Gli obbligazionisti chiedono che il governo argentino paghi

28 Giu, 2004, 17:40 BST Da Hagens Berman

NEW YORK, June 28 /PRNewswire/ -- Un gruppo di obbligazionisti ha promosso oggi una proposta di azione giudiziaria di "class action" contro il governo argentino, denunciando davanti alla Corte statunitense il debito di 88 miliardi di dollari americani contratto dal paese in obbligazioni. L'azione di categoria proposta interesserebbe più di cinquecentomila investitori, in particolare in Italia, Germania, Francia e Stati Uniti che avevano acquistato obbligazioni emesse dal governo.

Presentata presso il Tribunale Distrettuale Statunitense di New York la causa afferma che la temporanea sospensione dei pagamenti del debito pubblico dichiarata dall'Argentina il 23 dicembre 2001 e i conseguenti mancati pagamenti delle obbligazioni costituisce una violazione dell' accordo obbligazionario stipulato fra il governo e i propri obbligazionisti.

Si tratta della prima importante azione giudiziaria per tentare di trovare una soluzione valida per tutti coloro che hanno acquistato obbligazioni argentine. La causa vorrebbe giungere ad un indennizzo per i danni subiti dagli obbligazionisti e per le spese legali in cui sono incorsi.

"La maggior parte degli investitori erano privati cittadini che investivano la propria pensione, non accorti investitori istituzionali in cerca di rapidi profitti" ha affermato Steve Bermann, principale rappresentante legale degli obbligazionisti. "Solo perché sono piccoli però, non significa che siano inermi. L' azione legale lo dimostra e siamo intenzionati a usare il potere del meccanismo di "class action" per trasformare questi investitori in uno stato nazionale che possa opporsi all' Argentina".

Il debito del governo argentino è il più ingente mai registrato, con quello obbligazionario che da solo ammonta a 99,4 miliardi di dollari americani, interessi compresi.

Nell' eventualità che la Corte ritenesse che l' Argentina si sia resa illecitamente inadempiente in merito alle obbligazioni, le sue attività commerciali negli Stati Uniti, compresi conti bancari e società statali, potrebbero essere confiscate e utilizzate come indennizzo a favore dei membri della categoria.

La categoria proposta comprende tutti gli investitori che abbiano acquistato e siano in possesso di obbligazioni argentine datate prima del 23 dicembre 2001. Gli obbligazionisti che desiderino ulteriori informazioni o che siano interessati a ricevere periodici aggiornamenti possono consultare il sito internet www.hagens-berman.com.

Informazioni su Hagens Berman

Steve Berman è managing partner di Hagens Berman, oltre che esperto di fama nazionale in azioni legali e di "class action" contro monopoli. Berman ha rappresentato 14 stati USA in cause contro l' industria del tabacco ed è stato legale associato nella principale causa contro un monopolio mai istruita, la causa Visa/MasterCard.

PER ULTERIORI INFORMAZIONI, RIVOLGERSI A:

    Steve Berman, tel. +1 206-623-7292
    di Hagens Berman
    E-mail: steve@hagens-berman.com

    Mark Firmani tel. +1 206-443-9357
    di Firmani & Associates, Inc.
    E-mail: mark@firmani.com

www.hagens-berman.com.

FONTE Hagens Berman