HUMIRA(R) (adalimumab) della Abbott riceve il prestigioso Premio Galeno per l'innovazione nella cura dei pazienti

28 Set, 2007, 19:43 BST Da Abbott

ABBOTT PARK, Illinois, September 28 /PRNewswire/ --

- Il Premio Galeno USA nomina HUMIRA quale migliore prodotto biotecnologico

Abbott (NYSE: ABT), azienda leader nella cura delle malattie autoimmuni, ha ricevuto il premio Galeno 2007 per il miglior prodotto biotecnologico, assegnato a HUMIRA (R) (adalimumab), il primo anticorpo completamente umano ad essere approvato. L'uso di HUMIRA è approvato per la cura di artriti reumatiche di entità da moderata a grave, artriti psoriasiche, spondiliti anchilosanti e del morbo di Crohn di entità da moderata a grave. Il Premio Galeno, considerato alla pari del premio Nobel e assegnato da Premio Galeno USA, è uno dei maggiori riconoscimenti del settore farmaceutico e biomedico, che premia le eccellenze in campo medico, per la ricerca scientifica e per l'innovazione.

Per la prima volta, il premio, fondato in Francia nel 1970 e considerato un riconoscimento internazionale per la ricerca, è stato esteso al fine di riconoscere le innovazioni scientifiche introdotte da società farmaceutiche e biotecnologiche USA. Abbott si è aggiudicata il prestigioso Premio Galeno, riconosciuto a livello internazionale, nel 1999 per lo sviluppo dei primi inibitori della proteasi per la cura dell'HIV.

"Abbott è molto onorata di essere stata chiamata a ricevere il Premio Galeno, perchè rappresenta un riconoscimento della serietà del nostro impegno nella scoperta e sviluppo di cure innovative per le malattie immunologiche," ha dichiarato John Leonard, M.D., vice presidente, Affari Medici e Scientifici Globali, Abbott. "HUMIRA è diventata una delle possibili cure importanti per molti pazienti affetti da queste malattie."

HUMIRA è molto simile agli anticorpi normalmente presenti nel corpo umano e agisce bloccando in modo specifico il fattore alfa (TNF-alpha) di necrosi, una proteina, che se prodotta in quantità eccessiva, gioca un ruolo centrale nelle infiammazioni associate con le malattie autoimmuni. HUMIRA è un biologico completamente umano per autosomministrazione, e al momento ci sono 190.000 pazienti in cura in tutto il mondo.

"HUMIRA è il frutto di anni di ricerche animate del nostro impegno per migliorare la condizione umana," ha dichiarato Jochen Salfeld, Ph.D., vice presidente di divisione, Ricerche sui Biologici, Abbott Bioresearch Center, che ha svolto un ruolo fondamentale e strumentale nello sviluppo di HUMIRA. "Riteniamo che ci siano le potenzialità affinché HUMIRA sia efficace nella cura di altre malattie, per le quali non si è ancora trovata una risposta alle necessità significative, e stiamo proseguendo le nostre ricerche, nella speranza di alleviare la sofferenza dei pazienti nel mondo."

Informazioni sul Premio Galeno (Premio Galeno) USA

Fondato nel 1970 dal farmacista francese Roland Mehl per riconoscere i notevoli successi colti dalla propria nazione in campo medico, il premio, che con il suo nome celebra Galeno, il padre Greco della medicina e della farmacologia, si è sviluppato fino a diventare uno dei maggiori riconoscimenti europeo nel campo della ricerca medica e dei risultati ottenuti grazie allo sviluppo, e la sua importanza è considerata alla pari del premio Nobel. Con l'inserimento del premio USA, il Premio Galeno è ora presente in 11 nazioni. In linea con la tradizione dei suoi fondatori, il comitato esaminatore nazionale deve comprendere scienziati di grande livello, la cui fama è indiscussa per i risultati clinici e per la capacità di valutare soluzioni mediche di avanguardia.

Informazioni importanti sulla sicurezza per HUMIRA

Infezioni gravi, sepsi, tuberculosi (TB) e infezioni di tipo opportunistico, che possono portare al decesso, sono state segnalate in relazione all'uso di agenti che bloccando il TNF, tra cui HUMIRA. Molte di queste gravi infezioni si sono verificate in pazienti che assumevano anche altri agenti immunosoppressivi che, oltre ad agire sulla malattia specifica, potevano predisporre i pazienti ad altre infezioni. Tali infezioni sono state riferite anche per pazienti ai quali è stato somministrato solo HUMIRA. Il trattamento con HUMIRA non deve essere iniziato in pazienti con infezioni attive. Gli agenti che bloccano il TNF, che comprendono HUMIRA, sono stati associati alla riattivazione dell'epatite B (HBV) in pazienti portatori cronici di questo virus. Alcuni di questi casi sono stati anche fatali. I pazienti a rischio di infezioni HBV devono essere valutati per poter rilevare segni precedenti di infezioni HBV prima di somministrare HUMIRA. La combinazione di HUMIRA e anakinra viene sconsigliata e i pazienti che assumono HUMIRA non devono ricevere vaccini vivi.

