CNH riporta guadagni per 193 milioni di dollari nel 2004 al netto dei costi ristrutturazione

04 Feb, 2005, 22:52 GMT Da CNH Global N.V.

LAKE FOREST, Illinois, February 4 /PRNewswire/ -- CNH Global N.V. (NYSE: CNH) ha annunciato stamani entrate nette per il quarto trimestre del 2004 per un totale di 26 milioni di US dollari, in confronto alle perdite nette di 111 milioni di US dollari del quarto trimester del 2003. Questi risultati comprendono i costi di ristrutturazione, al netto delle imposte, rispettivamente di 22 milioni e di 140 milioni di US dollari nei due periodi. I guadagni sostanziali per azione nel 2004 sono stati di 0,19 USD (0,11 per azione diluita), in confronto alla perdita netta di 0,84 USD per azione (0,84 per azione diluita) nel quarto trimestre del 2003.

Per l'intero anno, i 125 milioni di USD di entrate nette di CNH nel 2004 vanno comparate alla perdita netta di 157 milioni di USD del 2003. Questi risultati comprendono i costi di ristrutturazione, al netto delle imposte, rispettivamente di 68 milioni e di 187 milioni di USD nei due periodi. Le entrate di base per azione per l'anno sono state di 0,94 USD (0,54 USD per azione diluita), in confronto a una perdita netta di 1,19 USD per azione (1,19 USD per azione diluita) nel 2003.

Escludendo le spese di ristrutturazione, al netto delle imposte, CNH ha riportato entrate nette per 193 milioni di USD nel 2004, in confronto ai 30 milioni di USD di entrate nette nel 2003. Questo miglioramento di 163 milioni di USD da un anno all'altro ha superato le aspettative della società. Il miglioramento è stato ottenuto nonostante l'abbassamento delle vendite di macchinari agricoli nel quarto trimestre, dovuto principalmente al generale smaltimento degli inventari dei distributori e delle società, avvenuto in gran parte in Nord America in seguito alla chiusura dello stabilimento di assemblaggio di East Moline.

"Le persone di CNH possono essere orgogliose dei risultati ottenuti nel 2004," ha dichiarato Paolo Monferino, presidente e chief executive officer. "L'anno ha portato a una chiusura positiva le nostre iniziative legate alla fusione. Mentre vediamo nuove sfide profilarsi all'orizzonte, in gran parte dovute all'aumento di alcuni costi dei materiali, specialmente dell'acciaio, e all'ammorbidimento di alcuni dei nostri mercati principali, ci troviamo ora a fronteggiare queste sfide da una posizione di maggior forza, e prevediamo di continuare a crescere in ricavi e guadagni netti nel 2005."

Vendite di macchinari agricoli nel quarto trimestre. Le vendite nette trimestrali di macchinari agricoli, corrispondenti a 1,9 miliardi di USD, sono state approssimativamente al medesimo livello del quarto trimestre 2003, scendendo all'incirca del down 5% escludendo le variazioni monetarie.

Nel quarto trimestre, CNH stima che le vendite mondiali di unità nel settore dei trattori agricoli siano salite all'incirca del 10%, e che le vendite delle mietitrebbie siano salite circa del 15%. Le vendite del settore dei trattori di potenza superiore a 40 HP sono salite all'incirca del 26% in Nord America, del 18% nel Resto del Mondo e dell'8% in America Latina, ma sono scese dell'1% in Europa Occidentale. Le vendite nel settore delle mietitrebbie sono salite del 43% in Nord America, che è stato significativamente più forte di quanto si prevedesse, del 34% nel Resto del Mondo e del 17% in Europa Occidentale. In America Latina, le vendite del settore delle mietitrebbie sono salite fino a Settembre del 30% circa rispetto allo stesso periodo del 2003. Nel quarto trimestre, però, le vendite dello stesso settore in America Latina sono scese all'incirca del 10%. In totale, le vendite mondiali nel quarto trimestre rispetto ai macchinari agricoli sono aumentate da un anno all'altro del 10% circa.

