British American Tobacco: Rapporto trimestrale al 31 marzo 2005

04 Mag, 2005, 20:32 BST Da British American Tobacco

LONDRA, May 4 /PRNewswire/ --

Sintesi

    
    RISULTATI TRIMESTRALI               2005       2004        Variazione
 
    Profitti da operazioni            GBP582m    GBP604m           -4%
    Utile diluito rettificato          20,10p     15,91p          +26%
    per azione
    
    
    -         Per la prima volta British American Tobacco
              (LSE:BATS) annuncia i propri risultati secondo gli International 
              Financial Reporting Standards (Norme internazionali sui
              Rapporti finanziari).
 
    -         I profitti risultanti dalle operazioni nelle società 
              sussidiarie sono stati superiori al 6% se non si tiene
              conto delle variazioni all'interno del Gruppo in  
              conseguenza della fusione tra le attività presenti negli Stati 
              Uniti e R.J. Reynolds e la cessione di Etinera, con le 
              modifiche alle condizioni commerciali. Questi dati
              comparabili offrono una spiegazione migliore 
              dei risultati commerciali ottenuti dalle sussidiare, piuttosto
              che il dato relativo alla diminuzione dei profitti delle
              operazioni del 4%, poichè la differenza è rappresentata
              dal risultato di queste modifiche all'interno del Gruppo.
 
    -         Sulla base fiscale dichiarata, i volumi del Gruppo realizzati 
              dalle sussidiarie hanno subito l'effetto delle transazioni 
              riportate sopra, e sono scesi fino a 159 miliardi, con una
              diminuzione del 3%. Se non si tiene conto dell'impatto
              di queste transazioni, i volumi del Gruppo sono 
              aumentati dell'1%, con diverse azioni che hanno
              ottenuto buoni rendimenti. I quattro marchi di punta 
              a livello mondiale hanno fatto registrare una crescita del 2%.
    
    -         Gli utili diluiti rettificati per azione sono aumentati del
              26%, grazie ai benefici derivanti dal rendimento operativo 
              generale, ai ridotti costi finanziari netti dovuti
              all'impatto dello IAS39 (Internal Audit System - Sistema di
              revisione contabile interna), da un'aliquota fiscale minore
              e da partecipazioni di minoranza, oltre all'effetto
              della transazione con Reynolds American, dalla cessione di Etinera 
              e dalle successive modifiche alle condizioni commerciali in
              Italia, e dal programma di riacquisto delle azioni. L'utile di
              base per azione ha subito gli effetti degli stessi fattori, in
              parte compensati dalla conversione delle azioni preferenziali
              redimibili, con aumento a 20,26p (2004: 16,65p).
 
    -         Il presidente, Jan du Plessis, ha così commentato "Questo
              anno è iniziato indubbiamente bene, grazie ai vantaggi
              derivati dalla transazione con Reynolds American, e alla 
              crescita dei profitti in tutte le aree, ad eccezione
              dell'area Pacifica dell'America. Gli azionisti devono, tuttavia,
              ricordare che il confronto con il 2004 sarà più
              stringente, poiché si deve tener conto delle diverse agevolazioni
              fiscali del secondo semestre dello scorso anno. Pertanto, 
              l'aumento del 26% dell'utile per azione, registrato nel primo
              trimestre, non è certamente indicativo delle previsioni per 
              l'intero anno".

FONTE British American Tobacco