Altri casi maligni sono stati osservati tra i pazienti a cui sono somministrati agenti per bloccare il TNF, tra cui HUMIRA, rispetto ai pazienti nei gruppi di controllo dei test clinici. Questi casi maligni, oltre al linfoma e a tumori della pelle diversi dal melanoma, sono stati simili per tipologia e numero a quelli previsti nella popolazione in generale.

Si è registrata un'incidenza pari a circa 3.5 volte di linfoma nelle porzioni controllata combinata e ad etichetta aperta non controllate dei test clinici di HUMIRA. Il ruolo potenziale della terapia per bloccare il TNF nello sviluppo dei casi maligni non è noto. Gli agenti che bloccano il TNF, compreso HUMIRA, sono stati associati, in rari casi con malattie demielinizzanti e gravi reazioni allergiche. Sono stati rari i casi nei quali sono stati riferiti gravi disturbi ematici con agenti che bloccano il TNF.

Si è osservato un peggioramento dell'insufficienza cardiaca congestizia (CHF) nei pazienti sottoposti a agenti che bloccano il TNF, compreso HUMIRA, e l'insorgere del CHF è stato riferito nel caso di pazienti curati con agenti che bloccano il TNF. Il trattamento con HUMIRA può portare alla formazione di autoanticorpi e, di rado, allo sviluppo di sindromi simili al lupus.

Gli eventi avversi più rilevati nei test clinici con gruppo placebo di controllo di adulti affetti da artrite reumatica (HUMIRA vs. placebo) sono stati rappresentati da reazioni nel sito di iniezione (20 percento vs. 14 percento), infezioni delle vie aeree superiori (17 percento vs. 13 percento), dolore sul sito di iniezione (12 percento vs. 12 percento), cefalea (12 percento vs. 8 percento), eruzione cutanea (12 percento vs. 6 percento) e sinusite (11 percento vs. 9 percento). Le interruzioni a seguito degli eventi avversi sono state del 7 percento per HUMIRA e del 4 percento per il gruppo placebo. Come per qualsiasi programma terapeutico, prima di iniziare la terapia è necessario prendere attentamente in esame i vantaggi e i rischi di HUMIRA.

Nei test clinici di HUMIRA per la spondilite anchilosante, l'artrite psoriasica e la malattia di Crohn, il profilo di sicurezza per i pazienti adulti curati con HUMIRA è simile al profilo di sicurezza rilevato in pazienti adulti affetti da artrite reumatica.

Informazioni su HUMIRA

Negli Stati Uniti, HUMIRA è approvato dall'FDA (Food and Drug Administration) per la riduzione dei segni e della sintomatologia, e per la maggiore remittenza clinica, inibendo così la progressione dei danni strutturali, e migliorando la funzionalità fisica di pazienti adulti con artrite reumatica di entità da moderata a grave.

HUMIRA viene indicato per la riduzione dei segni e dei sintomi di artriti attive, inibendo così la progressione dei danni strutturali, e migliorando la funzionalità fisica di pazienti adulti con artrite psoriasica. HUMIRA può essere utilizzato da solo o in combinazione con il methotrexate o altri farmaci antireumatici in grado di modificare la malattia (DMARD).

HUMIRA è anche approvato per la riduzione dei segni e della sintomatologia nei pazienti affetti da spondilite anchilosante.

All'inizio dell'anno, HUMIRA ha ricevuto l'approvazione per la riduzione dei segni e della sintomatologia e per indurre e mantenere una maggiore remittenza clinica negli adulti affetti dal morbo di Crohn di entità da moderata a grave, e che avevano presentato un risposta non adeguata alle terapie convenzionali, e per la riduzione dei segni e della sintomatologia e per indurre e mantenere una maggiore remittenza clinica in questi pazienti, se non rispondono più o sono diventati intolleranti a infliximab.

Test clinici sono in corso per valutare il potenziale di HUMIRA in altre malattie immuno-mediate.

Informazioni sull'impegno di Abbott per l'immunologia

Abbott è impegnata nella scoperta e sviluppo di trattamenti innovativi per le malattie immunologiche. L'Abbott Bioresearch Center, fondato nel 1989 in Worcester, Mass., Stati Uniti, è una struttura di livello mondiale per la ricerca di base e per le scoperte, a sostegno della ricerca e dello sviluppo di trattamenti biologici. Abbott Biotechnology Limited, inaugurato all'inizio dell'anno a Barceloneta, Puerto Rico, Stati Uniti, è il maggior impianto di produzione per il trattamento anti-TNF di Abbott ed uno dei maggiori centri al mondo per la produzione di anticorpi monoclonali.

Maggiori informazioni su HUMIRA, comprese informazioni complete per le prescrizioni, sono disponibili sul sito Internet http://www.HUMIRA.com oppure dagli Stati Uniti è possibile contattare telefonicamente l'Abbott Medical Information al +1-800-633-9110.

Informazioni su Abbott

Abbott è una società di prodotti sanitari a livello globale che si dedica alla scoperta, sviluppo, produzione e commercializzazione di prodotti farmaceutici e medicali, inclusi specialità alimentari, dispositivi medicali e per la diagnostica. La società conta 65.000 dipendenti e commercializza i propri prodotti in oltre 130 paesi.

I comunicati stampa di Abbott e le altre informazioni sono disponibili sul sito Internet della Società all'indirizzo http://www.abbott.com.

Sito Internet: http://www.abbott.com

FONTE Abbott