Fiera di Canton: fiducia e coerenza, le chiavi del successo

14 Apr , 2010, 19:32 BST Da China Foreign Trade Centre (CFTC)

GUANGZHOU, Cina, April 14, 2010 /PRNewswire/ --

- Fiera di Canton: al centro del commercio globale dal 1957

Gli acquirenti abituali che saranno presenti alla 107esima edizione della Fiera di Canton Fair, la maggiore e più completa fiera commerciale della Cina, possono sentirsi in soggezione, come in occasione della loro prima visita. Tutto lo scenario si è ingrandito dall'inaugurazione moderna dell'evento che ha avuto luogo più di cinquanta anni fa, e alcuni osservatori prevedono che farà concorrenza all'Expo Mondiale di Shanghai. Dopo alcune considerazioni, non è difficile comprendere le ragioni.

Nel corso degli ultimi anni, la Fiera di Canton ha registrato la presenza di quasi 200.000 commercianti provenienti da oltre 200 nazioni e regioni nel mondo. Se si prende in esame tutto, la Fiera gli ha messo a disposizione, sempre, la possibilità di gestire contemporaneamente, da un solo punto, sia le attività di vendita all'ingrosso, che al dettaglio, in modo semplice e comodo. Anche immediatamente dopo la crisi economica globale, i partecipanti non si sono lasciati intimorire; e di fatto gli organizzatori hanno sempre migliorato i piani per poter soddisfare le richieste sempre crescenti degli acquirenti.

Con l'obiettivo di semplificare il raggiungimento degli obiettivi da parte di acquirenti ed espositori, la fiera è stata suddivisa in tre fasi, ognuna organizzata in relazione al tipo di prodotto, cosa che appare logica se si prendono in esame le motivazioni che inducono le persone a partecipare. Tra i molti elementi che continuano a convincere gli esperti del settore, in definitiva è la grande varietà di prodotti presentati che li fa tornare. Più di due terzi degli acquirenti intervistati ha fornito la stessa indicazione durante l'intervista. E non è sorprendente che essi abbiano anche fatto rilevare il servizio eccellente, il numero di prodotti nuovi, il numero di commercianti che vi partecipa e l'immensa superficie espositiva quali fattori decisivi.

Quello che colpisce in modo particolare della Fiera di Canton non sono questi fatti tangibili. Anche se gli incentivi visibili offerti possono sembrare decisamente allettanti, il disordine che caratterizza l'economia internazionale potrebbe farli sembrare nulli e privi di valore e diminuire l'entusiasmo dei partecipanti. Non è questo il caso, poiché la maggior parte degli acquirenti sembra nutrire la stessa fiducia di sempre. Più del 60 percento degli acquirenti dichiara non solo di avere in programma di acquistare nella stessa misura del passato, ma è probabile che in futuro torneranno per acquistare ancora di più. E se questo non basta a creare un clima di fiducia, si prenda in considerazione questo: oltre il 90 percento dei partecipanti del 2009 tornerà nel 2010. Buon lavoro Fiera di Canton: non male per una vecchia signore.

FONTE China Foreign Trade Centre (CFTC)