British American Tobacco: relazione trimestrale al 30 settembre 2004

26 Ott, 2004, 11:51 BST Da British American Tobacco

LONDON, October 26 /PRNewswire/ --

RIEPILOGO

    
    RISULTATI RELATIVI A NOVE MESI     2004        2003       Variazione

    Utile operativo                  GBP2,138m   GBP2,111m       +1%
      ante avviamento
      e ante oneri straordinari

    Utile ante imposte               GBP1,543m   GBP1,287m       +20%
    Utile rettificato per azione        54.97p      51.42p        +7%

- L' utile d' esercizio, ad esclusione degli oneri di ammortamento per l' avviamento e degli oneri straordinari, è aumentato dell' 1 per cento raggiungendo quota 2.138 milioni di sterline. I risultati sono stati influenzati negativamente dall' impatto della conversione in sterline, e in virtù del fatto che la sterlina si è rafforzata nei confronti di quasi tutte le valute. In presenza di tassi di cambio paragonabili a quelli del periodo di riferimento, l' utile operativo avrebbe fatto registrare un incremento del 7 per cento, beneficiando dell' acquisizione ETI e della buona performance registrata in tutte le regioni, ad eccezione della regione America Pacifico.

- Il volume di vendita del gruppo ha registrato un aumento del 6 per cento, raggiungendo così quota 618 miliardi, in seguito alle acquisizioni e alla transazione Reynolds American. Nel terzo trimestre, i quattro marchi di punta, Lucky Strike, Kent, Dunhill e Pall Mall hanno registrato una crescita pari ad un 3 per cento, mentre hanno registrato un lieve aumento nel periodo di nove mesi. Tenendo in considerazione le stecche di sigarette, che sono aumentate in modo notevole in Germania, i marchi di punta hanno registrato un aumento del 2 per cento rispetto allo scorso anno.

- L' utile d' esercizio, dopo gli oneri di avviamento e oneri straordinari, è aumentato dell' 8 per cento, raggiungendo quota 1.619 milioni di sterline che riflette minori costi straordinari registrati nel 2004. Questo, unito ad un utile derivante dalla cessione di società affiliate rispetto ad una perdita registrata nel 2003, è risultato in un utile ante-imposte superiore del 20 per cento, pari a 1.543 milioni di sterline. Gli utili di base per azione sono stati pari a 42,51 p (nel 2003 sono stati pari a 24,34p).

- Gli utili diluiti rettificati per azione sono aumentati del 7 per cento raggiungendo così quota 54,97p, beneficiando dell' impatto positivo del programma di riacquisto di azioni e della diminuzione delle aliquote effettive delle imposte.

- Jan du Plessis, presidente della società, ha così commentato: "Mentre i risultati per i primi nove mesi continuano ad essere influenzati negativamente dal rafforzamento della sterlina, evidenziano anche un beneficio reale derivante dal nostro portafoglio marchi ben equilibrato e dalla diffusione geografica delle nostre attività. Queste sono due delle caratteristiche del Gruppo e rappresentano un vantaggio competitivo sostenibile".

FONTE British American Tobacco