Hotel Puerta América, il sogno diventa realtà il 30 giugno!

30 Giu, 2005, 12:11 BST Da Hoteles Silken

MADRID, June 30 /PRNewswire/ --

- Questo esclusivo progetto di design e architettura apre le porte al pubblico

- Questo hotel di lusso è la più elegante espressione dello stile di Hoteles Silken, che hanno affidato l'incarico a 19 diversi studi di architettura e di design

L'Hotel Puerta América è un progetto esclusivo. Ha riunito, per la prima volta nella storia, diciannove dei migliori architetti e progettisti del mondo per creare uno spazio che accenderà l'immaginazione e stimolerà i sensi dei visitatori. Un sogno che diventerà realtà il 30 giugno 2005, con l'apertura dell'hotel al pubblico.

L'Hotel Puerta América a Madrid offre un concetto di ospitalità che pone l'enfasi sul design e sull'eccellenza dei servizi. Questi sono diventati i biglietti da visita del gruppo Silken, che gestisce l'hotel.

Come ha affermato Antón Iráculis, Presidente del Gruppo: "Noi di Hoteles Silken ci sentiamo particolarmente orgogliosi e soddisfatti per il completamento di questo prodotto: un sogno diventato realtà per molte persone che hanno creduto nel valore aggiunto di questo nuovo hotel. Il nostro scopo è ora di trasmettere ai nostri ospiti la sensazione di essere in un luogo davvero unico, a motivo degli ambienti e del trattamento che ricevono".

L'Hotel Puerta América si trova ad Avenida de América 41, una posizione strategica, vicina ad aree commerciali e per affari, con eccellenti collegamenti di trasporto.

L'Hotel Puerta América sarà ufficialmente presentato ai media il 14 luglio 2005. A questo evento di presentazione parteciperanno tutti gli architetti e i progettisti che hanno partecipato a questo progetto, che spiegheranno in dettaglio la loro visione creativa.

Ciascuna delle 342 camere di questo lussuoso hotel a cinque stelle (30 su ciascun piano) invita l'ospite a godere un'ampia varietà di stili e arredamenti `diversi'. Ciascun piano è stato progettato da un architetto o progettista diverso, tra cui:

Jean Nouvel, incaricato della progettazione del 12degrees piano e la facciata, un incrocio tra arte e architettura "che consente agli ospiti di sperimentare momenti straordinari".

Zaha Hadid, premio Pritzker, ha progettato il primo piano. L'aspetto più straordinario di questa area è la fluidità degli spazi, basata su nuovi sviluppi nel design digitale.

Il secondo piano è stato creato da Norman Foster, che ha cercato di avvolgere gli ospiti nella serenità, consentendo loro di isolarsi dal trambusto e dalla confusione della grande città.

David Chipperfield ha progettato il terzo piano. La sua creazione combina rivestimenti fatti a mano, pareti rivestite, marmi bianchi.

Plasma Studio, formato da Eva Castro e Hoger Kehne, ha progettato il quarto piano. Il loro scopo era di "allontanarsi dallo stereotipo di un albergo come luogo anodino e omogeneo, sperimentando con lo sviluppo delle superfici".

Vitorio & Lucchino, stilisti di moda di Siviglia, hanno progettato il quinto piano, offrendo all'hotel un'atmosfera calda, accogliente e confortevole applicando i valori concettuali da loro utilizzati nella moda.

Il sesto piano e l'area del bar sono stati progettati da Mark Newson, che ha optato per un ambiente moderno e rilassante, che combina materiali caldi e freddi, dove tutti gli ospiti "possono sentirsi a proprio agio sin dal primo momento".

Il settimo piano è stato creato da Ron Arad, che organizza lo spazio in modo altamente espressivo e immaginifico, in linea col suo stile di progettazione. La sua interpretazione è decisa, ma delinea quelle che dovranno essere le caratteristiche dell'hotel del futuro.

Kathryn Findlay ha progettato l'ottavo piano. Ha tentato di ricreare un luogo di meditazione dove poter sognare, dove sentirsi come fluttuanti sulle nuvole e sentire la freschezza di un vento leggero. In collaborazione con Findlay, Jason Bruges ha creato installazioni interattive di illuminazione per l'atrio e i corridoi che reagiscono al passaggio degli ospiti attraverso queste aree.

Al nono piano, Richard Gluckman ha utilizzato al massimo un'ampia gamma di materiali, utilizzandoli in modi originali e imprevisti.