Il totale delle vendite al dettaglio di unità per quanto concerne i macchinari agricoli CNH è anch'esso aumentato nel trimestre, in linea col mercato globale. Gli aumenti delle vendite al dettaglio di unità CNH nelle Americhe e nel Resto del Mondo sono state compensate dai declini in Europa Occidentale. CNH ha sottoprodotto le proprie vendite di unità al dettaglio per quanto riguarda i macchinari agricoli del 20% circa nel trimestre, riducendo gli inventari dei distributori e delle società a livello mondiale relativamente a trattori e mietitrebbie (smaltimento) del 15% circa.

Vendite di macchinari per costruzioni nel quarto trimestre. Le vendite nette di macchinari per costruzioni sono state di 962 milioni di USD per il trimestre, quindi più 164 milioni o il 21% in più rispetto al quarto trimestre 2003. Escludendo le variazioni monetarie, le vendite sono cresciute del 16% rispetto al quarto trimestre dell'anno precedente.

Nel quarto trimestre, CNH stima che le vendite mondiali di unità nel settore dei macchinari movimento leggero terra siano salite del 19% circa, mentre le vendite dei macchinari movimento terra pesanti siano cresciute approssimativamente del 13%. Le vendite di unità nel settore dei macchinari movimento terra leggeri sono salite del 23% in Nord America, del 17% in Europa Occidentale, del 14% nel Resto del Mondo e del 50% in America Latina (il più piccolo dei quattro mercati). Per i macchinari movimento terra pesanti, le vendite di unità del settore sono salite all'incirca del 35% in Nord America, del 16% in Europa Occidentale e del 43% in America Latina. Le vendite di unità del settore sono scese del 5% circa nel Resto del Mondo. In totale, le vendite mondiali per il quarto trimestre 2004 relativamente ai macchinari movimento terra pesanti e leggeri sono aumentate all'incirca del 17% rispetto allo stesso periodo dello stesso anno.

Nel trimestre, il totale delle vendite di unità al dettaglio rispetto ai macchinari movimento terra pesanti e leggeri di CNH sono salite, in linea col mercato globale. CNH ha sottoprodotto le proprie vendite di unità al dettaglio relativamente ai macchinari movimento terra del 14% circa, riducendo gli inventari mondiali dei distributori e della società del 13% circa.

Risultati finanziari del settore macchinari per il quarto trimestre. Le vendite nette per il quarto trimestre relativamente ai macchinari sono state di 2,8 miliardi di USD, in confronto ai 2,7 miliardi dello stesso periodo del 2003. Al netto delle variazioni monetarie, le vendite sono salite dell'1% in confronto allo stesso periodo dell'anno precedente. Lo smaltimento della società, principalmente per quanto riguarda i macchinari agricoli, è stato parzialmente compensato dalla migliore realizzazione in materia di prezzi.

Il margine lordo sui macchinari CNH per il quarto trimestre (vendite nette di macchinari meno costo delle merci vendute) è aumentato da un anno all'altro di 48 milioni di USD, equivalenti a un punto percentuale, principalmente grazie alla forza della divisione societaria macchinari movimento terra in Nord America, mentre il margine lordo della divisione macchinari agricoli della società è sceso leggermente nel trimestre. La migliorata realizzazione di prezzo e la congiuntura monetaria favorevole sono stati compensati da un'economia sfavorevole, compresi gli aumenti nei costi dell'acciaio, e l'abbassamento del volume e del mix. Il margine lordo dei macchinari movimento terra è aumentato nel trimestre man mano che i prezzi superiori, il volume e il mix e i risparmi risultanti dalla razionalizzazione produttiva della società hanno più che compensato l'economia sfavorevole. Anche se la domanda di macchinari movimento terra è scesa del 14% nel trimestre, la produzione è aumentata del 20% circa, in confronto al quarto trimestre del 2003, sospinta dai maggiori volumi del settore.

CNH definisce il margine operativo di settore come vendite nette, costi netti delle merci vendute, SG&A e costi di ricerca e sviluppo. In totale, il margine operativo di settore per il quarto trimestre della società di 100 milioni di USD è stato all'incirca lo stesso del quarto trimestre del 2003, nonostante i volumi più bassi sospinti dallo smaltimento generale dell'inventario della società e dei distributori.

