle misure strategiche concentrate sullo sviluppo di hub, ottimizzazione della capacità di allocazione, rigido controllo sui costi e miglioramento del ritorno di gestione. Questi sforzi strategici hanno permesso alla Società di realizzare una robusta ripresa che si è concretizzata nei risultati di gestione e finanziari con profitto di gestione da record nel 2009. Il profitto netto della Società assegnabile agli azionisti per l'anno in questione è stato pari a 4,85 miliardi di RMB.

Elementi principali finanziari

Fatturato

Nel 2009, il fatturato della Società è stato pari a 51,39 miliardi di RMB, con una diminuzione del 2,86%, rispetto ai 52,91 miliardi di RMB (nuova dichiarazione) nel 2008.

Il ricavo da traffico passeggeri è stato pari a 42,7 miliardi di RMB, con una diminuzione pari all'1,5% da quota 43,35 miliardi di RMB (nuova dichiarazione). Il ricavo dal traffico merci ha fatto registrare un crollo pari al 24,9% fino a scendere a 5,4 miliardi di RMB, da 7,19 miliardi di RMB nel 2008 (nuova dichiarazione).

Spese di gestione

Le spese totali di gestione sono diminuite del 26,82%, fino a 45,89 miliardi di RMB, da quota 62,72 miliardi di RMB (nuova dichiarazione) nel 2008, essenzialmente dovuta alla riduzione del prezzo medio del carburante per jet rispetto al 2008.

Spinto dalla diminuzione del prezzo medio del carburante per jet, il costo del carburante della Società ha fatto registrare una diminuzione del 36,03% rispetto all'anno precedente, raggiungendo i 14,47 miliardi di RMB nel 2009. Tuttavia, la sospensione della esazione del sovrapprezzo nazionale per il carburante per jet nei primi tre trimestri dell'anno ha portato a una diminuzione del 56,28% del sovrapprezzo del carburante.

Guadagno da contratti hedge

La tendenza al rialzo del prezzo del carburante in questo anno ha determinato una diminuzione del valore equo negativo dei contratti hedge del carburante a fine anno. Nel corso del Periodo, la Società ha realizzato un guadagno equo dai contratti hedge pari a 2,76 miliardi di RMB, con un gettito positivo che ha contribuito ai risultati del Periodo.

Profitto di gestione

Nel corso del Periodo, la Società ha registrato un profitto di gestione di 5,5 miliardi di RMB, rispetto alla perdita (nuova dichiarazione) di 9,81 miliardi di RMB nel 2008. L'inversione di tendenza registrata dal profitto di gestione rappresenta essenzialmente il risultato del maggior ricavo dall'aumentato traffico nazionale, e dalla variazione del prezzo equo dei contratti derivati per il carburante.

Profitto netto

Il profitto assegnabile agli azionisti è stato pari a 4,85 miliardi di RMB, rispetto alla perdita (nuova dichiarazione) di 9,26 miliardi di RMB nel 2008. Il miglioramento della redditività è stato determinato dal significativo miglioramento del profitto operativo, dall'aumento del guadagno da investimenti e dalla diminuzione del valore equo negativo dei contratti hedge.

Secondo quanto previsto dalle leggi e dalle normative cinesi applicabili, la Società non ha avuto profitti distribuibili nel 2009. Di conseguenza, non sarà corrisposto nessun dividendo finale nel 2009.

La Società ha annunciato in forma separata i risultati del primo trimestre del 2010 non sottoposti a revisione contabile.

Elementi principali operativi

Servizio passeggeri

Nel 2009, la Società ha trasportato 41,28 milioni di passeggeri in totale, con un aumento del 14,23% rispetto ai 36,14 milioni del 2008. La capacità di trasporto passeggeri, misurata in termini di Available Seat Kilometers (ASK - Posti resi disponibili dalla Società), è aumentata del 7,42% fino a raggiungere i 98,62 miliardi. La capacità sulle rotte nazionali è aumentata del 18,46%, mentre la capacità sulle rotte internazionali e regionali è diminuita del 5,51% e 1,22%, rispettivamente. Nel complesso, il traffico passeggeri misurato in termini di Revenue Passenger Kilometers (RPK - Numero di passeggeri paganti trasportato) è aumentato nella misura del 9,78% raggiungendo i 75,47 miliardi. Il traffico sulle rotte domestiche è aumentato del 19,26%, e il traffico sulle rotte internazionali e regionali è diminuito dell'1,26% e 1,24%, rispettivamente. Il fattore di carico passeggeri è migliorato fino a raggiungere quota 76,53%, con un aumento di 1,65 punti percentuali rispetto all'anno precedente. Il rendimento per RPK (Numero di passeggeri paganti trasportato) è stato pari a 0,57 RMB, con una diminuzione pari al 9,52% rispetto all'anno precedente.

