Eurand annuncia i risultati positivi di uno studio clinico di Fase III

15 Mag, 2007, 19:45 BST Da Eurand

MILANO e DAYTON, Ohio, May 15 /PRNewswire/ --

- La terapia della Società per la sostituzione degli enzimi pancreatici ha migliorato nettamente l'assorbimento di grasso e proteina durante i test clinici

Eurand, una società farmaceutica specialistica globale, oggi ha comunicato i dati di due test clinici di Fase III sul suo principale prodotto candidato, Zentase(TM), già EUR-1008, per il trattamento dell'insufficienza pancreatica esocrina. La Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha concesso una rapida approvazione di Zentase per il trattamento dell'insufficienza pancreatica esocrina. La Società intende presentare la domanda di approvazione FDA durante il secondo trimestre del 2007 per questa terapia, potenzialmente ottimale, di sostituzione degli enzimi pancreatici.

Zentase è una terapia di sostituzione degli enzimi pancreatici senza riempimento eccessivo, altamente stabile, di derivazione suina utilizzata per il trattamento dell'insufficienza pancreatica esocrina ed è stata progettata per soddisfare le indicazioni FDA per i prodotti di sostituzione degli enzimi pancreatici (1). Secondo la FDA, non è stato dimostrato che alcun prodotto per enzimi pancreatici (PEP) attualmente distribuito in commercio presenti una costante bioattività enzimatica che comporti effetti prevedibili in termini di sicurezza ed efficacia (2). Molti degli attuali prodotti enzimatici contengono un riempimento eccessivo per compensare l'instabilità dei prodotti durante il periodo di validità, il che può comportare variabilità nel dosaggio. Poiché è un prodotto altamente stabile, Zentase non richiede riempimento eccessivo. Attualmente non esiste alcun PEP approvato dalla FDA per il trattamento dell'insufficienza pancreatica esocrina sul mercato statunitense.

Ha dichiarato Gearoid Faherty, Presidente e Amministratore Delegato di Eurand: "Siamo entusiasti di presentare i risultati dei nostri studi di Fase III che supportano Zentase per l'intero spettro di pazienti affetti da fibrosi cistica che soffrono di insufficienza pancreatica esocrina, da quelli che necessitano di integrazioni limitate a quelli con deficienza enzimatica molto aggressiva".

Zentase ha soddisfatto tutti gli esiti primari e secondari in due test clinici di Fase III. Gli studi sono stati progettati per determinare se il prodotto candidato possa alleviare il grave malassorbimento associato ad insufficienza pancreatica esocrina in una popolazione pediatrica (di età inferiore a 7 anni) e meno giovane.

I risultati dello studio hanno mostrato un aumento, clinicamente e statisticamente significativo, nel coefficiente di assorbimento del grasso (coefficient of fat absorption, CFA) nei pazienti trattati con Zentase. La percentuale media di CFA nei pazienti che hanno ricevuto Zentase era dell'88,3% rispetto al 62,8% nei pazienti che hanno ricevuto placebo (p < 0,001). Le indicazioni di trattamento suggeriscono che il CFA dovrebbe essere di almeno l'85% nei pazienti affetti da fibrosi cistica (3).

Ha aggiunto Faherty: "I protocolli per questi test sono stati rivisti dalla FDA e sono stati sviluppati in collaborazione con la Cystic Fibrosis Foundation (CFF). Desideriamo ringraziare la CFF per il suo supporto".

Risultati dello studio chiave di Fase III

Questo studio cross-over randomizzato, in doppio cieco, controllato da placebo, ha valutato i pazienti affetti da fibrosi cistica con insufficienza pancreatica esocrina di almeno sette anni di età. I pazienti trattati con Zentase hanno mostrato un aumento statisticamente significativo nel coefficiente di assorbimento del grasso e nel coefficiente di assorbimento dell'azoto (coefficient of nitrogen absorption, CNA) rispetto a quelli che ricevono un placebo. Avevano anche meno sintomi associati alla compromissione dell'assorbimento, quali ad esempio ingrossamento, flatulenza, dolore e prove di presenza del grasso nelle feci.

Inoltre, in tutti i pazienti dello studio, indipendentemente dai livelli di partenza durante l'assunzione di placebo, Zentase ha riportato i livelli di assorbimento CFA e CNA agli intervalli considerati normali in pazienti sani. Riteniamo che ciò suggerisca che Zentase possa fornire il livello di integrazione enzimatica richiesto da pazienti affetti da fibrosi cistica con livelli diversi di insufficienza pancreatica esocrina.

Ha dichiarato il Dott. James E. Heubi, Professore e Presidente associato per la ricerca pediatrica clinica presso il Children's Hospital Medical Center di Cincinnati, OH (USA): "Ritengo che i risultati di questo test riuscito abbiano dimostrato l'efficacia e la sicurezza di Zentase. Durante lo studio, il livello di assorbimento del grasso ottenuto con Zentase era molto elevato e vicino ai livelli osservati in pazienti sani, anche senza l'utilizzo di inibitori delle pompe protoniche (proton pump inhibitor, PPI). Questo elevato assorbimento del grasso, che non si basa sui PPI, potrebbe ridurre in maniera significativa il numero di compresse che i pazienti assumono ogni giorno".

