Fiera di Canton: Non c'è limite alle opportunità

11 Mag, 2010, 18:23 BST Da China Foreign Trade Centre (CFTC)

GUANGZHOU, Cina, May 11, 2010 /PRNewswire/ --

- Numeri da sensazione per la fiera cinese dell'import/export

Chi ha più successo negli affari tende a considerare le avversità non come un ostacolo, ma come un'opportunità. Anno dopo anno, quasi un quarto di milione di sagaci acquirenti e compratori di tutto il mondo ha la lungimiranza di guardare oltre la congiuntura economica e le previsioni finanziare, e di inseguire i veri profitti. È esattamente per questo che anche quest'anno molti di loro hanno preso parte fine alla fiera di Canton, organizzata dal centro cinese per il commercio estero.

Per il direttore generale di Taiwan Star Industrial Inc., sig. Lee, era la settima partecipazione alla fiera che si tiene a Guangdong. La sua risolutezza nel voler fare affari alla fiera, anche nel clima economico più cupo, ha dato i suoi frutti: solo tra l'anno scorso e quest'anno, la sua azienda ha registrato un aumento degli ordinativi di ben il 10%. Non è difficile capire come sia potuto accadere.

La centosettima edizione della fiera di Canton ha esposto oltre 150 mila diversi tipi di prodotti, da macchinari industriali e rivestimenti chimici fino ai tessuti e oltre. Per chi abbia il fiuto per gli affari, un ventaglio d'offerte così ampio rappresenta una vera miniera d'oro, e prendere parte alla fiera è una scelta obbligata. Anche per chi ha tempo di visitare solo una minima parte dei 56 mila stand della fiera -- come il sempre impegnatissimo sig. Lee -- le opportunità non mancano mai di presentarsi.

Quando si parla di economia internazionale, si finisce spesso col soffermarsi sulle nubi nere all'orizzonte. Ma alla fiera di Canton capita più spesso di sentir parlare dei risvolti positivi della crisi. Qui non solo i prodotti cinesi sono di primissima qualità, ma i prodotti esteri godono di una domanda senza precedenti da parte del mercato interno. Naturalmente sono sempre di più gli operatori che prendono coscienza di questo fatto.

Il numero di acquirenti esteri presenti si è confermato in costante crescita, con rappresentanti di tutti i principali mercati compresi Asia, le Americhe, Africa e Oceania. Ma stando a quanto ha osservato da Datuk Yong Ah Pwi, presidente della camera di commercio di Malaysia-Cina, il crescente numero di partecipanti provenienti da mercati più piccoli e in via di sviluppo è un segno che l'economia mondiale sta già dando segni di ripresa, e che va crescendo al tempo stesso la fiducia dei consumatori.

A tutto il 4 maggio scorso I dati parlavano di ben 203.996 acquirenti provenienti da 212 nazioni e Paesi. Al contempo il fatturato da esportazioni è salito fino a 34,3 miliardi di dollari USA. La fiera di Canton è ormai davvero l'evento immancabile per chi vuole giocare un ruolo attivo nella ripresa dell'economia globale.

FONTE China Foreign Trade Centre (CFTC)