Servizi Cargo

Nonostante la significativa diminuzione della domanda per il mercato cargo nel primo semestre del 2009, la seconda metà del 2009 ha fatto registrare una graduale ripresa della domanda. La ripresa dei servizi cargo è stata resa possibile grazie alla applicazione di numerose iniziative strategiche mirate a ottimizzazione della rete, miglioramento del prodotto e rafforzamento della gestione dei rendimenti, che hanno determinato il conseguimento di un profitto nel 2009. La capacità cargo definita in termini di Available Freight Tonne Kilometers ("AFTK" - Capacità di trasporto merci offerta da un vettore in t-km), è aumentata del 2,38% fino a raggiungere i 6,51 miliardi nel 2009. Il traffico cargo misurato in termini di Revenue Freight Tonne Kilometers ("RFTK" - Profitti da merci trasportate da un vettore in t-km) è diminuito del 2,28% scendendo a 3,53 miliardi. Il fattore di carico delle merci e postale è stato pari a 54,23%, con una diminuzione di 2,58 punti percentuali.

Strategia per gli hub

La Società ha realizzato un progresso effettivo nello sviluppo di hub nel corso dell'anno. Il numero di aeromobili di base nell'hub di Pechino era 150, con un aumento di 14 unità. La quota di mercato per l'hub, misurata in termini di RPK (numero di passeggeri paganti trasportato), ha raggiunto quota 52,2%. Il numero di passeggeri in transito ha fatto registrare un aumento del 34%.

La Società ha inoltre rafforzato la propria posizione nell'hub di Chengdu hub e nello snodo internazionale di Shanghai. L'ampliamento della rete e dei servizi ha portato a un significativo miglioramento a livello di collegamento degli hub. Il numero di passeggeri in transito a Chengdu e Shanghai è aumentato del 74% e del 10% rispettivamente.

Consolidamento delle risorse

Nel 2009, la Società ha realizzato una serie di misure strategiche mirate al consolidamento delle risorse. Per prima cosa è stata creata una società sussidiaria a Hubei che è divenuta operativa in tempi brevi nel corso dell'anno. L'unità a Hubei ha consentito alla Società di avere un ottimo trampolino nella Cina centrale e al tempo stesso rappresenta una piattaforma per migliorare ulteriormente la rete nazionale. La Società ha anche costituito una sussidiaria a Shanghai per consolidare le proprie risorse e migliorare la propria posizione concorrenziale nella Cina orientale.

Inoltre, la Società ha aumentato la propria partecipazione in Cathay Pacific Airways portandola al 29,9%, gettando così le premesse per una collaborazione strategica ancor più ravvicinata con Cathay Pacific. E infine, la Società ha completato nel corso dell'anno l'acquisizione di una partecipazione di minoranza in Air China Cargo, preparando così la strada per la creazione di una joint venture per il trasporto merci.

Ottimizzazione della flotta e rete

Air China ha tenuto fede alla sua politica prudenziale per quanto riguarda l'ampliamento della flotta, gestendola in modo proattivo e flessibile. Nel corso dell'anno, la Società ha aggiunto 31 aeromobili, tutte caratterizzate da fusoliera stretta quali i modelli A321 e B737-800. Nel frattempo, la Società ha eliminato 12 aeromobili, tra cui i modelli B767, B737-300/600, B747-200F.

In vista delle mutate dinamiche della domanda di traffico sia nei mercati nazionali che internazionali, la Società ha adattato di conseguenza la capacità disponibile. Una porzione maggiore della capacità è stata assegnata al mercato nazionale per soddisfare la crescita della domanda, mentre la capacità su alcune rotte internazionali è stata ridotta in risposta alla minore domanda. La capacità è stata assegnata privilegiando i mercati con elevati rendimenti ed elevati ritorni, con una riduzione delle rotte nei mercati con rendimenti ridotti e perdite consistenti.

A fine dicembre, la Società (con l'esclusione di Air Macau) gestiva una flotta composta da 262 aeromobili. La rete della Società copre 32 nazioni e regioni, tra cui 63 città estere, 90 città nazionali, e 3 città regionali. Per rispondere alla domanda del mercato, sono state aggiunte 19 rotte.

Iniziative di vendita e marketing

In risposta alle prevalenti condizioni dinamiche del mercato, la Società ha rivisto la propria strategia di vendita e marketing per migliorare i risultati dei rendimenti. La Società ha aumentato le azioni di vendita mirate ai frequent flyer e ai viaggiatori di fascia alta, riuscendo così a migliorare in modo graduale i ricavi ottenuti dalle classi migliori in un momento in cui il settore ha registrato una caduta della domanda di queste classi. Il numero di membri Frequent Flyer ha raggiunto gli 11,47 milioni e ha contribuito in termini di vendite per 9,89 miliardi di RMB, facendo registrare un aumento del 16,2%. Le vendite a clienti aziendali sono aumentate del 15,7% rispetto all'anno precedente fino a raggiungere i 4,98 miliardi di RMB, mentre le vendite online hanno raggiunto quota 3,27 miliardi di RMB, con un aumento del 35,5% rispetto all'anno precedente.