Risultati finanziari del settore macchinari per l'intero anno. Le vendite nette di macchinari per tutto l'anno 2004 sono salite a 11,5 miliardi di USD, il 15% in più rispetto ai 10,1 miliardi del medesimo periodo del 2003. Al netto delle variazioni monetarie, le vendite sono salite del 9%. Il dettaglio regionale delle vendite, al netto della moneta, vede una crescita del 24% nelle Americhe e del 2% nel Resto del Mondo, mentre le vendite in Europa Occidentale sono calate del 6% circa. Nel mondo, oltre all'impatto monetario, le vendite sono salite principalmente grazie al miglior volume e al miglior mix, alla migliorata realizzazione dei prezzi e ai nuovi prodotti.

Il margine lordo per l'intero anno rispetti ai macchinari è aumentato in un anno di 1,76 miliardi di USD, corrispondenti al 15,3% delle vendite nette, mentre il dato precedente era di 1,48 miliardi di USD (14,7%), principalmente grazie alla forza delle divisioni macchinari agricoli e macchinari movimento terra nelle Americhe. Il margine lordo della società per quanto concerne la divisione macchinari agricoli è aumentato in dollari ma rimasto uguale a livello percentuale delle vendite nette in confronto al 2003. I prezzi superiori, la moneta favorevole e il volume più alto compensano l'economia sfavorevole, in particolare gli alti costi dell'acciaio. I miglioramenti in Nord America sono stati compensati dal declino in Europa, dove le condizioni competitive non hanno consentito un aumento sufficiente dei prezzi per recuperare l'aumento del prezzo dell'acciaio e gli altri fattori economici. La produzione di macchinari agricoli, per l'anno intero, è stata leggermente al di sotto del livello di vendita delle unità al dettaglio.

I risultati dei macchinari movimento terra sono significativamente migliorati nel 2004, dato che il margine lordo è salito sia in dollari che su base percentuale delle vendite, avvicinandosi a un livello più accettabile. La migliore realizzazione di prezzi, volume e mix, e l'impatto delle azioni di razionalizzazione produttiva della società hanno più che compensato l'aumento dei costi dell'acciaio e gli altri fattori economici. La produzione di macchinari movimento terra, per l'anno intero, è risultata essere allo stesso livello di vendita delle unità al dettaglio.

Le iniziative volte a migliorare i guadagni di CNH hanno generato un risparmio approssimativo di 165 milioni di USD nel 2004, il quale è venuto dall'impronta produttiva e dalle azioni di efficienza nonché dalla riduzione dei costi dei materiali, con l'eccezione dell'acciaio. I maggiori costi dell'acciaio (circa 160 milioni di USD) sono stati parzialmente compensati dal sovrapprezzo sull'acciaio, ammontando così a un costo incrementale per l'anno intero di circa 50 milioni di USD. I nuovi prodotti hanno dato un eccezionale contributo all'incremento del profitto, per un totale annuale di circa 30 milioni di USD.

Per l'anno completo, i costi SG&A sono stati l'8,0% delle vendite nette, in confronto all'8,3% delle vendite nette nel 2003. Il totale dei dipendenti salariati al 31 Dicembre 2004 era circa il 3% inferiore al 31 Dicembre 2003.

Nel 2004, il margine operativo di settore di CNH è salito a 567 milioni di USD (4,9%) di vendite nette, in confronto ai 381 milioni (3,8%) di vendite nette nel 2003. L'aumento come percentuale delle vendite nette si è dovuto principalmente ai miglioramenti nelle operazioni relative ai macchinari movimento terra della società.

Per il 2004, l'EBITDA regolato della divisione Macchinari di CNH è stato di 687 milioni di USD, corrispondente al 6,0% delle vendite nette, in confronto a 501 milioni di USD (5,0% delle vendite nette) dell'anno precedente. La copertura degli interessi è stata di 2,9 volte per l'intero anno 2004, in confronto alle 2,1 volte dell'anno precedente.

