Far East Energy annuncia aggiornamento al programma delle trivellazioni e i progressi compiuti verso la conclusione di un contratto per la vendita di gas

13 Apr , 2010, 20:09 BST Da Far East Energy Corporation

HOUSTON, April 13, 2010 /PRNewswire/ --

Far East Energy Corporation (simbolo fuori listino: FEEC) ha presentato oggi una sintesi delle trivellazioni attuali e completate di recente nel proprio Blocco di Shouyang, destinate ad aumentare la produzione di gas dalla propria area pilota 1H di Shouyang in preparazione delle vendite potenziali di gas nel secondo semestre del 2010. Far East presenta anche i propri piani a breve termine per l'esplorazione e lo sviluppo della parte settentrionale del Blocco di Shouyang oltre agli sviluppi recenti relativi all'accesso potenziale al gasdotto e alle vendite di gas per il secondo semestre del 2010.

La Società ha perforato 32 pozzi in totale nella parte settentrionale del Blocco di Shouyang nella provincia dello Shanxi, Cina. Sei di questi pozzi sono orizzontali, sette sono deviati o direzionali, e 19 sono pozzi verticali. 26 di questi pozzi sono stati trivellati nell'area pilota 1H. Questi 26 pozzi forniscono la produzione pilota da cui proviene la maggior parte della produzione di gas della Società, e quest'area è destinata ad espandersi in modo costante verso ovest e sud-ovest per aumentare la produzione in vista delle vendite di gas.

Sei dei pozzi trivellati a oggi nello Shouyang settentrionale, compresi i primi pozzi 2V e 2H, operano come pozzi di riferimento o "step-out" (soglia) per fornire maggiori informazioni relative all'estensione geografica della aree con elevata permeabilità/elevato contenuto di gas, sono stati trivellati diversi chilometri verso est, ovest e sud-ovest. Fino a questo momento tutti i pozzi di riferimento hanno evidenziato un livello di permeabilità dal buono all'eccellente, e in alcuni è già iniziata la produzione di gas. I risultati forniti dai pozzi di riferimento verranno analizzati al fine di identificare ulteriori aree possibili per le attività di trivellazione e produzione lungo la parte settentrionale del Blocco di Shouyang.

Si prevede che altri 14 pozzi saranno trivellati nel primo semestre del 2010, di cui cinque saranno trivellati nell'area pilota 1H, e nove saranno pozzi di riferimento per l'esplorazione. Si è già al lavoro per i cinque pozzi dell'area pilota o si è prossimi al loro inizio. Gli altri nove pozzi di riferimento porteranno a tredici il numero di pozzi di riferimento o "step-out" (soglia) trivellati nella parte settentrionale dello Shouyang per scopi esplorativi.

"Al completamento di questi pozzi di riferimento per l'esplorazione, avremo coperto una parte sostanziale dell'area settentrionale del nostro Blocco di Shouyang dal confine orientale a quello occidentale," ha dichiarato Michael R. McElwrath CEO e Presidente di Far East Energy. "In questo modo avremo ottenuto dati essenziali per semplificare la nostra individuazione e l'assegnazione della classificazione di alta qualità a quelle che riteniamo essere le migliori aree per i prossimi pilota. Fortunatamente, nei pozzi "step-out" (soglia) trivellati a oggi, stiamo trovando quella che sembra una permeabilità migliore di quanto normalmente si trova nel gas minerale della Cina."

In aggiunta a questo aggressivo programma di trivellazioni per il primo semestre del 2010, ci sono in programma circa 25 pozzi che saranno "stimolati" per frattura a partire dalla fine di marzo fino alla fine luglio. Tredici di questi pozzi saranno trivellati nell'area pilota 1H, compresi quattro pozzi esistenti nell'area pilota che saranno "stimolati di nuovo". Dodici sono pozzi di riferimento. Tutti saranno "stimolati" per frattura utilizzando metodi ottimizzati sviluppati da Far East nel corso del proprio Programma di lavoro 2009, metodi che comprendo l'uso di sabbia rivestita di resina per migliorare la stabilità e la durata delle fratture. I risultati della produzione determinati da questi sforzi si dovrebbero concretizzare nei prossimi mesi.

A oggi, i pozzi dell'area pilota 1H, oltre ai pozzi di riferimenti trivellati a intervalli dai 4 ai 6 chilometri a sud e a ovest dell'area pilota 1H hanno evidenziato livelli di permeabilità che variano da 10 millidarcy (md) a più di 100md. Pertanto, la Società ritiene che l'elevata permeabilità stimata nell'area pilota 1H e nei pozzi di riferimento, unita ad un elevato contenuto di gas in generale, indica in via preliminare un'area molto promettente per quanto riguarda la produzione di gas, decisamente in contrasto con i tassi tipici di permeabilità in Cina.

È raro trovare elevata permeabilità e un elevato contenuto di gas nello stesso carbone. Il Bacino di San Juan è generalmente considerato il bacino più prolifico per la produzione di metano minerale ed è un esempio di quello che può accadere quando si trovano insieme elevata permeabilità e un elevato contenuto di gas insieme a un controllo sinergico geologico e idrologico.

