Boston Scientific annuncia la commercializzazione in Europa della famiglia di pacemaker INGENIO™

10 Apr , 2012, 14:29 BST Da Boston Scientific Corporation

NATICK, Massachusetts, April 10, 2012 /PRNewswire/ --

Dispositivi avanzati progettati per trattare l'incompetenza cronotropa, che colpisce fino al 42% dei pazienti portatori di pacemaker

Boston Scientific Corporation (NYSE: BSX) annuncia di aver ottenuto la marcatura CE e l'autorizzazione alla commercializzazione dei suoi pacemaker INGENIO™ e ADVANTIO™ e di quelli per la terapia di resincronizzazione cardiaca (CRT-P) INVIVE™.  Uno dei primi impianti di pacemaker INGENIO è stato effettuato dal dottor Marc Burban, presso la Nouvelles Cliniques Nantaises a Nantes, Francia.

"La famiglia di pacemaker INGENIO rappresenta un investimento significativo nell'innovazione a lungo termine della tecnologia di stimolazione cardiaca e definisce una nuova epoca nel pacing per la nostra azienda", ha affermato Joe Fitzgerald, Vicepresidente e Presidente del gruppo Gestione del Ritmo Cardiaco di Boston Scientific. "Inoltre, è in programma la commercializzazione di una serie di dispositivi che offriranno ulteriori funzioni tra cui il monitoraggio a distanza, la diagnostica dello scompenso cardiaco in fase avanzata e la compatibilità con i sistemi di imaging a risonanza magnetica. Tutti i pacemaker sono progettati con il fine di fornire nuove e innovative funzioni per la salute e il benessere dei pazienti."

I pacemaker sono concepiti per trattare la bradicardia, patologia nella quale il cuore batte troppo lentamente - solitamente meno di 60 battiti al minuto - deprivando il corpo della dose sufficiente di ossigeno. I pacemaker INGENIO e ADVANTIO presentano anche la tecnologia di stimolazione RightRate™, disegnata per trattare l'incompetenza cronotropa (IC). L'IC è l'incapacità del cuore di regolare la sua frequenza in modo appropriato in risposta all'attività fisica e può provocare stanchezza o dispnea durante lo svolgimento delle attività quotidiane, come camminare o salire una rampa di scale. RightRate utilizza il sensore minute ventilation (VM) di Boston Scientific, l'unico ad aver dimostrato clinicamente il ripristino della competenza cronotropa. Inoltre RightRate™ ha nuove opzioni di programmazione che garantiscono facilità di utilizzo e risparmi di tempo ambulatoriali.  

"Il dispositivo INGENIO consente ai medici di trattare i pazienti portatori di pacemaker con una seriedi terapie avanzate e complete", ha affermato il Dottor Marc Burban, uno dei primi medici che ha impiantato il dispositivo INGENIO. "Il nuovo sistema di stimolazione RightRate è facile da ottimizzare e  garantisce la giusta stimolazione ai pazienti per aiutarli a sentirsi meno affaticati durante l'attività fisica."

La famiglia di pacemaker INGENIO e di CRT-P è compatibile con il nuovo sistema di gestione remota del paziente di Boston Scientific LATITUDE™ NXT, che consentirà ai medici di eseguire follow-up a distanza per monitorare le informazioni specifiche sul pacemaker e lo stato di salute del cuore dei pazienti portatori di dispositivi. Il sistema rileverà eventi clinici che si verificano tra le visite programmate e invierà i dati rilevanti direttamente a un sito web protetto e accessibile ai medici attraverso una tecnologia telefonica su rete fissa o mobile.  

I pacemaker INGENIO e ADVANTIO sono attualmente in fase di valutazione da parte della Food and Drug Administration (FDA) statunitense dove non sonoal momento commercializzati.

Informazioni su Boston Scientific

Boston Scientific è un'azienda operante a livello mondiale che si occupa di sviluppare, produrre e commercializzare dispositivi medicali, i cui prodotti sono utilizzati in un'ampia gamma di specialità mediche del settore interventistico. Per ulteriori informazioni, visitare: http://www.bostonscientific.com.  

Affermazione Cautelativa Relativa alle Affermazioni Riferite al Futuro

Questo comunicato stampa contiene affermazioni riferite al futuro come stabilito dalla Sezione 21E del Securities Exchange Act del 1933 e Sezione 21E del Securities Exchange Act del 1934. Le affermazioni riferite al futuro possono essere identificate da termini come "anticipare", "prevedere", "proiettare", "ritenere", "programmare", "stimare", "intendere" e termini simili. Queste affermazioni riferite al futuro si basano sulle convinzioni, supposizioni e stime da noi effettuate sulla base delle informazioni a nostra disposizione in quel determinato momento e non intendono fornire garanzie di eventi o prestazioni future.  Queste affermazioni riferite al futuro includono, tra le altre cose, affermazioni relative al lancio di nuovi prodotti,  approvazione da parte degli organi regolatori, studi clinici, performance dei prodotti, il nostro portfolio per la SCS e offerte competitive.  Se le nostre supposizioni si rivelassero errate, o se determinati rischi o imprevisti si materializzassero, i risultati effettivi potrebbero differire dalle aspettative o dalle proiezioni espresse o sottintese dalle nelle nostre affermazioni riferite al futuro. In alcune circostanze, questi fattori hanno inficiato in passato e potrebbero inficiare in futuro (insieme ad altri fattori) la nostra capacità di mettere in atto la nostra strategia commerciale e ciò potrebbe risultare in una discrepanza tra i risultati effettivi e quelli contemplati nelle affermazioni presentate in questo comunicato stampa. Di conseguenza, i lettori sono invitati a non fare eccessivo affidamento su alcuna delle nostre affermazioni riferite al futuro.    

Tra i fattori che potrebbero provocare tali discrepanze vi sono: condizioni future correlate alla situazione economica, ai concorrenti, alla rimborsabilità e allo status regolatorio; introduzioni di nuovi prodotti; trend demografici; diritti di proprietà intellettuale; contenzioso; condizioni del mercato finanziario; future decisioni commerciali prese da noi o dai nostri concorrenti.  Tutti questi fattori sono difficili o impossibili da prevedere accuratamente e molti di essi sono al di là del nostro controllo. Per una descrizione ulteriore e un elenco di questi ed altri importanti rischi e imprevisti che potrebbero inficiare le nostre operazioni future, vedere la Parte I, Voce 1A- Fattori di rischio nel nostro ultimo rapporto annuale sul Modulo 10-K depositato presso la Securities and Exchange Commission, che potremmo aggiornare nella Parte II, Voce 1A - Fattori di rischio nei Rapporti Trimestrali sul Modulo 10-Q che abbiamo depositato o che depositeremo in seguito. Neghiamo ogni intenzione o obbligo di aggiornare pubblicamente o modificare le nostre affermazioni riferite al futuro per riflettere eventuali cambiamenti delle nostre aspettative o degli eventi, delle situazioni o delle circostanze su cui potrebbero basarsi tali aspettative o che potrebbero influire sulla probabilità che i risultati effettivi differiscano da quelli espressi nelle affermazioni riferite al futuro. Questa affermazione cautelativa è applicabile a tutte le affermazioni riferite al futuro contenute nel presente documento.

CONTATTI:         Alessandra Gelera +39-02-26-9831 (ufficio) Economia Sanitaria e Affari Istituzionali     Boston Scientific Italy Group

FONTE Boston Scientific Corporation