Servizi finanziari del settore macchinari per il quarto trimestre. Nel quarto trimestre del 2004, il Capitale CNH ha riportato un reddito netto di 55 milioni di USD, in confronto ai 36 milioni dello stesso periodo dell'anno precedente. Il miglioramento è stato dovuto principalmente ad accantonamenti inferiori da un anno all'altro per quanto riguarda le perdite dovute ai prestiti.

Servizi finanziari del settore macchinari per l'intero anno. Il reddito del capitale netto CNH è salito a 159 milioni di USD nel 2004, in confronto ai 93 milioni del 2003. Questo significativo aumento dei risultati relativi al capitale netto CNH riflette il miglioramento degli spread sui titoli della società garantiti da attività della società nonché margini migliorati. I continui miglioramenti nella qualità del portfolio sono risultati in un declino stabile nei tassi dei debiti scaduti e delle morosità nel core business del capitale CNH e nei minori accantonamenti per le perdite dovute ai prestiti per l'anno. Il totale del portfolio alla fine dell'anno 2004 è aumentato del 6% rispetto al livello del 31 Dicembre 2003.

Bilancio. Il debito netto della divisione Macchinari è stato di 1,3 miliardi di USD al 31 Dicembre 2004, in confronto a 1,9 miliardi di USD al 31 Dicembre 2003. Il declino da un anno all'altro del debito netto riflette principalmente i minori livelli di capitale di esercizio.

Il capitale di esercizio della divisione Macchinari, al netto delle variazioni monetarie, è stato inferiore all'incirca di 642 milioni di USD al 31 Dicembre 2004 rispetto al 31 Dicembre 2003. Il declino di 642 milioni di USD include l'impatto da 466 milioni alla fine dell'anno del programma europeo di conversione in titoli di CNH, iniziato nel terso trimestre del 2004, e la liquidazione precoce di un credito non operativo europeo di circa 190 milioni di USD, nel quarto trimestre 2004. Nel 2004, a livelli monetari costanti, l'inventario è calato all'incirca di 85 milioni di USD, e i debiti verso terze parti sono diminuiti di circa 58 milioni di USD, mentre l'impatto del capitale di esercizio netto dei crediti e dei debiti intersegmento è aumento di 97 milioni di USD. La riduzione dell'inventario per l'anno di 85 milioni di USD è stata raggiunta grazie alle azioni di smaltimento del quarto trimestre.

Come annunciato in precedenza, CNH ha contribuito con 155 milioni di USD al proprio piano previdenziale statunitense nel corso del 2004. In totale, la divisione Macchinari della società ha generato all'incirca 879 milioni di USD in contanti da attività operative, coprendo i 179 milioni di spese di capitale della società sostenute nel corso dell'anno, con il saldo usato principalmente per ridurre il debito netto.

I Servizi finanziari hanno aumentato il proprio debito netto a 3,6 miliardi di USD al 31 Dicembre 2004 dai 3,2 miliardi di USD del 31 Dicembre 2003, supportando il proprio maggior portfolio 'on-book' di contratti di finanziamento al dettaglio. I livelli superiori alla fine dell'anno di attività di emissione nelle aziende nordamericane della società sono stati i motori principali dell'aumento del portfolio, al netto delle variazioni monetarie. Nel corso del trimestre, il Capitale CNH ha ripagato una linea di credito bancario in maturazione di 500 milioni di USD.

Fondi pensione e obbligazioni. Per il 2004, i piani pensione di CNH negli USA e nel Regno Unito hanno tratto vantaggio dai ritorni sulle maggiori risorse rispetto alle previsioni di CNH e anche dal contributo di 155 milioni di USD proveniente dal piano USA. Gli sviluppi favorevoli delle risorse del piano sono stati compensati dalle diminuzioni nelle previsioni dei tassi di sconto, risultanti in valutazioni delle obbligazioni superiori. Come risultato, la responsabilità previdenziale minima di CNH è aumentata di 122 milioni di USD, risultando in un capitale netto di circa 64 milioni di USD al netto delle imposte. Per il 2005, CNH prevede che i costi previdenziali e sanitari per i dipendenti attivi e per quelli in pensione siano all'incirca gli stessi del 2004. Inoltre, nel 2005 CNH prevede di contribuire all'incirca con 90 milioni di USD al proprio fondo previdenziale USA.

