I prezzi degli hotel crescono globalmente fino ai livelli registrati nel 2006

10 Set, 2013, 05:00 BST Da Hotels.com

LONDRA, September 10, 2013 /PRNewswire/ --

Secondo l'Hotel Price Index di Hotels.com, con una crescita del 2% nella prima metà del 2013, i prezzi degli hotel si avvicinano a quelli precedenti alla crisi economica

Il prezzo medio di una camera d'albergo a livello globale è salito del 2% nei primi sei mesi del 2013 in confronto allo stesso periodo dell'anno precedente, secondo l'ultimo Hotel Price Index[*] di Hotels.com. La crescita, anche se relativamente contenuta, è in linea con la lenta ripresa delle tariffe registrata sin dall'inizio del 2010, e i prezzi medi sono ora vicini ai livelli del 2006, prima che cominciasse la crisi economica.

     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20120628/540164 )

Creato su base 100 nel 2004, l'HPI traccia i prezzi effettivamente pagati dai viaggiatori negli hotel di tutto il mondo. L'Indice dei primi sei mesi del 2013 si assesta a quota 111, 8 punti in meno rispetto al picco dello stesso periodo del 2007 e solo 11 punti più alto rispetto al momento in cui è stato lanciato.

L'America Latina ha registrato la miglior performance da oltre due anni, con una crescita del 7% dei prezzi degli hotel. Aiutati dal rafforzarsi dell'economia degli USA, il Nord America e i Caraibi hanno registrato performance migliori rispetto alla media globale, con un aumento medio rispettivamente del 3% e del 5%.

Nel Pacifico, il calo dell'industria mineraria australiana ha portato ad un crollo nel numero di viaggiatori business in particolare nell'Australia occidentale e ad una debole crescita dei prezzi degli hotel dell'1%. Con l'Eurozona in procinto di uscire dalla recessione, i prezzi degli hotel in Europa e Medio Oriente sono rimasti stabili, con un lieve incremento dell'1%.

David Roche, Presidente di Hotels.com, ha commentato: "Non c'è dubbio che i prezzi degli hotel in Europa siano stati duramente colpiti dalla crisi economica a partire dal 2008/2009. Il fatto che l'Eurozona abbia fatto registrare una crescita nei primi sei mesi del 2013 è segno che la crisi economica si sta attenuando, benché non sia ancora completamente finita. Molte delle destinazioni colpite più duramente dalla recessione hanno visto i prezzi rimanere stabili, mentre alcune hanno fatto registrare rialzi incoraggianti".

L'Asia è stata l'unica regione a far registrare un calo dei prezzi del 2% nella prima metà del 2013. Alcune città all'interno di quest'area hanno avuto buoni risultati, ma l'indebolimento dello Yen e della Rupia, insieme al calo del numero di viaggiatori interni in Cina, ha contribuito a questo risultato. Comunque, i viaggi dalla Cina non hanno ancora risentito del rallentamento dell'economia del Paese e hanno continuato a crescere.

"Un altro fenomeno che ha avuto un grosso impatto sui prezzi degli hotel è la rapida e importante crescita del numero di viaggiatori internazionali cinesi", continua David Roche. "La Cina è diventata ufficialmente il mercato turistico più grande al mondo con una stima, secondo il rapporto 2013 della China Tourism Academy, di 83 milioni di viaggi oltreconfine fatti dai cittadini cinesi. L'Organizzazione Mondiale del Turismo delle Nazioni Unite ha inoltre dichiarato che i viaggiatori cinesi hanno speso 102 miliardi di dollari in viaggi internazionali nel 2012, il 40% in più rispetto al 2011, superando mercati turistici consolidati come la Germania e gli Stati Uniti. I viaggi oltreconfine sono un obiettivo per molti, in particolare per i viaggiatori più giovani con disponibilità economica per viaggiare all'estero".

*. L'Hotel Price Index (HPI) è un'analisi condotta regolarmente da Hotels.com sui prezzi degli hotel nelle principali destinazioni turistiche in tutto il mondo. L'HPI si basa sulle prenotazioni effettuate in oltre 150.000 strutture presenti su Hotels.com in circa 19.800 destinazioni. L'HPI registra i prezzi per camera effettivamente pagati dai clienti di Hotels.com in tutto il mondo, utilizzando una media ponderata basata sul numero di camere vendute in ciascun mercato in cui opera il sito. L'HPI viene stilato in base a tutte le transazioni rilevanti effettuate su Hotels.com, in valuta locale, ponderate in base alla dimensione di ogni mercato. Rappresentando le variazioni dei prezzi degli alberghi in un indice, Hotels.com riesce a illustrare le effettive variazioni percepite dai clienti, senza creare distorsioni dovute alle fluttuazioni valutarie.

http://press.hotels.com/hotel-price-index-h1-2013/

Referenze:

Homepage:http://it.hotels.com/

Hotels.com

Hotels.com è un'azienda leader nella prenotazione di hotel online con oltre 220.000 strutture disponibili in tutto il mondo, da hotel indipendenti a catene alberghiere fino a sistemazioni in appartamento e bed & breakfast, e fornisce  tutte le informazioni necessarie per organizzare un soggiorno perfetto. Hotels.com  si avvale di una delle più vaste reti di negoziatori del settore alberghiero in grado di ottenere le migliori tariffe per i suoi clienti e offrire frequentemente saldi, offerte speciali e promozioni. L'invio costante di newsletter ai clienti assicura la promozione di pacchetti esclusivi e anticipa l'inizio delle campagne di saldi. Hotels.com consente ai propri utenti di lasciare un commento sull'albergo nel quale si è soggiornato generando in modo del tutto indipendente una vera e propria classifica dei propri hotel (attualmente sul sito sono disponibili oltre 7 milioni di commenti). L'azienda, inoltre, promuove il programma di fedeltà Welcome Rewards che permette di ottenere una notte gratis ogni dieci prenotate tramite il sito in più di 85.000 strutture aderenti. Se un cliente dovesse trovare una tariffa più vantaggiosa in un hotel già pagato online su Hotels.com, verrà rimborsato con la differenza di prezzo. Gli utenti possono prenotare comodamente online oppure attraverso un call-center all' 800 917957 (attivo dalle 8 alle 23 dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 21 il sabato e dalle 10 alle 22 la domenica). Hotels.com ha lanciato applicazioni per telefoni cellulari e tablet, tutte scaricabili gratuitamente dal sito http://it.hotels.com/offerte/mobile_it/. Le applicazioni permettono agli utenti di cercare e prenotare una struttura scegliendo fra più di 20.000 offerte last minute in tutto il mondo. Negli ultimi otto anni, con una frequenza bi-annuale, Hotels.com ha pubblicato l'Hotels.com Hotel Price Index: un'analisi internazionale sull'andamento dei prezzi delle camere di hotel, ora prodotta in 31 edizioni locali http://it.hotels.com/customer_care/pillar/welcomerewards.html.

Per diventare fan di Hotels.com su Facebook visita il profilo Hotels.com Italia; segui Hotels-com Italia anche su Twitter.

Hotels.com è una società del Gruppo Expedia, la più grande compagnia online di viaggi a livello mondiale con un ampio portfolio che include i più rinomati brand internazionali.

FONTE Hotels.com