Gemplus consegna il primo gran volume di carte EMV per l'Italia a Setefi (Gruppo Intesa)

07 Lug, 2005, 14:53 BST Da Gemplus International S.A

LUSSEMBURGO, July 7 /PRNewswire/ --

- Gemplus rafforza la sua posizione nel settore finanziario per il sud Europa

Gemplus International S.A. (Euronext: LU0121706294 - GEM e NASDAQ: GEMP), leader mondiale nella fornitura di soluzioni smart card, ha annunciato oggi la fornitura di oltre un milione di carte per pagamenti a Setefi, parte di uno dei principali gruppi bancari italiani che è il Gruppo Intesa. Con la migrazione dell'EMV(1) nella regione, è la prima banca a fornire grandi volumi di carte sul mercato.

Entro la fine di Giugno 2005, Gemplus ha consegnato 500.000 carte a Setefi, centro servizi del Gruppo Intesa, dove viene eseguito il processo di personalizzazione. Le carte sono destinate ad applicazioni di credito e debito, oltre che all'applicazione specifica di pagamento del Gruppo Intesa, Moneta.

"Poiché continuiamo a sviluppare ed ampliare la nostra offerta di servizi, è imperativo avere come partner un'azienda di smart card con l'esperienza nella fornitura di carte di pagamento EMV e di consulenza", ha commentato l'Ing. Spadoni, Direttore Generale di Setefi, Gruppo Banca Intesa. "Gemplus è quindi la scelta ideale in quanto è stata strumentale nel fornire supporto per l'implementazione. Soprattutto, è stata capace di fornire un sistema operativo EMV robusto ed a costi contenuti."

"Gemplus ha dimostrato ancora una volta che la comprovata esperienza nel mercato è un fattore importante per i gruppi bancari leader, quando occorre considerare i partner per i progetti di pagamenti con smart card" ha aggiunto Philippe Combes, Vice-Presidente delle operazioni e dei servizi finanziari Gemplus. "Grazie ai nostri processi produttivi ottimizzati e all'abilità di acquistare grandi volumi di chip, siamo in grado di soddisfare le richieste delle banche per una soluzione di migrazione rapida e basata sul contenimento dei costi."

Nel 2004, molte banche europee si sono organizzate per prepararsi all'introduzione di EMV nel 2005. Perseguono la loro strategia nel combattere le frodi auspicando che una maggiore sicurezza incrementerà l'uso e rafforzerà la loro relazione con i clienti. Il progresso della migrazione rivestirà un ruolo importante in Italia durante la seconda metà del 2005.

Le carte saranno prodotto nello stabilimento Gemplus di Havant nel Regno Unito, che rappresenta il centro europeo di produzione specializzato in PVC.

Informazioni su Gemplus

Gemplus International S.A. (Euronext: LU0121706294 - GEM e NASDAQ: GEMP) è leader mondiale nell'industria delle smart card per quanto concerne i proventi e il numero di spedizioni totale (fonte: Gartner-Dataquest (2005), Frost & Sullivan, Datamonitor). Sono state vendute oltre 5 miliardi di smart card.

Grazie alla sicurezza interna e a 2400 brevetti ed applicazioni brevettate prodotte dall'innovativo team R&D, Gemplus offre un'ampia gamma di soluzioni portabili e personalizzate in numerosi settori tra cui Identità, Telecomunicazioni mobili, Telefonia pubblica, Servizi bancari, Vendita al minuto, Trasporti, Salute, WLAN, Pay-Tv, E-government e controllo degli accessi.

Il profitto di Gemplus nel 2004 è stato di 865 milioni di Euro.

www.gemplus.com

(1) EMV è uno standard per carta di pagamenti smart card che è stato creato nel 1996 da Europay, MasterCard e Visa (EMV), che garantisce l'interoperabilità mondiale e la sicurezza nei pagamenti. Fornendo benefici effetti per gli istituti che emettono tali carte, gli acquirenti e i detentori di carte, EMV è essenziale nella riduzione delle frodi e rappresenta delle opportunità per le istituzioni finanziarie di differenziare l'offerta di nuovi servizi per i detentori di carte.

    
    Per maggiori informazioni:

    Steve Lacourt
    Gemplus Financial Services Business Unit
    Tel: +32-(0)-2-711-48-20
    Fax: +32-(0)-2-725-14-60
    Email: steve.lacourt@gemplus.com

    Emma Williamson
    Edelman
    Tel: +44-(0)-20-7344-1253
    Fax: +44-(0)-20-7344-1222
    Email: emma.williamson@edelman.com

FONTE Gemplus International S.A