I clienti dei servizi elettrici in Germania hanno pagato miliardi di Euro in più a causa della sovrattassa sull'EEG

10 Apr , 2015, 16:06 BST Da mk-group Holding GmbH

AMBURGO, Germania, April 10, 2015 /PRNewswire/ --

Uno dei compiti di un fornitore energetico quale Care-Energy è quello di assicurare la legalità e la correttezza delle bollette, nell'interesse suo e dei suoi clienti. Per effettuare questa verifica si applicano 3 fattori: le bollette energetiche vengono controllate in termini di qualità e quantità del servizio, e in base al diritto di effettuare reclami. Responsabile di queste procedure è il Dipartimento per il controllo dell'energia.

I resoconti annuali iniziali di vari fornitori energetici per il 2014 sono stati pubblicati e sottoposti a rigorosi controlli tenendo in considerazione questi tre fattori.

Il risultato: Grado 5(!)   

Oltre alle critiche relative alla quantità di servizi erogati, il giudizio più duro è stato assegnato al diritto di reclamo, dal momento che i dati indicano che il 100% dei fornitori presi in esame ha applicato in modo errato alle proprie bollette la modifica prevista dalla EEG, la legge tedesca sulle energie rinnovabili (anche detta EEG 2014), facendo pagare ai clienti tedeschi un sovrapprezzo di miliardi di Euro sui costi dell'elettricità.

"Siamo ovviamente pronti ad aiutare i nostri clienti per quanto concerne questo problema e formuleremo un reclamo a loro nome al fine di ottenere un risarcimento dai rispettivi fornitori energetici, oltre a sporgere reclamo a nome dei fornitori stessi per ottenere un rimborso da parte dei rispettivi operatori delle reti di distribuzione. Gli errori che causano danni ai clienti devono essere corretti. I consumatori non devono essere costretti a pagare cifre eccessive: questo è il concetto alla base dei nostri contratti energetici. I clienti devono sempre poter contare su un partner competente che li assista in caso di bisogno. Chiederemo che le cifre indebitamente addebitate vengano restituite ai nostri clienti, qualunque sia il loro fornitore di energia elettrica", ha dichiarato Martin Richard Kristek, CEO di Care-Energy.

Cosa dice la legge sull'argomento?

La EEG (Legge sulle energie rinnovabili) tedesca regola le condizioni generali per le energie rinnovabili, inclusi pagamenti e sovrattasse per gli operatori degli impianti che devono essere corrisposti dai fornitori, i quali poi riflettono tali costi sui clienti come sovrapprezzo: pensiamo che questo sia chiaro a tutti, così come il fatto che questa legge è valida e utile!

Il punto è che questa legge, come qualsiasi altra legge, ha un campo d'applicazione. Tuttavia, la differenza è che per questa legge, diversamente da altre, il campo d'applicazione è la Germania, come si legge nel testo:

Legge per lo sviluppo delle energie rinnovabili (Renewable Energies Act - EEG 2014)

§ 4 Campo d'applicazione

Questa legge si applica agli impianti se e nella misura in cui l'energia elettrica risulta generata nel territorio della Repubblica Federale Tedesca, ivi inclusa la zona economica esclusiva della Germania.

http://www.gesetze-im-internet.de/eeg_2014/__4.html

Ciò significa che la legge, TUTTE le disposizioni in essa contenute e tutte le norme da essa risultanti e a essa riferite si applicano unicamente all'energia elettrica proveniente dagli impianti presenti in Germania, ovvero all'energia prodotta da stabilimenti tedeschi. QUESTO È UN DATO DI FATTO!

L'energia elettrica estera, sia essa verde, grigia o di qualsiasi altro colore, non rientra nel campo d'applicazione di questa legge, quindi gli operatori degli impianti stranieri non ricevono pagamenti anche se forniscono energia alla Germania. In altre parole, alla loro energia non si applicano sovrattasse legate alla EEG dal momento che la legge, e di conseguenza le norme sul sovrapprezzo, non sono valide poiché il campo d'applicazione non permette alcuna diversa interpretazione di questo punto.

Di conseguenza, i fornitori che ricevono dall'estero l'energia che ridistribuiscono (e ne abbiamo controllati molti) non sono autorizzati a richiedere ai propri clienti una sovrattassa in nome della EEG, dal momento che gli stessi operatori della rete di distribuzione non possono applicare sovrapprezzi di questa natura.

Qual è il motivo di ciò? Non esiste alcuna base legale che consenta l'addebito della sovrattassa sulla EEG, che è regolata nella EEG stessa ma è valida e applicabile unicamente per l'energia elettrica generata da impianti presenti nella Repubblica Federale Tedesca, ivi inclusa la zona economica esclusiva della Germania.

Conclusioni: Dal momento che le disposizioni della EEG non possono essere applicate all'energia importata dall'estero, i consumatori possono chiedere ai propri fornitori il totale rimborso della sovrattassa prevista dalla EEG, e i fornitori potranno in seguito rivalersi sugli operatori della rete di distribuzione. Di conseguenza, i fornitori europei che vendono la propria energia elettrica in Germania possono farlo senza applicare la sovrattassa EEG.

Contatto per la stampa:
Care-Energy Holding GmbH
Dessauer Strasse 2-4
20457 Hamburg

Tel: +49-151-42260332
marc.maerz@care-energy.de
http://www.care-energy.de


FONTE mk-group Holding GmbH