È necessaria maggiore collaborazione a livello nazionale e pan-europeo tra provider e responsabili delle politiche per migliorare la resilienza delle reti di comunicazione pubbliche

22 Apr , 2009, 08:30 BST Da ENISA - European Network and Information Security Agency

HERAKLION, Grecia, April 22 /PRNewswire/ --

- ENISA, agenzia dell'UE, presenta la prima relazione contenente un'ampia analisi europea delle politiche nazionali e delle normative sulla resilienza delle reti di comunicazione pubbliche

La relazione analizza regole, politiche e pratiche sviluppate e impiegate dagli stati membri dell'UE e dai paesi EFTA al fine di migliorare la resilienza delle reti di comunicazione e fornisce eccellenti consigli, specifici del settore, sia ai responsabili a livello decisionale che ai responsabili delle politiche. La relazione termina con una lista di buone pratiche riconosciute nel settore. Lo studio è stato condotto nell'ambito del programma ENISA sulla resilienza delle reti di comunicazione pubblica.

    
    La relazione suggerisce di adottare le seguenti misure:

    - gli stati membri dovrebbero servirsi di strumenti di soft-law (ad es.
    buone pratiche e consigli) come mezzi per intervenire nel mercato

    - gli stati membri dovrebbero procedere alla semplificazione e
    armonizzazione delle competenze (capacità, possibilità) e dei compiti
    delle relative autorità nazionali

    - gli stati membri dovrebbero sviluppare e implementare un
    processo integrato e olistico di gestione nazionale del rischio

    - gli stati membri dovrebbero valutare il livello di
    rispetto da parte degli operatori delle misure di precauzione

    - ogni stato membro deve stabilire un CERT nazionale

    - gli stati membri hanno manifestato la necessità di maggiore assistenza
    in fatto di buone pratiche relative alle questioni emergenti sulle
    politiche (ad es. scambi di informazioni sicure, segnalazione di
    incidenti informatici, esercizi)

    - la Commissione Europea dovrebbe sviluppare e
    implementare una strategia pan-europea coerente basata sulle esperienze
    degli stati membri

Il Direttore generale dell'ENISA, Andrea Pirotti, ha affermato:

"Questo lavoro rafforza l'impegno degli stati membri a discutere la questione e a cooperare in maniera più strutturata. ENISA risponde adeguatamente alle esigenze degli stati membri sviluppando buone pratiche sulla condivisione delle informazioni, sulla segnalazione di incidenti informatici e sugli esercizi".

Tali risultati rappresentano la base dei contributi di ENISA alla strategia della Commissione Europea (o UE) sulla protezione delle infrastrutture critiche dell'informazione (CIIP). (http://ec.europa.eu/information_society/policy/nis/strategy/activities/ciip/index_en.htm)

Tale strategia sviluppa ulteriormente alcuni di questi consigli e Richiede il ruolo attivo di ENISA in numerose aree di fondamentale importanza.

(A causa della lentezza dell'URL, potrebbe essere necessario copiare e incollare questo collegamento ipertestuale nella barra di ricerca indirizzi del proprio browser. Eliminare gli spazi se presenti.)

http://www.enisa.europa.eu

Relazione completa: http://enisa.europa.eu/doc/pdf/deliverables/enisa_resilience_policies.pdf

Domande frequenti: http://enisa.europa.eu/doc/pdf/faq_resilience_policies.pdf

FONTE ENISA - European Network and Information Security Agency