HuMax-CD38 dimostra di avere proprietà uniche negli studi preclinici

09 Giu, 2006, 00:14 BST Da Genmab A/S

COPENHAGEN, Danimarca, June 9 /PRNewswire/ --

Genmab A/S (CSE: GEN) ha annunciato oggi che HuMax-CD38 ha dimostrato d'inibire l'attività enzimatica della molecola CD38 negli studi preclinici. HuMax-CD38 è il primo anticorpo di cui si conosce la capacità di bloccare l'attività ectoenzimatica della molecola CD38. Questa particolare proprietà può contribuire all'efficacia dell'HuMax-CD38 nel distruggere sia il mieloma multiplo primario, i plasmociti e le cellule leucemiche.

Informazioni su HuMax-CD38

HuMax-CD38 è un anticorpo completamente umano che ha come bersaglio la molecola CD38, la quale è ben evidente sulla superficie delle cellule tumorali del mieloma multiplo. Nei precedenti studi preclinici, HuMax-CD38 si è dimostrata più efficace nell'attivare i sistemi distruttivi del sistema immunitario denominati Antibody-Dependent Cellular Cytotoxicity (ADCC) e Complement Dependent Cytotoxicity (CDC), rispetto ad altri anticorpi CD38 testati su tumori legati al mieloma multiplo. HuMax-CD38 ha anche potenzialmente distrutto le cellule tumorali di un paziente affetto da leucemia mieloide positiva al CD38/138 che si era dimostrato refrattario alla chemioterapia al momento dell'analisi. Inoltre, il trattamento con HuMax-CD38 ha permesso di rallentare la crescita del tumore sia in ambiente preventivo che terapeutico in modelli animali con topi SCID.

Informazioni sul mieloma multiplo

Il mieloma multiplo è un cancro dei plasmociti e incide per circa l'1% di tutti i tumori. L'incidenza del mieloma multiplo è di 5,2 per 100.000 persone corrispondenti a 15.270 nuovi casi negli USA nel 2004. Negli USA, circa 11.000 decessi all'anno sono collegati al mieloma multiplo. Attualmente, non esistono cure, e la sopravvivenza media è di circa 3 anni dal momento della diagnosi.

"Siamo soddisfatti delle qualità particolari della HuMax-CD38, che continua a mostrare risultati promettenti negli studi preclinici," ha dichiarato Lisa N. Drakeman, Ph.D., CEO di Genmab.

Questi dati saranno presentati dal Dott. Paul Parren, Vice Presidente, Ricerca & Tecnologia di Genmab il 10 giugno in occasione della conferenza che si terrà a Torino, in Italia, intitolata "La famiglia degli ectoenzimi CD38: Progressi nella Scienza di Base e nella Pratica Clinica.

Informazioni su Genmab A/S

Genmab A/S è una società che opera nel settore delle biotecnologie e che crea e sviluppa anticorpi umani per il trattamento delle patologie debilitanti o che mettono a rischio la vita del paziente. Genmab sta sviluppando numerosi prodotti per la cura di tumori, malattie infettive, artrite reumatoide e altre patologie infiammatorie, e intende continuare a riunire un ampio portafoglio di nuovi prodotti terapeutici. Attualmente, Genmab è coinvolta in una serie di partnership mirate ad ottenere accesso a patologie diverse e a sviluppare nuovi anticorpi umani, compresi alcuni contratti con Roche, Amgen e Serono. Un'ampia alleanza consente a Genmab di avere accesso ad una serie di tecnologie proprietarie di Medarex, Inc., compresa la piattaforma UltiMAb(R) per la creazione rapida e lo sviluppo di anticorpi umani per puntare praticamente qualsiasi patologia. Genmab ha sedi operative a Copenhagen, Danimarca, Utrecht, Paesi Bassi, Princeton, New Jersey negli USA e nell'Hertfordshire nel Regno Unito. Per ulteriori informazioni su Genmab, visitate il sito www.genmab.com.

Questo comunicato stampa contiene dichiarazioni previsionali. I termini del tipo "crede", "prevede", "anticipa", "intende" e "pianifica" ed espressioni simili identificano dette dichiarazioni previsionali. I risultati effettivi o le prestazioni potrebbero differire materialmente dai risultati futuri o dalle prestazioni espresse o implicite in queste dichiarazioni previsionali. I fattori importanti che possono influenzare i risultati o le prestazioni includono, tra le altre cose, i rischi associati alla scoperta e allo sviluppo di un prodotto, alle incertezze collegate all'esito finale e alla realizzazione delle sperimentazioni cliniche, comprese le questioni di sicurezza non prevedibili, le incertezze collegate alla produzione del prodotto, la mancata accettazione dei nostri prodotti da parte del mercato, la nostra incapacità di gestire la crescita,l'ambiente competitivo in relazione all'area di attività e dei mercati, la nostra incapacità di attrarre e trattenere personale qualificato, la non applicabilità o mancanza di protezione dei nostri brevetti e diritti proprietari, relazioni con società affiliate, oneri e sviluppi in tecnologie che potrebbero rendere i nostri prodotti obsoleti, e altri fattori. Genmab non ha alcun obbligo di aggiornare queste dichiarazioni previsionali a seguito della pubblicazione di questo comunicato stampa; né di confermare tali dichiarazioni in relazione ai risultati effettivi, fatti salvi i casi previsti dalla legge.

Genmab(R); logo a Y di Genmab(R); HuMax(R); HuMax-CD4(R); HuMax-EGFr(TM); HuMax-Inflam(TM); HuMax-CD20(TM); HuMax-TAC(TM); HuMax-HepC(TM) e HuMax-CD38(TM) sono tutti marchi di Genmab A/S.

UltiMAb(R) è un marchio di Medarex, Inc.

Sito web: http://www.genmab.com

FONTE Genmab A/S