Anatomia dello Shopping Online: il nuovo Libro bianco dell'Agenzia UE

17 Dic, 2010, 12:17 GMT Da ENISA - European Network and Information Security Agency

BRUXELLES e HERAKLION, Grecia, December 17, 2010 /PRNewswire/ -- ENISA (Agenzia europea per la sicurezza delle reti e dell'informazione), l'agenzia per la 'sicurezza informatica' dell'UE, ha pubblicato in data odierna un libro bianco sulla sicurezza degli acquisti online. Il documento analizza l'anatomia dello 'Shopping Online', evidenziandone i rischi e le minacce; inoltre, indica ai consumatori diverse contromisure e linee guida, sotto forma di '5 regole d'oro' su come fare acquisti online in sicurezza. Il documento fornisce anche una checklist completa per chi vende online su come gestire in sicurezza la propria attività. Poiché numerosi consumatori nutrono sfiducia nei confronti degli acquisti online, questo documento mira ad aumentare la consapevolezza dei rischi reali e mostra come evitarli.

Secondo un sondaggio condotto in Internet nel 2009 da EUROSTAT, circa il 40% dei cittadini dell'UE ha effettuato acquisti online in quell'anno. Il documento si chiude con la convinzione che lo shopping online continuerà a rappresentare un trend in continuo aumento su scala mondiale. Tuttavia, il principale ostacolo al suo sviluppo è il timore di potenziali frodi o del furto di identità. Per questo motivo milioni di consumatori sono ancora restii ad acquistare beni o servizi online. Il sondaggio dimostra che circa 1/3 di coloro che non hanno fatto uso di Internet per l'e-commerce, erano in realtà preoccupati per la sicurezza dei pagamenti. Un altro 30% nutriva invece timori legati alla privacy e alla fiducia. Poiché 'Fiducia e sicurezza' è uno dei sei punti principali del programma dell'Agenda Digitale per l'Europa (http://ec.europa.eu/information_society/digital-agenda/index_en.htm), questo timore rappresenta l'ultimo ostacolo verso la realizzazione di un maggiore sviluppo economico online.

Il documento offre una vasta panoramica sulla definizione, la storia, i protagonisti e le tendenze principali legate allo shopping online, prendendo in esame ad esempio anche i servizi bancari di pagamento, i relativi Servizi di Infrastruttura Internet e le truffe dei pagamenti online.

Le '5 regole d'oro' per i consumatori vertono sui 5 punti di seguito elencati: 1. Indicazioni su come evitare siti fraudolenti 2. Come proteggere i propri dati durante lo shopping online 3. Indicazioni per compiere transazioni sicure quando si effettuano pagamenti online. 4. Panoramica della legislazione a tutela dei clienti online 5. Come portare a termine tutti gli aspetti legati alla vendita.

Il documento conclude affermando che lo shopping online offre grandi vantaggi ai consumatori. I venditori sono in grado di entrare in contatto con clienti che altrimenti non riuscirebbero mai a raggiungere. Lo shopping online può anche fornire vantaggi di natura organizzativa, come il miglioramento dei processi, l'aumento della notorietà del marchio, la riduzione dei costi e una maggiore produttività. Tuttavia, Internet comporta anche nuovi rischi, poiché i criminali sfrutteranno queste nuove opportunità per rubare, truffare e commettere crimini online.

Il Direttore Esecutivo, il Prof. Udo Helmbrecht ha commentato: "Questo dettagliato Libro bianco sullo shopping online, con le sue 5 'regole d'oro', rappresenta un punto di riferimento per incrementare la fiducia nell'economia digitale, facendola prosperare ulteriormente."

L'intero rapporto e tutte le contromisure sono disponibili sul sito: http://www.enisa.europa.eu/act/ar/deliverables/2010/how-to-shop-safely-online

La versione valida e originale di questo comunicato stampa è in lingua inglese. Le traduzioni servono a scopo divulgativo per i media, la versione inglese è la versione di riferimento per qualsiasi dettaglio.

Questo documento è stato redatto in inglese; la presente versione è una traduzione dall'originale. L'ENISA ha fatto in modo da assicurare l'accuratezza della traduzione, ma a causa della difficoltà legata al processo di traduzione, possono verificarsi leggere differenze tra l'originale e la traduzione stessa; inoltre la traduzione può essere imprecisa e non accurata in toto, o solo in parte. Le traduzioni dei documenti ENISA hanno solo funzione di informazione e di divulgazione."

FONTE ENISA - European Network and Information Security Agency