Previsioni del mercato dei macchinari agricoli per il 2005. CNH prevede che nel 2005 le vendite di unità per il settore mondiale rimarranno ai livelli del 2004. In Nord America, si prevede che il totale delle vendite di unità del settore aumenti all'incirca del 5%, con un possibile rallentamento delle vendite di unità nella seconda metà dell'anno. Le vendite generali di unità del settore in Europa rimarranno allo stesso livello o diminuiranno leggermente. In America Latina, dopo un 2004 molto forte, le vendite di unità del settore dei macchinari agricoli dovrebbero scendere all'incirca del 20%.

In Nord America, si stima che resteranno forti le vendite di trattori e mietitrebbie per il primo trimestre. In Europa Occidentale, si prevede che l'implementazione del nuovo sistema agricolo, che dissocia i versamenti agli agricoltori dalla produzione, creerà incertezza in quei mercati, con i volumi di trattori e mietitrebbie che scenderanno fino al 5% in meno.

In America Latina, si stima che le vendite del settore per quanto riguarda i trattori scenderanno del 10% nel trimestre, mentre le vendite di mietitrebbie si prevede caleranno di circa il 30% dall'elevato livello del 2004. Il mercato brasiliano delle mietitrebbie nel primo trimestre dell'anno precedente era salito all'incirca del 70% dal primo trimestre del 2003 man mano che l'aumento dei prezzi dei raccolti per gli agricoltori brasiliani aveva potenziato il loro reddito. In seguito al declino dei prezzi dei beni di consumo e ai cambiamenti dei tassi di cambio da allora, prevediamo che le vendite di mietitrebbie nel primo trimestre del 2005 torneranno agli stessi livelli del primo trimestre del 2003.

Previsione per il mercato dei macchinari movimento terra per il 2005. CNH prevede che le vendite di unità nel settore mondiale dei macchinari movimento terra leggeri per il 2005 saliranno probabilmente fino al 5% in più, con una crescita delle vendite in Nord America del 5%. Si prevedono aumenti fino al 5%, Europa Occidentale e in America Latina. Si prevede che e vendite di unità nel settore nei mercati del Resto del Mondo siano destinate a calare.

Per i macchinari movimento terra pesanti, si prevede che nel corso dell'anno il mercato mondiale sia stabile oppure cali per un massimo del 5%, in unità. Sebbene vi siano marcate differenze tra le vendite di unità nelle diverse regioni geografiche, in Nord America queste dovrebbero salire del 5% circa, mentre si stima che il mercato in Europa Occidentale rimanga stabile in confronto al 2004. Le vendite di unità nel Resto del Mondo dovrebbero scendere in confronto al 2004.

Nel primo trimestre 2005, si prevede che le vendite mondiali di unità nel settore dei macchinari leggeri siano più forti di quanto contemplato dalla previsione per l'intero anno. Le vendite di unità in Nord America dovrebbero salire del 15%, del 5%-10% in Europa Occidentale e circa del 25% in America Latina. Le vendite di unità nel Resto del Mondo si prevede invece che caleranno.

Le vendite di macchinari movimento terra pesanti nel primo trimestre 2005, si prevede che saranno più forti del profilo annuale previsto anche per le Americhe e l'Europa Occidentale. Le vendite di unità dovrebbero salire di circa il 15% in Nord America, del 20% circa in America Latina, e rimanere stabili in Europa Occidentale. Si stima che le vendite di unità nel Resto del Mondo, però, scenderanno del 30% circa dato che non si prevede che il mercato in Cina ripeta la propria performance dell'anno scorso.

Nel Gennaio 2005, CNH ha iniziato a consolidare i propri marchi della famiglia macchinari da movimento terra New Holland in Europa e in America Latina, unificandoli in un unico marchio New Holland. La società si sta concentrando globalmente su due grandi marchi del settore: Case e New Holland. CNH prevede che, a lungo termine, questo consolidamento genererà un ulteriore ricavo incrementale, consentendo a CNH di fornire un migliore supporto ai propri rivenditori, rafforzare la rete dei rivenditori stessi e mettere a disposizione una gamma più ampia di prodotti. A breve termine, quest'azione potrebbe risultare in alcune regolazioni di della rete e della linea di prodotti e nell'aumento dei costi di assistenza.