Arata Isozaki offre agli ospiti una sensazione minimalista al decimo piano. Un progetto sottile e rilassante con influenze della cultura giapponese.

L'undicesimo piano è stato progettato da Javier Mariscal e Fernando Salas, che hanno puntato a creare uno spazio accogliente, che stimola sensazioni diverse, particolarmente tramite l'uso di un design grafico.

John Pawson è stato incaricato della progettazione del foyer e dei saloni dell'hotel; ha cercato di creare "uno spazio dove poter trovare pace e tranquillità, proprio al cuore dell'hotel".

Christian Liaigre ha progettato il ristorante, in cui sono combinati diversi aspetti della cultura spagnola, particolarmente dalle regioni della Galizia, della Catalogna e dell'Andalusia.

Teresa Sapey ha dato forma al parcheggio, che prevede 644 posti auto. Gioca con i colori e con la grafica, che "fanno appello al lato emotivo della persona, ma dove la funzionalità è essenziale".

I progetti panoramici, ad esempio il giardino e il parco adiacenti all'hotel, sono stati creati da Harriet Bourne e Jonathan Bell. A loro parere, "l'integrazione tra la vegetazione e gli edifici è fondamentale".

Isometrix Lighting and Design ha puntato a creare progetti di illuminazione adatti ai progetti di ciascuno dei diversi architetti.

Felipe Sáez de Gordoa (SGA Estudio) è stato incaricato della struttura e ha precedentemente lavorato a molti hotel.

All'Hotel Puerta América, l'ospite scopre il più elegante design e l'architettura all'avanguardia quasi senza neanche accorgersene. L'illuminazione, le immagini, i tessuti e i materiali utilizzati cooperano a suggerire un torrente di emozioni diverse. La sensazione di dormire su un letto circolare, la meraviglia dell'arredamento, la sorpresa di una parete retroilluminata, uno schermo televisivo gigante che parte dal soffitto o l'espressiva potenza delle immagini serigrafate sulle pareti. A ciascun piano l'ospite può scoprire un elenco senza fine di sorprese. Tutto è stato curato con la massima attenzione per stimolare i sensi di coloro che decidono di soggiornare in questo hotel unico al mondo.

L'hotel ha 12 piani, 308 camere, 12 suite e 22 junior suite. È anche possibile gustare la raffinata haute cuisine al ristorante, oppure prendere un drink nell'allegra area del bar progettata da Mark Newson.

Infine, l'hotel offre servizi di SPA, una palestra e una piscina per rilassarsi e tornare in forma.

Ora è possibile vivere il sogno prenotando una camera attraverso la pagina Web www.hotelpuertamerica.com o chiamando il nostro centralino prenotazioni al numero +34-902-363-600.

Nota per i giornalisti: chi non potesse raggiungere Madrid il 14 luglio, giorno della conferenza stampa, non sarà per questo costretto a perdere i discorsi di questi artisti: all'indirizzo www.hotelpuertamerica.com/pressconference sarà possibile seguire le loro conferenze dal vivo online.

Informazioni sul gruppo Silken

L'obiettivo aziendale del gruppo Silken è di introdurre un nuovo concetto di ospitalità e ristorazione, creando una nuova dimensione nei servizi e nelle strutture per rendere più piacevole la permanenza dei nostri visitatori. Col nostro motto di Passione per l'eccellenza, gli hotel Silken offrono una nuova filosofia di servizio ai clienti. Sia le dotazioni sia i servizi sono stati progettati per fornire uno standard eccezionale di comfort e per rendere la permanenza degli ospiti quanto più gradevole possibile.

Il gruppo Silken gestisce 4.600 camere e 30 alberghi distribuiti in varie città spagnole; sono in corso lavori per 10 nuovi hotel che si prevede entreranno a far parte della catena quest'anno e l'anno prossimo. A maggio è stato aperto il primo hotel internazionale a 4 stelle a Bruxelles, con 212 camere, ad appena 20 metri dall'edificio del Parlamento europeo. Alla fine del 2006, un altro albergo a 5 stelle sarà aperto nel cuore di Londra. Le previsioni di chiusura per quest'anno sono di 124 milioni di euro di fatturato.

Una fotografia che accompagna questo communicato stampa è disponibile dal sito: www.epa-photos.com

Per maggiori informazioni:

Ufficio stampa Hoteles Silken

http://www.hoteles-silken.com/

FONTE Hoteles Silken