Far East Energy annuncia un robusto programma invernale di trivellazione ed il relativo finanziamento

14 Gen, 2010, 01:57 GMT Da Far East Energy Corporation

HOUSTON, January 14 /PRNewswire/ --

Far East Energy Corporation (OTC Bulletin Board: FEEC) ha annunciato oggi di aver dato il via ad un robusto programma invernale di trivellazione, in rispostya al rapido aumento della produzione di gas dal suo Blocco Shouyang nella Provincia di Shanxi in Cina, verificatosi verso la fine di novembre e nel mese di dicembre dello scorso anno.

Far East finananzierà il programma di trivellazione con il ricavato netto dell'offerta diretta registrata di circa 4,5 milioni di dollari USA, chiusa nel dicembre 2009. La finalità del programma è di accelerare il prosciugamento nell'area pilota 1H, per abbassare la pressione e aumentare il gas prodotto nel Blocco Shouyang. Come già comunicato, Far East è in trattative con tre parti terze distinte relative al potenziale contratto di off-take e vendita del gas prodotto dall'area. Far East ritiene di poter iniziare le vendite di gas entro il terzo trimestre del 2010.

L'obiettivo del programma invernale di trivellazione è trivellare e fratturare otto pozzi entro i primi di marzo. I cinque impianti di trivellazione attualmente utilizzati sono oggi completamente operativi, con il primo dei pozzi già stato trivellato in dicembre. Degli otto pozzi, sette amplieranno l'area pilota 1H ad ovest, ed un pozzo parametro sarà trivellato a circa quattro chilometri lontano dall'area pilota 1H ad ovest, allo scopo di ottenere maggiori informazioni sull'estensione geografica dell'area ad alta permeabilità/altro contenuto di gas. Inoltre, l'esistente pozzo parametro P4 verrà fratturato e la produzione del giacimento n.15 del pozzo parametro P2 sarà temporaneamente sospesa per consentire la fratturazione del giacimento n.9 usando lo stesso pozzo trivellato.

"L'inverno è abbastanza rigido nella Provincia di Shanxi Province, e per questo motivo dicembre, gennaio e febbraio sono mesi in cui di solito le compagnie cessano le operazioni di trivellazione e valutano i risultati," ha detto Michael McElwrath, CEO di Far East. "Le temperature raggiungono anche -17C (-5F) , ma, invece di restare fermi, abbiamo costruito un programma di trivellazione fattibile, e scelto di trivellare in condizioni estreme perché siamo entusiasti dell'aumento della produzione del gas, e pensiamo che quei risultati ci richiedono di fare il possibile per mantenere questo slancio positivo."

Garry Ward, Senior Vice President di Engineering, ha aggiunto: "Il rapido aumento della produzione ottenuto alla fine dello scorso anno ci ha indicato le possibilità del giacimento di carbone n.15 altamente permeabile. Sebbene detto aumento sia molto positivo, riteniamo che ancora non abbiamo visto la piena capacità che spesso è associata con un giacimento di carbone che ha la permeabilità del giacimento n.15 nell'area pilota 1H. Il programma invernale di trivellazione ha lo scopo di iniziare a sfruttare questo aumento della produzione di gas aumentando i prosciugamenti e potenziando grandemente la produzione di gas nel 2010, poiché cerchiamo di portare questo progetto verso le vendite di gas e il finanziamento del progetto."

Far East Energy Corporation

La Far East Energy Corporation, con sede a Houston, Texas e uffici a Pechino, Kunming e Taiyuan in Cina, si occupa principalmente di esplorazione e sviluppo di CBM in Cina.

Il presente comunicato stampa riguardante propositi, speranze, convinzioni, anticipazioni, aspettative o previsioni sul futuro della Far East Energy Corporation e della sua dirigenza contiene dichiarazioni di previsione ai sensi della Sezione 27A del Securities Act degli USA del 1933, e successive modifiche, e della Sezione 21E del Securities Exchange Act degli USA del 1934, e successive modifiche. È importante sottolineare che tali dichiarazioni di previsione non costituiscono alcuna garanzia in merito ad azioni future e sono soggette ad una serie di rischi e incertezze. I risultati reali potrebbero differire sostanzialmente da quelli enunciati nelle dichiarazioni di previsione. I fattori che potrebbero fare sì che i risultati reali differiscano sostanzialmente da quelli enunciati nelle dichiarazioni di previsione includono: gli oleodotti menzionati potrebbero non essere costruiti oppure i loro tracciati potrebbero differire da quelli menzionati; le compagnie degli oleodotti e della distribuzione locale/GNC possono declinare l'acquisto o il ritiro del nostro gas; il gas prodotto nei nostri pozzi potrebbe non raggiungere quantità commercialmente accettabili o potrebbe diminuire; potremmo non avere capitali sufficienti per sviluppare il campo di Shouyang; le condizioni meteorologiche potrebbero ritardare notevolmente il programma di trivellazione pianificato; i pozzi potrebbero danneggiarsi o subire effetti negativi durante il processo di produzione, risultando in diminuzioni nella quantità di gas prodotto o che può essere prodotto; alcune delle operazioni previste con Arrow potrebbero non essere chiuse in tempo o del tutto, includendo tra le cause l'incapacità di soddisfare le condizioni di chiusura o altro; i profitti delle operazioni con Arrow previsti per noi potrebbero non realizzarsi; le cifre finali da noi ricevute da Arrow potrebbero essere diverse da quelle previste; il Ministero cinese del Commercio (MOFCOM) potrebbe non approvare le estensioni del Production Sharing Contract della Qinnan (Qinnan PSC) per tempo o del tutto; PetroChina o MOFCOM potrebbero richiedere alcuni cambiamenti dei termini e delle condizioni del Qinnan PSC in aggiunta all'approvazione di qualsiasi estensione da parte loro; la nostra mancanza di esperienza operativa; una disponibilità finanziaria limitata o potenzialmente insufficiente; rischi ed incertezze legate all'esplorazione, allo sviluppo e alla produzione di CBM; l'espropriazione o altri rischi legati agli investimenti stranieri; lo sconvolgimento del mercato dei capitali che colpisca la raccolta di fondi; questioni che colpiscono l'industria dell'energia in generale; la mancanza di disponibilità di beni e servizi nelle aree di estrazione del petrolio e del gas; i rischi ambientali; i rischi di produzione e perforazione; le modifiche di leggi o regolamenti che colpiscano le nostre operazioni e gli altri rischi individuati nella relazione annuale della società, redatta sul Modulo 10-K per il 2008, e nelle successive presentazioni consegnate alla Securities and Exchange Commission.

FONTE Far East Energy Corporation