Bill Gates chiede unità di azione per sostenere i più poveri contadini del mondo

15 Ott, 2009, 06:00 BST Da Bill & Melinda Gates Foundation

DES MOINES, Iowa, October 15 /PRNewswire/ --

- La Bill & Melinda Gates Foundation annuncerà 120 milioni di dollari in nuove concessioni agricole

Bill Gates, copresidente della Bill & Melinda Gates Foundation, giovedì chiederà a governi, donatori, ricercatori, gruppi di contadini, ambientalisti e altri di mettere da parte le vecchie divisioni e di unire le forze per aiutare milioni delle più povere famiglie di contadini al mondo a migliorare i loro raccolti e i loro redditi in modo da potersi tirare fuori dalla fame e dalla povertà. Gates affermerà che lo sforzo deve essere guidato dagli stessi contadini, adattato alle circostanze locali e sostenibile per l'economia e per l'ambiente.

Parlando in occasione dell'assegnazione del premio World Food Prize a Des Moines, Iowa (USA), nel suo primo importante discorso sullo sviluppo agricolo, Gates descriverà la visione della Fondazione, che comprende investimenti per il miglioramento dei semi, la formazione, l'accesso al mercato e politiche che sostengono i piccoli contadini. Gates annuncerà anche nove concessioni della Fondazione per un totale di 120 milioni di dollari, che illustrano la gamma di sforzi necessari per mettere milioni di piccoli contadini in condizione di crescere abbastanza da costruire vite migliori e più sane.

Secondo una bozza del suo discorso, Gates affermerà: "Melinda e io riteniamo che aiutare i più poveri contadini piccoli proprietari a fare crescere i loro raccolti e portarli al mercato sia la singola leva più importante al mondo per la riduzione della fame e della povertà".

Dopo il suo discorso, Gates sarà raggiunto sul palco dalla vincitrice del premio World Food Prize per il 2009, Dott. Gebisa Ejeta, un rinomato ricercatore etiope sul sorgo, che è stato premiato per il suo lavoro per sviluppare ibridi resistenti alla siccità e alla pianta infestante striga, progressi che hanno consentito una maggiore sicurezza del cibo per centinaia di milioni di africani.

Le nuove concessioni della Fondazione comprendono il finanziamento di legumi che fissano l'azoto nel suolo, varietà con una maggiore resa di sorgo e miglio e nuove varietà di patate dolci che resistono agli insetti nocivi e hanno un maggiore contenuto di vitamine. Altri progetti aiuteranno la Alliance for a Green Revolution in Africa a sostenere i governi africani nello sviluppo di politiche al servizio dei piccoli contadini; a contribuire a fornire informazioni ai contadini attraverso la radio e i telefoni cellulari; a sostenere programmi scolastici di alimentazione; a fornire formazione e risorse su cui i governi africani possano fare affidamento nella regolazione delle biotecnologie; e ad aiutare le contadine in India a gestire in maniera sostenibile la loro terra e le loro risorse idriche. Fino ad oggi, la Fondazione ha dedicato 1,4 miliardi di dollari agli sforzi per lo sviluppo agricolo.

Gates dirà che il mondo dovrebbe trarre ispirazione dalla trasformazione agricola in America Latina e in Asia dagli anni '60 agli anni '80, un processo noto come la Rivoluzione Verde, che allontanò la carestia, salvò centinaia di milioni di vite e alimentò un diffuso sviluppo economico.

Ma Gates ammonirà che mentre gli scienziati, i governi e altri puntano a ripetere i successi della Rivoluzione Verde originale, dovranno stare attenti a non ripeterne gli errori, ad esempio l'utilizzo eccessivo di fertilizzanti e irrigazione.

Gates affermerà: "La prossima Rivoluzione Verde deve essere più verde della prima. Deve essere guidata da contadini piccoli proprietari, adattata alle circostanze locali e sostenibile per l'economia e per l'ambiente".

Secondo la Banca Mondiale, i tre quarti del miliardo di persone che vivono in povertà estrema dipendono dall'agricoltura per il loro sostentamento. Più di un miliardo di persone soffrono di fame cronica nel mondo in via di sviluppo. Nelle aree più povere del mondo, i piccoli contadini devono frequentemente affrontare condizioni difficili, tra cui suoli esauriti, insetti nocivi, siccità, malattie e mancanza di acqua. Anche se riescono ad ottenere un'eccedenza dei raccolti, spesso manca loro un mercato affidabile su cui poterla vendere.