Nel corso dell'anno, la Società ha lanciato sette rotte con servizio express, che comprendono il collegamento da Pechino a Chengdu e da Pechino a Chongqing, incrementando così la propria rete di servizio e offrendo ai viaggiatori un servizio caratterizzato da maggiore comodità.

Controllo dei costi

Nel corso dell'anno, Air China ha conservato il proprio vantaggio nel settore per quanto riguarda i costi. Sono state messe in campo una serie di iniziative per migliorare l'efficienza della gestione e ridurre ulteriormente i costi. Queste misure hanno incluso anche revisioni della struttura della flotta, un migliore allineamento di capacità e domanda, un ampio programma per il risparmio energetico e l'ottimizzazione della struttura del debito della Compagnia.

Previsioni

"Il 2009 è stato un anno storico per Air China poiché siamo riusciti a muoverci tra le difficoltà del mercato dell'aviazione, uscendone con capacità gestionali e di direzione rafforzate", ha dichiarato Kong Dong, Presidente del Cda di Air China.

"Senza dubbio ci troveremo a dover affrontare nuove sfide nell'anno in corso. Le tendenze positive del settore aeronautico proseguiranno anche grazie al sostegno offerto dal recupero dell'economia globale. Tuttavia, il rapido aumento della capacità nazionale, il crescente ottimismo e la maggiore capacità dei vettori internazionali contribuiranno a rendere più intense la concorrenza nel mercato aeronautico cinese. Inoltre, la ferrovia veloce inizierà a far sentire i suoi effetti in alcuni segmenti del mercato, mentre le variazioni dei prezzi del petrolio e i tassi di cambio determineranno incertezze nelle nostre attività.

"Nonostante queste sfide, la nostra azienda occupa una buona posizione per trarre vantaggio dalla rapida crescita economica della Cina che sosterrà la domanda costante di traffico aereo nazionale. Unitamente all'economia globale, i traffici aerei internazionali faranno registrare un recupero. La posizione della Società sarà ulteriormente rafforzata dalla maggiore partecipazione in Shenzhen Airlines, che completa in modo perfetto la nostra continua strategia mirata agli hub e rafforzerà ulteriormente la nostra rete e la nostra posizione nel mercato nazionale. Il rafforzamento della nostra collaborazione con Cathay Pacific e le iniziative congiunte offriranno diversi vantaggi e sinergie operative. Siamo sicuri che queste iniziative, insieme alle nostre maggiori capacità operative e al supporto del nostro team unificato ci permetteranno di offrire ai nostri azionisti un risultato per i nostri azionisti", ha concluso il sig. Dong.

(1) Tutti i dati non sono stati sottoposti a revisione contabile, secondo i Principi Contabili Internazionali ("IFRS")

Informazioni su Air China Limited

Air China Limited (Air China) è la compagnia di bandiera nazionale cinese ed è uno dei maggiori fornitori di servizi per il trasporto passeggeri, cargo e di altri servizi connessi alle linee aeree. La sede centrale operativa è ubicata a Pechino, il principale snodo nazionale e internazionale in Cina. Fornisce inoltre servizi connessi alle linee aree, che comprendono anche la manutenzione di aeromobili, i servizi a terra a Pechino, Chengdu, e altre località. Al 31 dicembre 2009, la Società disponeva di una flotta composta da 262 aeromobili, che servono 156 destinazioni in 32 nazioni e regioni. Air China è stata inserita nel listino della Borsa valori di Hong Kong e della Borsa valori di Londra il 15 dicembre 2004 rispettivamente con i codici 00753 e AIRC. Il 18 agosto 2006, Air China è stata inserita nel listino della Borsa valori di Shanghai con il codice 601111. Per maggiori informazioni, visitare il sito Internet di Air China: http://www.airchina.com.cn.

Dichiarazioni previsionali

Il presente comunicato stampa contiene proiezioni e dichiarazioni previsionali che riflettono le opinioni attuali della Società in relazione a eventi futuri e rendimenti finanziari. Queste opinioni si basano su supposizioni attuali soggette a diversi rischi e che possono essere modificate nel tempo. Non si può assicurare che gli eventi futuri si verificheranno e che i dati delle proiezioni verranno conseguiti, o che le supposizioni della Società siano corrette. I risultati effettivi potrebbero essere differenti da quelli previsti.

    
    Contatto:

    Air China:
     Rao Xinyu, Direttore generale di IR
     Air China Limited
     +86-10-6146-2777
     raoxinyu@airchina.com

     Joyce Zhang
     Air China Limited
     +86-10-6146-2560
     joycezhang@airchina.com

    Rapporti con gli investitori:
     Ruby Yim
     Taylor Rafferty, Hong Kong
     +852-3196-3712
     AirChina@taylor-rafferty.com

     Mahmoud Siddig
     Taylor Rafferty, New York
     +1-212-889-4350
     AirChina@taylor-rafferty.com

FONTE Air China Limited