Previsione di CNH per il 2005. Per l'intero anno 2005, CNH prevede che le vendite nette di macchinari aumenteranno del 5% circa. Ad ogni modo, la società ritiene che continuerà a dover affrontare costi più alti dei materiali all'inizio dell'anno, questioni di disponibilità per alcuni componenti e beni di consumo, e in generale una maggiore volatilità delle condizioni di mercato. CNH resta impegnata sul proprio obiettivo di generare 500 milioni di USD di efficienze nel periodo che va dal 2005 al 2007. Data la distribuzione delle operazioni di produzione mondiali di CNH e degli schemi di approvvigionamento globali, la società ritiene che i propri risultati netti non saranno esposti eccessivamente alle variazioni dei tassi monetari.

In totale, considerando tutti questi fattori, la società prevede che vi sarà un miglioramento del profitto da un anno all'altro corrispondente al 15% circa, a secondo delle condizioni del mercato e dell'evoluzione dei costi dei beni di consumo. Ad ogni modo, per il primo trimestre 2005, la società ritiene che il proprio reddito netto tolti i costi di ristrutturazione dovrebbe aggirarsi intorno al medesimo livello dell'anno scorso nonostante i recenti aumenti del costo dell'acciaio e la pianificata costruzione di un minor inventario, principalmente per le mietitrebbie nelle Americhe.

Il management di CNH terrà una conference call quest'oggi stesso per esaminare i risultati del quarto trimestre. La trasmissione webcast della conference call inizierà all'incirca alle 10:00 ora di New York. Sarà possibile accedere a questa conference call tramite la sezione informazioni per gli investitori del sito web della società, http://www.cnh.com; essa viene eseguita tramite CCBN.

CNH è la grande potenza al servizio delle marche leader di macchie per l'agricoltura e per le costruzioni dei gruppi appartenenti alle famiglie Case e New Holland. Con il supporto di oltre 12.000 concessionari in più di 160 paesi, CNH unisce l'esperienza e la tradizione delle proprie marche alla forza e alle risorse di un'organizzazione globale in campo commerciale, industriale, finanziario e di supporto al prodotto. Per ulteriori informazioni su CNH e sui suoi prodotti, visitate il sito http://www.cnh.com .

Dichiarazione favorevoli. Questo comunicato stampa comprende "dichiarazioni favorevoli" nei limiti della Legge Private Securities Litigation Reform Act del 1995. Tutte le dichiarazioni diverse da dichiarazioni pertinenti a fatti storici contenute in questo comunicato stampa, incluse le dichiarazioni relative alla nostra forza concorrenziale, alla strategia aziendale, alla posizione finanziaria futura, ai budget, ai costi previsti nonché ai piani e agli obiettivi gestionali sono da considerarsi dichiarazioni favorevoli. Tali dichiarazioni possono comprendere termini come "potrebbe", "sarà", "prevedere", "dovrebbe", "intendere", "stimare", "anticipare", "ritenere", "proseguire", "sulla scia" o terminologia simile.