Nonostante queste sfide, esistono motivi di ottimismo nella lotta contro la fame. Dopo due decenni di trascuratezza, l'attenzione del mondo è centrata ancora una volta sullo sviluppo agricolo. Il gruppo G20 dei principali donatori e delle nazioni in via di sviluppo si è recentemente impegnato a stanziare 22 miliardi di dollari USA in tre anni per contribuire a risolvere il problema della fame mondiale sostenendo i piccoli contadini nel mondo in via di sviluppo.

Gates affermerà: "È molto bello che le nazioni donatrici si concentrino su questo problema. Ma è necessario che specifichino chiaramente cosa significhino i 22 miliardi di dollari: quale parte è costituita da denaro vecchio, quale da denaro nuovo, quanto presto possono spenderlo e quando faranno di più?"

Mentre Gates affermerà che importanti progressi nella lotta contro la fame e la povertà sono ora alla nostra portata, avviserà che il progresso verso l'alleviamento della fame mondiale è "messo in pericolo da un cuneo ideologico che minaccia di spaccare il movimento". Da una parte, affermerà, esistono gruppi che supportano le soluzioni tecnologiche per aumentare la produttività agricola senza un concreto rispetto delle preoccupazioni ambientali e di sostenibilità. Dall'altra parte, esistono quelli che reagiscono negativamente a qualsiasi enfasi sulla produttività.

Gates affermerà: "È una scelta falsa, ed è pericolosa per tutti. Blocca progressi importanti. Alimenta l'ostilità tra persone che hanno bisogno di lavorare insieme. E rende difficile avviare un programma completo per aiutare i contadini poveri. Il fatto è che abbiamo bisogno sia di produttività sia di sostenibilità; non esiste alcuna ragione per cui non possiamo averle entrambe".

Gates affermerà che la Fondazione sta sostenendo la ricerca sui raccolti in grado di resistere alla siccità e alle alluvioni in modo che i contadini poveri possano adattarsi ai cambiamenti climatici. Supporta anche uno sforzo innovativo assieme al Programma alimentare mondiale (World Food Programme, WFP) per acquistare cibo da piccoli contadini nel mondo in via di sviluppo, per assistenza alimentare. Il WFP ha già acquistato 17.000 tonnellate di cibo dai piccoli contadini attraverso il programma, collegando molti di loro ai mercati per la prima volta.

Gates affermerà che la Fondazione non promuove alcun particolare metodo scientifico. Dirà: "Naturalmente, queste tecnologie devono essere soggette a rigorosa revisione scientifica per garantirne la sicurezza e l'efficacia. È responsabilità di governi, contadini e cittadini, informati da scienziati eccellenti, scegliere il modo migliore e più sicuro di alimentare i loro Paesi".

Gates renderà anche omaggio al Dott. Norman Borlaug, vincitore del Premio Nobel nel 1970 per il suo lavoro pionieristico nell'espansione della produzione agricola nel mondo in via di sviluppo, che è morto il 12 settembre di quest'anno.

Gates affermerà: "La sua morte è causa di tristezza, ma la sua vita dovrebbe renderci ottimisti. Non solo ha mostrato all'umanità come ottenere più cibo dalla Terra, ma ha provato che l'agricoltura ha il potere di migliorare le vite dei poveri. Si tratta di una lezione che il mondo è grato di imparare nuovamente oggi".

Nota per i redattori: videoclip e altri materiali per i media saranno disponibili dopo il discorso all'indirizzo:

    
    ftp://GatesFoundationII:WorldFoodPrizeII@omaedcftp001.interpublic.com
    Nome utente: GatesFoundationII
    Password: WorldFoodPrizeII

Questo annuncio comprende le seguenti concessioni:

    
    Alleanza per una Rivoluzione Verde in Africa (Alliance for a Green
    Revolution in Africa, AGRA)
    Il programma della politica AGRA: 15 milioni di dollari

    Per sviluppare un forte sistema di supporto alla politica in Africa che
    migliorerà i redditi e garantirà la sicurezza delle nazioni e delle
    famiglie. Il programma si concentra su politiche per velocizzare 
    l'adozione di metodi per migliorare la produttività dei contadini, le 
    politiche del mercato e commerciali per stimolare l'espansione dei 
    mercati per i raccolti di prima necessità e politiche sui diritti sulla 
    terra e della proprietà per stimolare una crescita agricola equa per i 
    poveri.