Far East sta discutendo il prelievo e le vendite potenziali di gas prodotto dall'area pilota 1H. Non si è ancora arrivati a contratti definitivi, e tutte le vendite di gas saranno trattate da Far East e dal suo partner, China United Coalbed Methane (CUCBM). Far East aveva già rivelato che due società di gasdotti stanno programmando il passaggio di due gasdotti con un diametro di circa 18 pollici nell'area vicina all'area pilota 1H di Shouyang. Uno di questi gasdotti è già in fase avanzata e il percorso è stato modificato in modo da passare in una zona da uno a due chilometri dall'area pilota 1H entro luglio 2010. La seconda società concorrente di gasdotti ha dichiarato di avere ottenuto l'approvazione per realizzare un gasdotto verso la città di Shouyang che si trova a circa 15 chilometri, e desidera avviare discussioni per poter far passare tale gasdotto attraverso la nostra area pilota di Shouyang per poi raggiungere Taiyuan, la capitale della provincia dello Shanxi che conta una popolazione di circa 4 milioni di abitanti. Tali sviluppi potrebbero consentire a Far East di iniziare le vendite di gas già a partire dal terzo trimestre del 2010.

"Le indicazioni attuali suggeriscono che un secondo gasdotto potrebbe essere realizzato nelle vicinanze della nostra area pilota. Se ciò accade, si tratta di uno sviluppo eccellente," ha dichiarato McElwrath. "È inconsueto poter disporre di un gasdotto a pochissimi chilometri dalla zona in cui si opera in Cina. In caso di realizzazione di due gasdotti a pochi chilometri da noi, ciò sarebbe davvero molto raro. Questa circostanza potrebbe accelerare e semplificare la conclusione del primo contratto per la vendita del gas. E ciò metterebbe Far East nella posizione di poter avviare discussioni e pianificare finanziamenti di progetti a lungo termine. Ovviamente dovremo dimostrare di possedere riserve sufficienti, ma il potenziale è ragionevolmente chiaro."

Far East Energy Corporation

Con sede centrale a Houston, Texas, e sedi a Pechino, Kunming, e Taiyuan City, Cina, la Far East Energy Corporation è orientata all'esplorazione del gas metano di origine minerale e allo sviluppo in Cina.

Le dichiarazioni contenute nel presente comunicato stampa che riportano intenzioni, speranze, opinioni, anticipazioni, aspettative o previsioni relative al futuro della Far East Energy Corporation e della sua direzione sono dichiarazioni previsionali così come indicato nella Sezione 27A del Securities Act (Legge sui titoli) del 1933, e successive modifiche, e nella Section 21E del Securities Exchange Act (Legge sui titoli in borsa) del 1934, e successive modifiche. È importante sottolineare che tali dichiarazioni previsionali non costituiscono garanzia di rendimenti futuri e implicano una serie di rischi e incertezze. I risultati effettivi potrebbero differire di fatto da quanto previsto in tali dichiarazioni previsionali. Tra i fattori che potrebbero determinare differenze sostanziali tra i risultati previsti in tali dichiarazioni previsionali e quelli effettivi ci sono: i gasdotti potrebbero non essere costruiti, o, in caso di costruzione, potrebbero non essere costruiti tempestivamente, oppure i loro percorsi potrebbero differire da quanto specificato; il gasdotto e le società per la distribuzione locale/per il gas naturale compresso potrebbero rifiutarsi di acquistare o di prendere il nostro gas, oppure la tempistica di eventuali contratti definitivi potrebbe richiedere più tempo di quanto previsto oppure i termini potrebbero non essere vantaggiosi così come anticipato; il prodotto presso i nostri pozzi potrebbe non aumentare fino a livelli da renderlo commercialmente interessante oppure potrebbe diminuire; potremmo avere capitali non sufficienti a finanziare le perforazioni in programma o per sviluppare il campo di Shouyang; l'elevata permeabilità e l'elevato contenuto di gas potrebbe non essere diffuso così come previsto; le condizioni meteorologiche potrebbero ritardare in modo significativo le perforazioni programmate; i pozzi potrebbero essere danneggiati o subire conseguenze nel corso del processo di produzione, con una conseguente diminuzione della quantità di gas prodotto; alcune transazioni proposte con Arrow Energy potrebbero non essere chiuse nei tempi previsti o potrebbero non essere concluse affatto, compreso il mancato soddisfacimento delle condizioni richieste per la chiusura o altro; potrebbero non realizzarsi i benefici previsti per noi derivanti dalle transazioni con Arrow; gli importi finali a noi corrisposti da Arrow potrebbero differire da quanto anticipato; Il Ministero cinese del commercio (Chinese Ministry of Commerce - MOFCOM) potrebbe non approvare tempestivamente l'estensione del Contratto per la condivisione della produzione di (Qinnan Production Sharing Contract - Qinnan PSC) o potrebbe non approvarla affatto; PetroChina o MOFCOM potrebbero chiedere di apportare alcune modifiche ai termini e alle condizioni del Qinnan PSC in funzione del rilascio della loro approvazione di eventuali estensioni; la nostra mancanza di lunga esperienza nella gestione; gestione limitata e potenzialmente non adeguata delle nostre risorse liquide; rischi e incertezze associati con l'esplorazione, lo sviluppo e la produzione di gas metano di origine minerale; espropriazioni e altri rischi associati con attività all'estero; dissesto dei mercati finanziari che potrebbe influenzare la raccolta di fondi; problematiche che influenzano il settore energetico in generale; mancanza di disponibilità di beni e servizi nel settore del petrolio e del gas; rischi ambientali; rischi associati alla perforazione e alla produzione; modifiche nelle leggi o nei regolamenti che si riflettono sulle nostre attività, in aggiunta agli altri rischi descritti nel nostro Rapporto Annuale su Modulo 10-K per il 2008 e la documentazione successivamente presentata alla Securities and Exchange Commission (Commissione di controllo sui titoli e la borsa).

FONTE Far East Energy Corporation