Bank of America determina il prezzo dei titoli di primo grado a 5 anni per un valore pari a 750 milioni di dollari USA

02 Set, 2004, 11:35 BST Da Bank of America

LONDRA, September 2 /PRNewswire/ -- Bank of America Corporation ha annunciato, in data odierna, di aver determinato il prezzo di un' offerta di titoli di primo grado, a tasso variabile, del valore di 750 milioni di Euro (pari a 915 milioni di dollari USA), la cui distribuzione avverrà principalmente in Europa.

I titoli di primo grado producono un interesse annuo Euribor di 3 mesi del + .15 per cento, pagabile trimestralmente il 9 marzo, giugno, settembre e dicembre di ogni anno, con la prima data di pagamento degli interessi fissata per il 9 dicembre 2004. I titoli scadranno il 9 settembre 2009.

I titoli saranno venduti tramite manager guidati da Banc of America Securities Limited e comprendono anche HVB Corporates & Markets, ING Financial Markets e Rabobank International. La chiusura è fissata in data 9 settembre 2004.

L'emissione non è stata registrata presso la SEC statunitense (Securities and Exchange Commission) in base al Securities Act del 1933 e l' offerta è rivolta esclusivamente agli investitori non residenti negli Stati Uniti. I titoli non potranno essere offerti o venduti negli Stati Uniti, o a un soggetto americano in assenza di registrazione, o che non possiede una idonea esenzione di registrazione. Bank of America prevede di quotare i titoli presso la borsa del Lussemburgo (Luxembourg Stock Exchange).

I proventi dall'emissione saranno utilizzati per scopi aziendali generali.

Banc of America Securities Limited fungerà da agente della stabilizzazione. Il processo di stabilizzazione sarà esercitato in conformità alle norme vigenti tra cui le Financial Services Authority/International Primary Market Association.

Le azioni della Bank of America (sigla: BAC) sono quotate presso le Borse di New York, del Pacifico e di Londra e alcuni titoli sono altresì quotati presso la Borsa di Tokyo.

    
    Sito Web:http://www.bankofamerica.com
             http://www.bankofamerica.com/newsroom

FONTE Bank of America