    Contatti per la stampa
    Preeti Singh, +1-301-652-1558, int. 5722,
    psingh@burnesscommunications.com
    Stella Kihara, +254-735380199, skihara@agra-alliance.org

    Istituto americano per la ricerca (American Institutes for Research, AIR)
    Radio "La voce del contadino" (Farmer Voice Radio): 10 milioni di dollari

    Per creare una rete di trasmettitori radio, gruppi di contadini,
    università, istituti di ricerca, organizzazioni non governative, ministeri
    dell'Agricoltura e organizzazioni africane per i media per generare
    contenuti di qualità e facilitare una diffusione sostenibile e guidata
    dall'impatto ai contadini piccoli proprietari per migliorare i loro
    livelli di sussistenza. Il progetto punta a raggiungere 1,6 milioni di 
    contadini piccoli proprietari in Kenya, Malawi, Zambia, Mali, Ghana e 
    Tanzania nei suoi primi quattro anni.

    Contatto per la stampa
    Larry McQuillan, +1-202-403-5119 o +1-202-641-7747, lmcquillan@air.org

    Grameen Foundation
    Costruire una rete di lavoratori esperti per la comunità: 4,7 milioni di
    dollari

    Per sviluppare una rete di 4.000 lavoratori esperti per la comunità in
    Uganda che utilizzano dispositivi mobili per aumentare la portata e la
    pertinenza delle informazioni agricole, portando ad un miglioramento
    della produttività e dei livelli di sussistenza per contadini piccoli
    proprietari. Il progetto punta a raggiungere fino a 280.000 contadini 
    piccoli proprietari, ridurre il costo dell'adozione di procedure nuove e 
    migliorate dal 25% al 50 per cento e in ultima analisi fornire un modello 
    che possa essere adattato per raggiungere milioni di contadini piccoli 
    proprietari in tutta l'Africa subsahariana e l'Asia meridionale.

    Contatto per la stampa
    Liselle York, +1-202-628-3560, int. 128 o +1-202-549-3400,
    lyorke@grameenfoundation.org

    Istituto internazionale di ricerca per i Tropici semiaridi (International
    Crops Research Institute for the Semi-Arid Tropics, ICRISAT) -
    Sfruttamento di opportunità per il miglioramento della produttività 
    (Harnessing Opportunities for Productivity Enhancement, HOPE) di sorgo e 
    miglio: 18 milioni di dollari

    Per aiutare contadini piccoli proprietari in aree con scarsa umidità
    dell'Africa sub-sahariana e dell'Asia meridionale ad aumentare i loro
    raccolti di sorgo, miglio africano ed eleusine coracana per migliorare la
    sicurezza del cibo e aumentare i redditi dei contadini. Il progetto punta
    a beneficare 200.000 famiglie aumentando i raccolti di sorgo e miglio del
    35-40 per cento in quattro anni.

    Contatto per la stampa
    Rex L. Navarro, +91-40-3071-3223, rex.navarro@cgiar.org
    
    Centro internazionale per le patate (International Potato Center, CIP)
    Azione per le patate dolci per la sicurezza e la salute in Africa (Sweet
    Potato Action for Security and Health in Africa, SASHA): 21,25 milioni di
    dollari

    Per produrre varietà ad alta resa, resistenti agli stress, di patate
    dolci per aiutare le famiglie degli agricoltori nell'Africa subsahariana 
    a migliorare la loro produttività, i loro redditi e la loro nutrizione. 
    Il progetto punta a beneficiare 150.000 famiglie direttamente dal lavoro
    iniziale sui sistemi di semina e fino a 1 milione di famiglie
    indirettamente dal primo set di varietà migliorate in cinque anni.

    Contatto per la stampa
    Valerie Gwinner, +1-202-468-7486, v.gwinner@cgiar.org

    Nuova collaborazione per lo sviluppo dell'Africa (New Partnership for
    Africa's Development, NEPAD) e Michigan State University (MSU)
    Rete africana di perizia per la biosicurezza (African Biosafety Network
    of Expertise, ABNE): 10,4 milioni di dollari

    Per creare in Africa un centro che fornisca formazione, istruzione e
    supporto tecnico agli enti normativi africani per sviluppare sistemi
    regolatori per le biotecnologie, garantendo che i Paesi possano prendere
    decisioni informate su come utilizzare questi progressi proteggendo nel
    contempo i contadini, i consumatori e l'ambiente.

