CareerBuilder: le dieci scuse più incredibili per giustificare i ritardi in ufficio

17 Giu, 2010, 08:00 BST Da CareerBuilder.it

MILANO, June 17, 2010 /PRNewswire/ --

Vista l'attuale situazione economica, che porta ad un più stretto controllo della produttività e delle risorse, i datori di lavoro prestano molta attenzione alla puntualità dei propri dipendenti. In Italia, infatti, il 44% dei dirigenti intervistati ha dichiarato di prestare molta più attenzione all'orario d'ingresso e di uscita degli impiegati, rispetto ai periodi di congiuntura favorevole. Il 10% degli imprenditori arriverebbe addirittura a licenziare i lavoratori che si presentano in ritardo 2 o 3 volte, mentre il 6% concluderebbe il rapporto lavorativo con chi ritarda 4 o 5 volte. Questi dati emergono da una ricerca condotta dal 29 aprile al 7 maggio 2010, per conto di CareerBuilder.it, e che ha coinvolto più di 150 imprenditori italiani di ogni settore.

Se da una parte vi sono datori di lavoro che prediligono la puntualità, dall'altra parte aumentano gli imprenditori disposti a offrire una certa flessibilità. In particolare, il 60% non si preoccupa del rispetto dell'orario d'ingresso qualora le mansioni vengono portate a termine nei tempi e nei modi richiesti.

Gli intervistati hanno inoltre fornito una lista delle scuse più bizzarre utilizzate dai dipendenti per giustificare i loro ritardi:

    
    - Rapina nella banca di fronte a casa
    - Impedimenti dovuti alla cenere vulcanica
    - Preoccupazione per l'imminente caduta di una cometa sulla terra
    - Un cavallo è saltato sul tettuccio dell'automobile
    - Il gatto è rimasto incastrato nella gattaiola
    - Un incendio nell'abitazione del dipendente
    - Il dipendente è stato bloccato perché la sua vettura era uguale a una
      rubata e la polizia ha voluto prendergli le impronte digitali
    - Difficoltà ad adattarsi al cambiamento climatico dall'inverno
      all'estate
    - Qualcuno mi ha nascosto la dentiera
    - "Esco di casa sempre alla stessa ora. A volte sono in ritardo, a volte
      no. Non capisco!"

"Il ritardo è una variabile in grado di influire sulla percezione della vostra professionalità e affidabilità, non solo agli occhi del vostro datore di lavoro, ma anche a quelli dei vostri collaboratori, che potrebbero decidere di chiedere dei provvedimenti", ha dichiarato Corrado Tirassa, Country Manager di CareerBuilder Italia. "Organizzarsi la sera prima può contribuire a migliorare la puntualità e a rendere meno frenetica la vita dei pendolari."

Tre suggerimenti per arrivare in ufficio puntuali

    
    1) Pianificare in anticipo. Predisporre tutto il necessario la sera
       precedente. Ad esempio, se vi recate al lavoro in macchina,
       assicuratevi di avere sufficiente benzina.

    2) Limitare le distrazioni. Non accendete la TV, né il computer. E non
       perdetevi in mille telefonate.

    3) Considerare l'ipotesi di una forma alternativa di accordo, come il
       telelavoro

Metodologia della ricerca

La ricerca è stata condotta online su un campione di 625 manager in Italia, Regno Unito, Francia, Germania e Svezia, appartenenti a diverse aziende, tra il 29 aprile e il 14 maggio. I manager interessati dalla ricerca includono impiegati di livello C, dirigenti e senior manager con funzioni di reclutamento. La ricerca è stata condotta online da Shape the Future, un'agenzia di ricerche di mercato, specializzata in ricerche online ad alta velocità, con sede a Londra.

Il totale del campione per l'Italia è stato di 151 manager, con un margine di errore del 7,98% e un'affidabilità del 95%. L'indagine è stata condotta rigorosamente secondo il codice di condotta della Market Research Society del Regno Unito.

A proposito di CareerBuilder.it

CareerBuilder.it è uno dei siti più visitati per la ricerca di lavoro in Italia. Di proprietà di Gannett Co., Inc. (NYSE: GCI), Tribune Company, The McClatchy Company (NYSE: MNI) e Microsoft Corp. (NASDAQ: MSFT), CareerBuilder.it fornisce servizi per aiutare chi è in cerca di occupazione a mettersi in contatto con potenziali datori di lavoro a livello nazionale, locale, verticale e di nicchia. Per ulteriori informazioni, visitare il sito http://www.careerbuilder.it

Per ulteriori informazioni alla stampa:

    
    Gabriele Sciuto / Alessia Brugora
    LEWIS Communications
    Telefono: +39-02-36-53-13-75
    Email: gabrieles@lewispr.com / alessiab@lewispr.com
    Web: www.lewispr.com

FONTE CareerBuilder.it