Alcune grosse aziende, tra cui Cisco, Ecover e H&M, si accordano sui prossimi passi verso l'economia circolare

12 Dic, 2013, 11:48 GMT Da UBM Built Environment Live

LONDRA, December 12, 2013 /PRNewswire/ --

Resource - il primo grande evento europeo dedicato all'economia circolare, che si terrà presso il centro ExCeL di Londra dal 4 al 6 marzo, sarà dedicato alle sfide che le aziende devono affrontare per adottare i nuovi modelli dell'economia circolare. Tali modelli richiedono un profondo ripensamento di progettazione dei prodotti, modelli proprietari, e riutilizzo dei materiali al termine della loro vita utile.  Mark Shayler, esperto di progettazione sostenibile e relatore all'evento Resource, esprime in maniera molto semplice l'importanza per le aziende di abbracciare l'economia circolare: "Riuscite a immaginare dove sarete fra 10 anni se non fate qualcosa? Quanto costeranno i materiali? Quali modelli aziendali prevarranno? Cosa vorranno i vostri clienti? Una cosa è certa - le attività non verranno condotte nella solita maniera. È necessario riprogettare i modelli aziendali adesso."

I grandi marchi e le aziende leader dell'economia circolare si riuniranno per condividere le loro opinioni su come le aziende stanno già cambiando e i problemi che stanno cercando di risolvere per mantenere la redditività in un futuro in cui le materie prime e le materie prime essenziali saranno più scarse. François-Michel Lambert, Presidente dell'Institute of the Circular Economy e Walter Stahel del Product Life Institute si uniranno alle imprese leader, quali Cisco, Ecover e H&M, per fornire le loro osservazioni e i casi di studio sulle misure che possono essere adottate per riottenere materiali e costruire le cosiddette strategie "closed loop" e generare entrate.

Per alcuni, le strategie "inner circle" sono una parte fondamentale della soluzione: i prodotti non vengono smantellati, riciclati o recuperati. Al contrario, le imprese collaborano con organizzazioni specializzate nel condividere, riparare e rivendere i prodotti. Janet Gunter e Ugo Vallauri di Restart Project si uniranno al gruppo di esperti per parlare di cosa si può fare per evitare che i prodotti elettrici finiscano in discarica e per discutere sul tema del recupero dei rifiuti. "Le aziende che stanno pensando seriamente di adottare un'economia circolare dovrebbero riconsiderare la longevità dei loro prodotti e come i loro clienti possono mantenere e riparare i prodotti - il cerchio più interno di riparazione e manutenzione non dovrebbe venire ignorato," ha affermato Gunter.

Resource offre consigli pratici e opportunità di apprendimento ad aziende all'avanguardia che programmano strategie per le risorse. Michael Pawlyn, il rinomato architetto di Eden Project, si unirà alla platea dei relatori dell'evento per discutere di biomimicry - ovvero degli esempi che vediamo in natura e che dovremmo cercare di replicare per ridurre i rifiuti e riutilizzare i rifiuti e i sottoprodotti. Un argomento complesso forse, ma Pawlyn non si fa illusioni e ammette che questa sarà una lunga strada per le grandi aziende e i grandi rivenditori: "Le aziende dovrebbero sviluppare almeno un nuovo prodotto, tale da soddisfare i criteri di un'economia circolare, e poi imparare da quella esperienza per trasformare il resto dei prodotti."

Gli organizzatori di Resource segnalano un aumento delle iscrizioni all'evento gratuito che si terrà dal 4 al 6 marzo presso il centro ExceL di Londra, segno che c'è un grande interesse. È chiaro che non fare niente non è un'opzione per le imprese, grandi o piccole.

È ora possibile dare l'adesione a Resource, l'evento che si terrà dal 4 al 6 marzo 2014 presso il centro ExCeL di Londra, direttamente sul sito http://www.resource-event.com.

Resource - 4-6 marzo 2014, ExCeL, Londra

Resource è il primo evento che collega l'intera supply chain - estrazione, progettazione, riciclaggio, produzione, vendita al dettaglio e recupero delle risorse - per sfruttare le opportunità commerciali di un'economia circolare. Un mondo di risorse limitate richiede nuove idee e nuovi modelli aziendali. Questo evento permette agli alti dirigenti di stabilire contatti reciproci lungo tutta la catena di approvvigionamento e di individuare lungimiranti soluzioni di strategia aziendali closed loop.

UBM Live

UBM Live, divisione di UBM plc, un'azienda globale che si occupa di marketing e di comunicazioni associate agli eventi, mette in contatto le persone e offre opportunità ad aziende di tutto il mondo che vogliano sviluppare nuovi affari, incontrare clienti, lanciare nuovi prodotti, promuovere marchi ed espandere mercati.  Grazie a marchi di alto livello, quali Ecobuild, Medtec, CPhI, IFSEC, Food Ingredients, TFM&A, Cruise Shipping Miami, il Concrete Show e molti altri, le fiere, conferenze, programmi per premiazioni, pubblicazioni, siti web e programmi di formazione e certificazione di UBM Live sono parte integrante dei piani di marketing di aziende operanti in oltre 20 comparti di settore.

Informazioni su UBM plc

UBM plc è un'azienda globale di servizi di marketing e di comunicazione. Informa i mercati e mette in contatto acquirenti e i venditori di tutto il mondo tramite eventi, on-line e a mezzo stampa. I suoi 6.500 dipendenti operano in oltre 30 Paesi e sono organizzati in team di specialisti al servizio delle comunità commerciali e professionali, aiutandole nella loro attività e permettendo ai loro mercati di funzionare in modo efficace ed efficiente.

Per maggiori informazioni, visitate il sito http://www.ubm.com; seguiteci su @UBM plc per leggere le ultimissime su UBM.

FONTE UBM Built Environment Live