    Contatto per la stampa
    Aggrey Ambali, +27-12-841-3688, aggrey@nepadst.org

    Karim Maredia, +1-517-353-5262 o +1-517-775-6627, kmaredia@msu.edu
    Stephanie Motschenbacher, +1-517-884-2135, motsche3@msu.edu

    Collaborazione per lo sviluppo dell'infanzia (Partnership for Child
    Development, PCD)
    Alimentazione scolastica coltivata in casa: 12 milioni di dollari

    Per sostenere la costituzione di programmi economici di alimentazione
    scolastica che promuovono l'agricoltura locale a vantaggio dei contadini
    piccoli proprietari. Il progetto punta ad aumentare i redditi e
    migliorare lo stato nutrizionale di circa 200.000 piccoli contadini; 
    migliorare la formazione, la salute e la nutrizione dei bambini in età 
    scolastica e fornire opportunità alle persone impegnate nel trasporto, 
    nella lavorazione e nella preparazione del cibo per tutta la catena di 
    valore dell'alimentazione scolastica.

    Contatto per la stampa 
    Lucy Goodchild, +44(0)20-7594-6702, lucy.goodchild@imperial.ac.uk

    Assistenza professionale per l'azione di sviluppo (Professional
    Assistance for Development Action, PRADAN)
    Per sviluppare mezzi di sussistenza basati sulle fattorie in regioni
    endemicamente povere dell'India: 9,7 milioni di dollari

    Per creare mezzi di sussistenza sostenibili, basati sulle fattorie, per
    le famiglie rurali in regioni endemicamente povere dell'India formando le
    contadine alle procedure agricole moderne e al trattamento delle acque e
    dei terreni, costituendo servizi per l'estensione dei villaggi e 
    costruendo collegamenti efficaci con i mercati. Il progetto punta a 
    mobilitare 120.000 donne in gruppi di autoassistenza per assisterli nel 
    miglioramento della produttività delle loro fattorie e della sicurezza 
    del cibo, migliorando i loro redditi domestici.

    Contatto per la stampa
    Souparno Chatterjee, +91-11-2651-8619 o +91-4164-0611, int. 21

    Università di Wageningen, Olanda
    Mettere al lavoro il fissaggio dell'azoto per i contadini piccoli
    proprietari in Africa (NforAfrica): 19 milioni di dollari

    Per aumentare la produttività di legumi, la nutrizione delle famiglie, la
    salute dei suoli, i sistemi di raccolta e i redditi agricoli per piccoli
    contadini in Burkina Faso, Mali, Nigeria, Ghana, Kenya, Ruanda e Malawi
    ampliando l'utilizzo di legumi selezionati, strumenti sperimentati per il
    fissaggio dell'azoto biologico e solidi principi agronomici. Il progetto
    punta a beneficare 225.000 contadini.

    Contatto per la stampa
    Erik Toussaint, +31(0)317-48-08-67 o +31(0)6-51-56-59-49,
    erik.toussaint@wur.nl

La Bill & Melinda Gates Foundation

Guidata dal principio che ogni vita ha lo stesso valore, la Bill & Melinda Gates Foundation opera per assistere tutte le persone a condurre vite sane e produttive. Nei Paesi in via di sviluppo, si concentra sul miglioramento della salute delle persone e sull'offrire loro la possibilità di tirarsi fuori dalla fame e dalla povertà estrema. Negli Stati Uniti, cerca di garantire che tutte le persone, specialmente quelle con meno risorse, abbiano accesso alle opportunità di cui hanno bisogno per avere successo nella scuola e nella vita. Con sede a Seattle, Washington (USA), la Fondazione è guidata dall'Amministratore Delegato Jeff Raikes e dal copresidente William H. Gates Sr., sotto la direzione di Bill e Melinda Gates e di Warren Buffett. Maggiori informazioni sulla Fondazione sono disponibili all'indirizzo www.gatesfoundation.org.

FONTE Bill & Melinda Gates Foundation