Le nostre previsioni si basano in massima parte sulla nostra interpretazione di quelli che consideriamo assunti economici e coinvolgono rischi e incertezze che potrebbero far sì che i risultati reali siano differenti. La produzione dei raccolti e i prezzi dei beni di consumo sono fortemente influenzati dal tempo atmosferico e possono fluttuare in maniera significativa. La costruzione di alloggi e altri progetti è sensibile ai tassi di interesse a alle spese governative. Alcuni degli altri fattori significativi per noi includono le condizioni di mercato generali e dei capitali, la natura ciclica del nostro business, gli schemi d'acquisto e le preferenze della clientela, i movimenti dei tassi di cambio monetario stranieri, le nostre pratiche di compravendita, l'accesso nostro e della clientela al credito, azioni da parte di agenzie di rating relative ai rating del nostro debito e alle emissioni garantite da attività nonché ai rating di Fiat S.p.A., incertezze politiche e rivolte civili o guerre in varie parti del mondo, i prezzi, le iniziative relative ai prodotti e altre azioni intraprese dalla concorrenza, capacità produttive disattese, livello eccessivi d'inventario, l'effetto di cambiamenti legali e normativi (compresi sussidi governativi e normative sul commercio internazionale), difficoltà tecnologiche, i risultati delle nostre attività di ricerca e sviluppo, le modifiche nelle leggi ambientali, i rapporti coi dipendenti e con i sindacati, i costi previdenziali e sanitari, i prezzi energetici, il valore dei beni patrimoniali, le malattie animali, le malattie delle piante, il rendimento dei raccolti, i programmi agricoli dei governi e la fiducia dei consumatori, l'avvio di attività di alloggio e costruzione, le preoccupazioni relative agli organismi geneticamente modificati e i costi di carburante e fertilizzanti. Inoltre, il nostro raggiungimento dei vantaggi previsti dalle nostre iniziative di miglioramento dei guadagni dipende, fra le altre cose, dai volumi industriali oltre che dalla nostra capacità di razionalizzare efficacemente le operazioni oltre che di mettere in atto la nostra strategia di marchio duale. Ulteriori informazioni relative ai fattori che potrebbero influire significativamente sui risultati previsti sono incluse nel nostro Modulo 20-F per l'anno terminato il 31 Dicembre 2003.

Non diamo alcuna assicurazione che le aspettative riflesse nelle nostre dichiarazioni favorevoli si dimostreranno corrette. I nostri risultati reali potrebbero differire materialmente da quelli previsti in queste dichiarazioni favorevoli. Tutte le dichiarazioni favorevoli scritte e orali a noi attribuibili sono espressamente qualificate nella loro interezza dai fattori che noi riveliamo poter essere causa del fatto che i nostri risultati reali differiscano dalle nostre aspettative. Non ci assumiamo alcun obbligo di aggiornare o rivedere pubblicamente le nostre dichiarazioni favorevoli.

    
    Tutte le cifre sono in dollari USA

                                 CNH GLOBAL N.V.
                       DATI FINANZIARI SELEZIONATI CONSOLIDATI
                      (Milioni, eccetto per i dati delle azioni)
                                   (Non revisionato)

                                           31 Dicembre        31 Dicembre
                                              2004                2003
    
    BILANCI

    Beni totali                            $18.903              $18.661  
    Debito a breve termine                 $ 2.057              $ 2.110  
    Debito a lungo termine, comprese 
    scadenze correnti                      $ 4.906              $ 4.886  
    Passività totali                       $13.874              $13.787  
    Capitale netto                         $ 5.029              $ 4.874  

                                            Tre mesi
                                            terminati        anni terminati
                                            31 Dicembre      31 Dicembre
                                           2004    2003     2004     2003
    
    CONTO ECONOMICO
    
    Ricavi:
       Vendite nette                       $2.831  $2.683  $11.545  $10.069
       Redditi finanziari e interessi         170     175      634      597
       Ricavi totali                       $3.001  $2.858  $12.179  $10.666
    Redditi (perdite) netti                   $26   $(111)    $125    $(157)
    Dati per azione:
       Guadagni (perdite) di base 
       per azione                          $0,19  $(0,84)   $0,94    $(1,19)
       Guadagni (perdite) diluiti 
       per azione                          $0,11  $(0,84)   $0,54    $(1,19)


                                                            Anni terminati
                                                             31 Dicembre
                                                        2004          2003
    FLUSSI CONTO ECONOMICO
    
    Contante netto da attività operative                $401          $604   
    Contante netto da attività d'investimento            (44)          (73)  
    Contante netto da attività di finanziamento         (277)         (538)  
    Altro netto                                           58           100   
    Aumento (diminuzione) di contantied equivalenti       138        1.169   
    Contanti ed equivalenti, inizio dell'anno            1,944         775
    Contanti ed equivalenti, fine dell'anno            $2.082       $1.944     


    Per un set completo delle dichiarazioni finanziarie consolidate e 
    condensate di CNH, visitare il sito http://www.cnh.com .

Sito web: http://www.cnh.com

FONTE CNH Global N.V.