EAACI presenta l'atlante mondiale dell'asma

13 Giu, 2013, 13:00 BST Da EAACI - European Academy of Allergy and Clinical Immunology

ZURIGO, June 13, 2013 /PRNewswire/ --


Elaborato a cura di un gruppo internazionale di 80 esponenti autorevoli nel campo dell'asma

  • Al giorno d'oggi, si contano 300 milioni di asmatici
  • Stando alle stime, entro il 2025 tale cifra raggiungerà quota 400 milioni
  • L'obiettivo dell'atlante mondiale dell'asma è quello di fornire una piattaforma di programmazione strategica per tale malattia in modo tale da integrare ricerca, formazione e politiche internazionali a vari livelli

L'asma rappresenta un grave problema di salute pubblica di cui soffrono 300 milioni di pazienti in tutto il mondo. Prevalenza e impatto sono in aumento in modo particolare nelle aree urbanizzate con relativa espansione in tutto il mondo, dati i mutamenti concernenti l'ambiente e lo stile di vita. A seguito dell'incremento previsto della popolazione urbana mondiale entro il 2025, stando alle stime, gli odierni soggetti asmatici aumenteranno di altri 100 milioni. L'asma diverrà, quindi, la malattia infantile cronica a maggiore prevalenza nonché una delle maggiori cause delle spese sanitarie.

     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20121012/567656-a )

Numerosi fattori di natura economica e politica incidono sull'efficacia nella prevenzione dell'asma tra cui la povertà, il livello scadente di istruzione e di infrastrutture, la scarsa priorità data alla salute pubblica e la mancanza di dati mondiali sicuri sulla mortalità riconducibile all'asma.

Per affrontare tale problema rilevante di salute mondiale, l'Accademia Europea di Allergologia e Immunologia Clinica (EAACI come da sigla in inglese) ha deciso di pubblicare un "Atlante mondiale dell'asma" allo scopo di fornire una piattaforma di programmazione strategica per l'asma da vari punti di vista in modo tale da integrare ricerca, formazione e politiche internazionali. Si intende, infatti, raccogliere prove che richiamino l'attenzione sulla rilevanza dell'asma, conferirle un maggior riconoscimento e, quindi, un'alta priorità nell'ambito delle strategie sanitarie nazionali, dimostrare il bisogno di incrementarne le ricerche, valutare i modi migliori di prevenzione e di controllo di tale malattia, offrire consulenza su come superare gli ostacoli e mettere in guardia gli organismi politici per poter garantire un approccio veramente mondiale in merito a tale malattia.

"L'atlante mondiale dell'asma", elaborato a cura di un gruppo internazionale di 80 esponenti autorevoli in fatto di asma, comprende 147 illustrazioni e 46 tabelle.

Il Prof. Cezmi Akdis, Presidente dell'EAACI, ritiene che "l'atlante" diverrà una fonte di consultazione essenziale e prenderà in esame tutti gli aspetti dell'asma, dall'epidemiologia, dai meccanismi e dai fattori di rischio e di protezione, fino alla cura, alla prevenzione e al controllo. Inoltre, fungerà da strumento pedagogico per gli studenti di medicina, per i medici di assistenza primaria, per gli addetti ai lavori associati del settore sanitario, per le associazioni di pazienti, per i responsabili politici, per il settore sanitario e per gli specialisti che si occupano di asma e di altre comorbilità.

L'atlante mondiale dell'asma verrà presentato in occasione del Congresso mondiale su allergia e asma EAACI - WAO 2013 che si terrà a Milano dal 22 al 26 giugno 2013.

EAACI

L'Accademia Europea di Allergologia e Immunologia Clinica, EAACI, è un'organizzazione non-profit attiva nel campo delle malattie allergiche e immunologiche quali asma, rinite, eczema, allergie professionali, allergie alimentari e ai farmaci e anafilassi. EAACI è stata fondata nel 1956 a Firenze ed è diventata la più grande associazione medica in Europa nel settore dell'allergia e dell'immunologia clinica. Vanta oltre 7.800 membri provenienti da 121 Paesi nonché 42 Società nazionali di allergologia.

http://www.eaaci.org

FONTE EAACI - European Academy of Allergy and Clinical Immunology