ATX propone l'iniziativa .car per favorire la navigazione sicura sul Web nei veicoli

20 Mag, 2008, 05:19 BST Da ATX Group

DALLAS-FORT WORTH, Texas, May 20 /PRNewswire/ --

- Un provider di telematica chiede alla Connected Vehicle Trade Association di organizzare un'alleanza volta a favorire lo sviluppo di strumenti di Web design per l'uso nei veicoli

ATX Group, il provider indipendente più grande del mondo di servizi di telematica per l'industria automobilistica, oggi ha annunciato un'iniziativa presso la CVTA (Connected Vehicle Trade Association) di Detroit volta a creare un gruppo di lavoro internazionale per studiare come accedere in modo sicuro ai contenuti Internet usando dei dispositivi integrati e portatili nei veicoli.

CVTA e ATX, nella veste di promotore del gruppo di lavoro, si attiveranno immediatamente per invitare i costruttori di auto e altre parti interessate nella value chain dell'elettronica per auto a partecipare a una discussione aperta e allo sviluppo di una procedura per definire i requisiti della navigazione sul Web nei veicoli. Seguirà quindi un forum del settore sulla proposta, quando le parti interessate si incontreranno a Detroit dal 20 al 22 ottobre 2008.

ATX propone anche un dominio generico di livello superiore - dot.car (.car), simile a dot.com (.com) - che permetterebbe di progettare i siti Web in modo specifico per soddisfare gli stringenti requisiti di sicurezza e dei consumatori relativamente alla fornitura di contenuti Web nei veicoli.

"Il Web è diventato una parte importante della nostra vita quotidiana e il suo diffuso utilizzo nei veicoli è inevitabile; il settore deve quindi concordare l'utilizzo di formati specifici per adattare la tradizionale esperienza di navigazione sul Web all'ambito della guida", ha affermato il presidente e CEO di ATX Steve Millstein. "Questa proposta è simile all'adattamento che è stato necessario per sviluppare e creare l'interfaccia tra gli smartphone e il Web. La navigazione su Internet nei veicoli richiede un ambiente del tutto unico, dotato di caratteristiche univoche".

"ATX è un membro importante di CVTA e noi ne supportiamo appieno la leadership nella proposta di questa iniziativa", ha aggiunto Scott McCormick, presidente di CVTA (www.connectedvehicle.org). "I contenuti Internet stanno incominciando a entrare anche negli ambienti dei veicoli; di conseguenza, dobbiamo riunire tutte le parti interessate per sviluppare dei sistemi sicuri che consentano di ottenere, visualizzare e interagire con questi contenuti. Si tratta di un argomento importante e opportuno, che ci auguriamo potrà suscitare un interesse globale in tutti i settori interessati".

Oltre ai contenuti Web, si prevede che i siti dot.car potranno utilizzare anche dei dati in tempo reale e incentrati sulla telematica, come i dati per la diagnostica a fini di manutenzione e sulle prestazioni, oltre alle informazioni sull'ubicazione del veicolo. È stato proposto anche un processo di firewall telematico appositamente progettato per garantire la protezione totale del veicolo dai contenuti forniti via radio al browser integrato, per l'intero ciclo di vita dell'auto.

Si prevede che i primi utenti saranno i costruttori di automobili e i loro fornitori e partner di tecnologie e comunicazioni. Questo gruppo dovrà definire i requisiti necessari in base all'uso previsto da parte degli utenti. Mentre l'idea principale relativamente al dominio dot.car è quella di offrire agli automobilisti la capacità di navigare nel World Wide Web sfruttando una navigazione personalizzata, i produttori di automobili potranno trarre vantaggio da questa applicazione nei modi seguenti:

    
    -- Garantendo flessibilità per adattare l'interfaccia utente integrata
       per l'intera durata del ciclo di vita del veicolo;
    -- Riducendo enormemente il time to market primario rispetto all'attuale
       ciclo di progettazione del software integrato;
    -- Ottenendo la possibilità di personalizzare il sistema in base al
       modello del veicolo, al paese e al singolo automobilista;
    -- Favorendo un facile accesso dei clienti a contenuti e aggiornamenti;
    -- Soddisfacendo le aspettative dei clienti sulla navigazione sul Web,
       pur mantenendo un'esperienza di guida comoda e sicura.

Tutti coloro che sono interessati a partecipare alle prime discussioni oppure a ricevere comunicazioni sul forum di ottobre sono pregati di inviare i propri dati di contatto alla CVTA, all'indirizzo sjm@connectedvehicle.org.

CHI È ATX: con sedi a Dallas-Fort Worth, Texas, e Dusseldorf, Germania, ATX Group è il provider più grande del mondo di servizi personalizzati di telematica per l'industria automobilistica, che opera sul mercato nordamericano ed europeo. I servizi di telematica di ATX sono stati progettati per offrire ai proprietari dei veicoli un maggiore livello di tranquillità, sicurezza e comodità nella guida. Questi servizi includono l'assistenza stradale e di emergenza dipendente dall'ubicazione, allarme automatico in caso di incidente, recupero dei veicoli rubati, diagnostica a distanza, assistenza in tempo reale sul traffico e nella navigazione. ATX personalizza inoltre i servizi di telematica al fine di aiutare i costruttori di automobili e i loro concessionari a usare i dati telematici per ridurre i costi, migliorare i servizi di manutenzione dei veicoli e gestire più strettamente la relazione con i clienti. I servizi di ATX vengono forniti ai proprietari dei veicoli tramite i marchi dei suoi clienti --- BMW, PSA Peugeot Citroen, Mercedes-Benz, Maybach e Rolls-Royce Motor Cars. Per maggiori informazioni, visitare www.atxg.com .

Sito Web: http://www.atxg.com

FONTE ATX Group