Dalle celle a biocombustibile agli sviluppi nel campo del riconoscimento vocale: a Praga il Premio EURYI presenta il futuro delle scienze europee

13 Ott, 2006, 09:00 BST Da European Science Foundation

STRASBURGO, Francia, October 13 /PRNewswire/ -- I giovani scienziati più dotati e creativi d'Europa si riuniscono a Praga il 13 ottobre 2006 per ricevere un riconoscimento per il loro potenziale nel plasmare il futuro della ricerca scientifica europea e per le loro ricerche innovative, che spaziano dalle applicazioni per il riconoscimento vocale alla cella a biocombustibile vivo più piccola del mondo.

Venticinque giovani ricercatori di tutta Europa si danno appuntamento oggi nella Repubblica Ceca in occasione della cerimonia del terzo Premio EURYI (European Young Investigator Award). I giovani riceveranno un diploma e fino a 1.250.000 Euro di finanziamento per progetti di ricerca che potenzialmente avranno un significativo impatto sulla vita quotidiana di tutti noi.

L'EURYI, coordinato dalla European Science Foundation (Fondazione Scientifica Europea) su mandato di EuroHORCs (European Heads of Research Councils), assegna a questi giovani ricercatori premi da 897.500 a 1.250.000 Euro, paragonabili a quelli conferiti dal Premio Nobel. Il più giovane dei ricercatori del gruppo ha 30 anni.

"Coltivare le scoperte scientifiche più innovative d'Europa è da sempre lo scopo principale dell'ESF e il Premio EURYI è diventato il veicolo perfetto per la realizzazione di questo scopo," ha commentato il Professor Bertil Andersson, Amministratore Delegato dell'ESF. "Il premio significa anche che questi giovani ricercatori avranno la possibilità di continuare a lavorare nell'ambito della ricerca scientifica."

Il primo Bando del programma, pubblicato nel settembre 2003, ha portato all'assegnazione di 25 premi nel luglio 2004 e altri 25 premi sono stati assegnati nel 2005 con il secondo Bando. Al momento l'ESF sta accettando le domande per il quarto Bando del programma.

L'elenco dei vincitori del 2006 comprende ricercatori che avranno sede di ricerca in 11 paesi diversi: Danimarca (2), Finlandia (1), Francia (4), Germania (5), Grecia (1), Ungheria (1), Italia (2), Paesi Bassi (5), Spagna (1), Svezia (2) e Svizzera (1).

I Premi EURYI sono offerti da 20 enti di ricerca nazionali europei e vengono assegnati tramite un concorso aperto, senza il principio del "juste retour" (ovvero non in base alla quota di partecipazione al programma). I candidati vengono selezionati sulla base del loro potenziale futuro e della loro eccellenza accademica e di ricerca. Nell'anno in corso la competizione è stata durissima, sono state presentate ben 457 domande.

I candidati sono selezionati con un processo a due fasi successive, la prima fase, a livello nazionale, viene gestita dagli enti partecipanti di ciascun paese e la seconda, a livello internazionale, da commissioni scientifiche di altissimo livello gestite direttamente dall'ESF.

Per scaricare le immagini dell'evento, a partire dalla serata di venerdì 13 ottobre 2006, visitare la pagina Web http://www.esf.org/esf_pressarea_home.php?language=0&section=6

FONTE European Science Foundation