"È necessario un nuovo modo di pensare di fronte alla crisi economica"

24 Apr , 2009, 10:00 BST Da International Transport Forum

PARIGI e BERLINO, April 24 /PRNewswire/ --

- Presentazione del programma dell'International Transport Forum 2009, il più grande convegno mondiale del settore dei trasporti, che vedrà riuniti a Lipsia 52 Ministri ed alti dirigenti industriali

"Tempi difficili richiedono un nuovo modo di pensare", ha detto il segretario generale dell'International Transport Forum (ITF) Jack Short venerdì a Berlino, "perché davanti all'attuale depressione economica mondiale, il settore dei trasporti sta affrontando grandi sfide." Tuttavia, ha aggiunto Short, vi sono al tempo stesso occasioni per un cambiamento sostenibile. Insieme al Ministro tedesco dei Trasporti Wolfgang Tiefensee e al Ministro dei trasporti turco Binali Yildirim, il segretario generale ha presentato il programma dell'International Transport Forum di quest'anno, che avrà luogo a Lipsia dal 26 al 29 maggio 2009 con il tema "Trasporto per un'economia mondiale: sfide e opportunità in tempo di crisi economica."

Il Ministro Tiefensee ha sottolineato: "Il mondo globalizzato in particolare richiede collegamento e cooperazione fra gli Stati. La crisi finanziaria ha reso chiara e in modo allarmante questa esigenza. La presente crisi economica si traduce in tariffe di trasporto in picchiata, ripercuotendosi negativamente sulla precedente crescita e successo del settore trasporti e logistica. L'International Transport Forum offre un'occasione unica al settore dei trasporti per discutere concetti per un'azione positiva. Questo perché non vogliamo essere guidati dai cambiamenti, ma vogliamo trasformarli collaborando tutti insieme."

Come presidente del Forum 2009, il Ministro dei trasporti turco

Binali Yildirim è venuto a Berlino. "Non vi è dubbio che il trasporto è un componente chiave dell'economia globale, è uno dei settori più gravemente colpito dall'attuale crisi. Così International Transport Forum, dobbiamo imparare dalla crisi in corso, e servire da guida al nostro settore nel pensare, decidere e attuare le misure necessarie per superare le difficoltà attuali. Come presidente del prossimo Forum, che vedrà riuniti tutti i protagonisti del settore trasporti con chi prende le decisioni, crediamo che sia un'occasione giusta al momento giusto per trovarci tutti insieme impegnati verso soluzioni contro questa crisi," ha sostenuto il Ministro Yildirim. Tuttavia, malgrado il contesto difficile, vi sono anche nuove possibilità per un'azione positiva, ha aggiunto Short. "La rivitalizzazione del commercio internazionale è certa: la domanda non è "se", ma "come" e "quando"?"

Per affrontare e risolvere la situazione, le autorità di governo stanno dappertutto impiegando strumenti che inneschino un processo di ripresa, molti dei quali già mostrano risultati provvisori nelle economie nazionali. "Il settore dei trasporti può svolgere, e svolgerà, un ruolo importante in questi pacchetti di stimolo alle economie," il segretario generale, il Ministro tedesco e il presidente dell'ITF ne sono di ciò convinti. "Al tempo stesso, provvedimenti intesi ad accelerare la ripresa economica devono assicurare un incisivo nuovo modo di pensare per i programmi dei trasporti, per preparare la mobilità mondiale nel 21mo secolo." Un trasporto più efficiente può creare uno stimolo importante per la crescita economica e creare nuova fiducia nel futuro economico. Tuttavia, risposte protezionistiche e puramente nazionali rischiano a medio termine di accentuare il problema; le soluzioni devono essere trovate a livello internazionale. "Il Forum 2009 a Lipsia è un'occasione per fare parte di questo impegno cooperativo verso il cambiamento."

Insieme ai Ministri dei paesi membri, l'economista e scrittore Jacques Attali e il vicepresidente della Commissione Europea Antonio Tajani saranno keynote speakers a Lipsia. Fra gli altri partecipanti che prenderanno parte attiva nei dibattiti e nei workshop vi saranno gli amministratori delegati Peter Bakker, TNT; Tim Clark, Emirates; Stelios Hagji-Ioannou, Easyjet; Joachim Hunold, Air Berlin; Leif Ostling, Scania; Scott Price, DHL Europe e Ron Widdows, NOL.

Piattaforma originale per un pensiero strategico sul ruolo essenziale svolto dal trasporto, oggi come in futuro, l'International Transport Forum è una piattaforma mondiale di diversi governi nazionali che attualmente riunisce 52 Ministri. Insieme a rappresentanti di rilievo di governi, del settore e della comunità scientifica, il Forum 2009 è un'occasione per prendere in esame alcune delle questioni più urgenti poste dai recenti, volatili sviluppi mondiali.

Per l'iscrizione al Forum ed altre informazioni, visitare http://www.internationaltransportforum.org/2009

Contatto: Michael Zirpel, Direttore di Comunicazioni, International

Transport Forum, Tel. +33(0)1-45-24-9596, Assistente: Tel +33(0)1-45-24-95-88 - Fax. +33(0)1-45-24-13-22, michael.zirpel@oecd.org

FONTE International Transport Forum