CGAP guida l'espansione del mobile banking per arrivare alle persone più povere del mondo

16 Nov, 2010, 17:30 GMT Da CGAP

WASHINGTON, November 16, 2010 /PRNewswire/ --

Dei programmi davvero innovativi di mobile banking e per le banche agenti hanno permesso ai poveri dal Kenya alle Filippine di accedere ai servizi finanziari per la prima volta. CGAP ha annunciato, oggi, altri tre anni di impegno per divulgare questo approccio innovativo ad altri milioni di persone nel mondo.

La Fondazione Bill & Melinda Gates ha offerto a CGAP, un gruppo indipendente nel settore microfinanziario ospitato presso la Banca Mondiale, una sovvenzione di US$6 milioni per sostenere la fase successiva del programma tecnologico di CGAP al fine di promuovere il mobile banking e le banche agenti perché aumentino progressivamente nei paesi in via di sviluppo. La sovvenzione si aggiunge al finanziamento principale concesso nel 2006, alla sovvenzione di CGAP e a GBP 8 milioni che il Dipartimento per lo Sviluppo Internazionale del Regno Unito (DFID) si è impegnato a versare in marzo a favore del programma tecnologico di CGAP.

"Il concetto funziona. Adesso è il momento di trasformare la teoria in pratica", ha riferito Tilman Ehrbeck, direttore generale di CGAP. "Esiste l'incredibile potenziale che i canali di distribuzione innovativi raggiungano i 2,7 miliardi di poveri che non hanno accesso a dei servizi finanziari convenienti".

Il programma tecnologico di CGAP ha lo scopo di promuovere l'espansione di una gamma di servizi finanziari per le persone più povere nel mondo riducendo in modo significativo i costi delle transazioni. Sarà focalizzato sui mercati target per dimostrare come tale sistema funzionerebbe in piena scala migliorando anche la conoscenza del settore e la pratica per garantire che i sistemi funzionino efficacemente.

Il programma tecnologico di CGAP fornirà consigli ai governi su come attuare normative adeguate per garantire che la crescita sia bilanciata grazie alla corretta protezione dei clienti del mobile banking e aiutando questi ultimi a connettere le reti sociali di protezione e i pagamenti inviati alle reti di mobile banking perché i poveri possano usare prontamente i servizi finanziari per risparmiare, pagare i conti e perfino per acquistare un'assicurazione.

Fino a oggi, CGAP ha fornito consulenza tecnica e finanziaria a oltre una dozzina di aziende di mobile banking in fase di avviamento in Asia, Africa e America Latina e ha svolto delle dettagliate valutazioni della politica in tredici paesi.

"Se intendiamo considerare il successo iniziale osservato nei mercati limitati fino a questo momento per portarlo veramente alle persone, dobbiamo proseguire molto per dimostrare il suo successo, la sua sostenibilità e la sua sicurezza a tutti quelli che sono coinvolti", ha detto Ehrbeck.

Solo nel 2009 si calcolavano ben 120 iniziative di denaro elettronico in tutto il mondo. La ricerca di CGAP dimostra che quasi il 40% di clienti del branchless banking nei paesi in via di sviluppo non aveva in precedenza nessun accesso ai servizi. I ricercatori di CGAP hanno scoperto che il branchless banking cresce cinque volte più velocemente dei tradizionali istituti di microfinanza ed è più economico del 38% rispetto alle banche tradizionali per le transazioni di basso valore effettuate generalmente dai poveri. Serve, però, molto più lavoro, secondo CGAP, per progettare un risparmio, un'assicurazione e altri prodotti finanziari innovativi che traggano vantaggio dai canali di branchless banking per offrire un insieme completo di servizi finanziari che le persone povere possono usare per migliorare la vita delle loro famiglie.

"Una delle lezioni fondamentali è che per raggiungere quel tipo di scala necessaria, bisogna possedere i giusti modelli di business e le normative adeguate perché le persone che fanno affidamento sul branchless banking siano sicure che durerà", ha detto Stephen Rasmussen, responsabile del programma tecnologico presso CGAP.

Questa sovvenzione è stata annunciata oggi da Melinda French Gates in occasione del Global Savings Forum a Seattle, Washington, come parte dell'impegno di $500 milioni della fondazione per espandere l'accesso ai conti risparmio e aiutare i poveri nel mondo a sviluppare una sicurezza finanziaria. L'impegno includeva un pacchetto di sette sovvenzioni dell'importo totale di $40 milioni dall'iniziativa Servizi Finanziari per i Poveri della fondazione per sostenere progetti e collaborazioni affinché i poveri nei paesi in via possano avere a portata di mano qualità, conti di risparmio accessibili e altri servizi finanziari.

Informazioni su CGAP

CGAP è un centro per la politica e la ricerca impegnato a far progredire l'accesso ai servizi finanziari per i poveri del mondo. È sostenuto da trenta agenzie per lo sviluppo e fondazioni private che condividono la missione comune di alleviare la povertà. Ospitata presso la Banca Mondiale, CGAP fornisce market intelligence, promuove gli standard, sviluppa soluzioni innovative e offre servizi di consulenza a governi, fornitori di servizi microfinanziari, donatori e investitori. Per saperne di più consultare http://www.cgap.org.

FONTE CGAP