"Ecco a voi il futuro": Hager Group all'Expo 2015

22 Mag, 2015, 09:43 BST Da Hager Group

BLIESKASTEL, Germania, May 22, 2015 /PRNewswire/ --

Ormai ci siamo: l'Esposizione universale 2015 ha aperto i battenti e Hager Group conferma la sua partecipazione sin dall'inizio. Da maggio a ottobre 2015, i 20 milioni di visitatori attesi avranno sei mesi di tempo per scoprire, a pochi chilometri dal cuore di Milano, idee e soluzioni per il mondo di domani.

Innovazioni per le energie rinnovabili 

Annoverato tra i principali partner dell'ARGE (il gruppo di lavoro del Padiglione Tedesco Expo Milano 2015), Hager Group ha fornito allo spazio dedicato alla Germania sistemi di distribuzione, interruttori e prese. La prova più tangibile del contributo di Hager Group è costituita da un futuristico sistema per lo stoccaggio dell'energia, che immagazzina in loco energia solare per approvvigionare il padiglione tedesco con energia rinnovabile. Hager Group ha già adottato una soluzione analoga per lo stoccaggio dell'energia nella propria sede di Blieskastel e in alcune abitazioni private nel Saarland. "In futuro i dispositivi per l'immagazzinamento dell'energia saranno un elemento fondamentale nel panorama delle fonti energetiche rinnovabili", dichiara Torsten Hager, esperto di sistemi per lo stoccaggio dell'energia di Hager Group. "I visitatori di Expo 2015 avranno pertanto l'opportunità di sperimentare direttamente in prima persona il futuro dell'approvvigionamento energetico".

Idee sostenibili per il mondo 

Grazie alle proprie innovazioni, Hager Group ben s'inserisce nel concept globale dell'Esposizione universale. "Feeding the Planet, Energy for Life" (Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita): questo il tema dell'Expo che darà risposte alle grandi domande sul futuro dell'alimentazione mondiale. In questo contesto, valori quali innovazione e sostenibilità avranno un ruolo determinante: sono gli stessi temi che rappresentano la forza motrice delle attività quotidiane di Hager Group. Non dimentichiamo che elettrotecnica ed Esposizioni universali vantano una lunga storia comune: fu proprio in occasione dell'Esposizione universale di Parigi del 1900 che si sperimentò, davanti a un pubblico stupito, l'impiego su vasta scala dell'elettricità.

Un fertile pianoro 

Il padiglione tedesco "Fields of Ideas" è stato concepito come un pianoro aperto e liberamente accessibile. Qui non si raccolgono grano e verdure, bensì innumerevoli idee proficue, ispirazioni ed energie. Elemento centrale dell'allestimento del padiglione sono delle piante stilizzate, "germogli di idee" che dall'esposizione si sviluppano in verticale verso il cielo. Nei tetti di foglie dei cosiddetti Solar Trees (alberi solari) sono incorporati dei moduli fotovoltaici, la cui energia solare viene catturata dal sistema di stoccaggio prodotto da Hager per poi essere utilizzata per l'illuminazione.

Il ministero federale tedesco dell'Economia e dell'Energia ha affidato la realizzazione del padiglione tedesco al gruppo di lavoro ARGE del Padiglione Tedesco come general contractor. Il concetto spaziale, l'architettura e il design generale è firmato dallo studio di architettura Schmidhuber Monaco. L'agenzia Milla & Partner di Stoccarda ha realizzato il design interno e il layout della mostra e dei media. Nüssli, una società di Roth vicino a Norimberga, è stata la responsabile della gestione del progetto e della costruzione. L'area espositiva offre non meno di 2700 mq (superficie totale: 4.900 mq) per accogliere circa 16.000 visitatori al giorno.

Nei sei mesi dell'Expo le centinaia di migliaia di visitatori familiarizzeranno con approcci sostenibili e tecnologie futuristiche nel campo energetico. E il "Field of Ideas" di Expo 2015 darà indubbiamente ottimi frutti.

- Cross reference: L'immagine è disponibile tramite epa european pressphoto agency (http://www.epa.eu) -

Per maggiori informazionihttp://www.hagergroup.com

Claire Freudenberger
+33-676-35-47-60
claire.freudenberger@hager.com

 

FONTE Hager Group