Risultati dello studio pediatrico di sostegno di Fase III

Questo studio in aperto su pazienti affetti da fibrosi cistica di età inferiore ai sette anni implicava un periodo di sette giorni per la stabilizzazione della dose, seguito da un periodo di trattamento di sette giorni. Lo studio ha valutato la percentuale di pazienti "che rispondono", ovvero quelli senza eccesso di grasso nelle feci e senza segni e sintomi di malassorbimento dopo una e due settimane di trattamento. Gli esiti secondari comprendevano cambiamento di peso, stato nutrizionale, frequenza e consistenza delle feci, incidenze di rigonfiamento, dolore e flatulenza nonché valutazione, da parte di un genitore o di un tutore, del miglioramento dei sintomi clinici.

Nello studio, i sintomi di malassorbimento erano significativamente minori alla fine del trattamento che allo screening, coerentemente col controllo dei sintomi di malassorbimento con Zentase nel test chiave di Fase III.

Insufficienza pancreatica esocrina e fibrosi cistica

L'insufficienza pancreatica esocrina è una deficienza degli enzimi digestivi normalmente prodotti dal pancreas. La deficienza comporta malnutrizione, crescita compromessa nei bambini e riduzione dell'aspettativa di vita. L'insufficienza pancreatica esocrina è comunemente associata alla fibrosi cistica e alla pancreatite cronica.

La fibrosi cistica interessa circa 30.000 persone negli Stati Uniti e 100.000 nel mondo. Circa il 90% di questi soggetti soffre di insufficienza pancreatica esocrina. Il trattamento con PEP contribuisce a sostituire gli enzimi persi per questa patologia. A parte la sostituzione degli enzimi, Eurand non è cosciente di alcun'altra terapia alternativa per insufficienza pancreatica esocrina.

Zentase

Zentase è una terapia di sostituzione degli enzimi pancreatici senza riempimento eccessivo, altamente stabile, di derivazione suina progettata per il trattamento dell'insufficienza pancreatica esocrina, una deficienza degli enzimi digestivi normalmente prodotti dal pancreas.

Zentase mima strettamente il profilo enzimatico delle normali secrezioni pancreatiche umane. Formulato con otto enzimi chiave e altri coenzimi e cofattori richiesti per la corretta digestione, Zentase è altamente stabile e non richiede alcun riempimento eccessivo del prodotto. Il prodotto è in corso di sviluppo in più dosaggi e in formulazione pediatrica, che può essere nebulizzato sugli alimenti per semplificarne la somministrazione ai bambini piccoli.

I risultati completi dei due test di Fase III saranno pubblicati in riviste sottoposte a revisione medica e presentati in prossimi convegni medici negli Stati Uniti e in Europa.

Informazioni su Eurand

Eurand è una società farmaceutica specialistica che sviluppa prodotti farmaceutici e biofarmaceutici avanzati basati sulle sue tecnologie proprietarie per la formulazione dei farmaci. Eurand ha ottenuto l'approvazione FDA per quattro dei suoi prodotti a partire dal 2000 e ha un elenco di prodotti candidati in fase di sviluppo per sé o per i suoi partner. Le piattaforme tecnologiche Eurand comprendono il miglioramento della biodisponibilità di farmaci scarsamente solubili, la formulazione a rilascio personalizzato, per la creazione del sapore e a dissoluzione rapida e la coniugazione dei farmaci.

Eurand è una società globale con strutture di ricerca, sviluppo e produzione a Milano, Dayton (Ohio, USA), Trieste e Parigi. Per maggiori informazioni, visitare il sito Web di Eurand all'indirizzo www.eurand.com.

Questo comunicato, nonché le dichiarazioni orali rilasciate relativamente alle informazioni in esso contenute, costituisce una dichiarazione di previsione del futuro. Tali dichiarazioni di previsione del futuro comprendono quelle che esprimono un piano, una previsione, un intento, un'eventualità, gli obiettivi, i target o lo sviluppo futuro e/o altrimenti non sono dichiarazioni di fatti storici. Tali dichiarazioni si basano sulle attuali aspettative della direzione e sono soggette a rischi e incertezze, note e ignote, che potrebbero far sì che gli effettivi risultati e sviluppi differiscano sostanzialmente da quelli espressi o impliciti in tali dichiarazioni.

    
    (1) Guidance for Industry Exocrine Pancreatic Insufficiency Drug Products
        -Submitting NDAs
        U.S. Department of Health and Human Services, Food and Drug
        Administration (FDA), Center for Drug Evaluation and Research (CDER),
        April 2006
    (2) Federal Register/ Vol. 69 No. 82. April 28, 2004
    (3) Littlewood, James M., and Susan P. Wolfe. "Control of Malabsorption
        in Cystic Fibrosis." Paediatric Drugs (2000; 2 : 205-22)

Sito Web: http://www.eurand.com

FONTE Eurand