Il quinto anniversario di ENISA: un'intervista con Andrea Pirotti, Direttore esecutivo

07 Ott, 2009, 07:00 BST Da ENISA - European Network and Information Security Agency

BRUXELLES e HERAKLION, Grecia, October 6 /PRNewswire/ --

- ENISA è un centro di competenze per la sicurezza delle reti e dell' informazione in Europa

Nel colloquio che segue Andrea Pirotti, Direttore esecutivo di ENISA, parla dello sviluppo di ENISA e del suo quinto anniversario. Andrea Pirotti, Direttore esecutivo di ENISA.

Per vedere la multimedia news release clicca qui: http://www2.prnewswire.com/mnr/prne/enisa/37555

Lei è direttore esecutivo di ENISA dal 2004; da allora, come si è sviluppata ENISA?

ENISA è ormai un'Agenzia per la sicurezza informatica (NIS, Network and Information Security) ben affermata e un punto di riferimento per la comunità degli interlocutori in materia di NIS. È diventata protagonista a livello internazionale. Questa è una breve descrizione della sua storia fino ad oggi:

2004 - Ottobre: inizio generale delle attività dell'Agenzia a Bruxelles.

2005 - La prima parte dell'anno è stata destinata alle procedure amministrative e di assunzione del personale, alla preparazione di un gruppo d'interlocutori permanenti (PSG, Permanent Stakeholders Group) e alla preparazione al trasferimento nella nostra sede a Creta, in agosto.

2006 - Abbiamo implementato il primo Programma di lavoro annuale in base ai compiti elencati nell'articolo 3 del regolamento ENISA. La seconda fase di allestimento dell'Agenzia ha presentato varie difficoltà, ma le assunzioni e l'organizzazione interna sono state concluse con successo.

2007 - ENISA si è proposta di concentrare le proprie attività su tre aree principali NIS per un periodo di almeno tre anni; sono così nati i Programmi tematici pluriennali (MTP, Multiyear Thematic Programmes). ENISA ha dovuto affrontare un momento difficile quando, varie correnti hanno fatto pressione affinché fosse inglobata in una nuova agenzia per le telecomunicazioni, cosa che fortunatamente non è mai avvenuta. Una visita di ispezione di ENISA, a Creta, da parte del Parlamento Europeo ha mostrato in modo evidente la necessità dell'esistenza di ENISA come Centro di competenze per la sicurezza delle reti e dell' informazione e ha confermando la validità dell'operato svolto fino a quel momento. La proposta della Commissione relativa alla chiusura di ENISA è stata quindi respinta.

2008 - L'Agenzia ha attuato il suo primo Programma di lavoro in base agli MTP triennali. L'attività è stata sviluppata in maniera più specifica, aumentandone l'impatto. Il Parlamento Europeo, di comune accordo con il Consiglio, ha prolungato il mandato dell'Agenzia per altri tre anni, sino a marzo 2012.

I vari interlocutori hanno espresso chiaramente l'opinione che l'Agenzia dovrebbe aumentare la propria competenza tecnica. ENISA ha stabilito un processo di controllo interno che è stato giudicato dalle istituzioni centrali dell'Unione Europea come uno dei migliori sistemi di controllo all'interno della Commissione; pertanto, in più di un'occasione è stato richiesto all'Agenzia di presentarlo alle Direzioni Generali della Commissione e ad altre Agenzie.

La prima Scuola estiva NIS, ospitata da ENISA e FORTH, è stata tenuta a Hersonissos, Creta, con innegabile successo.

2009 - ENISA sta attuando il Programma di lavoro MTP del secondo anno. Le istituzioni UE e gli stati membri hanno espresso inequivocabilmente la necessità di maggiore supporto tecnico da parte dell'Agenzia e hanno suggerito ulteriori compiti per la stessa. Quindi l'organigramma ha visto un ridimensionamento del personale amministrativo e un ampliamento del personale tecnico. Sono stati avviati i lavori di costruzione della nuova sede di ENISA, che sarà pronta entro la fine del 2012 e che accoglierà un'Agenzia di dimensioni maggiori.

Il governo Ellenico ha offerto all'Agenzia un ufficio presso l'aeroporto internazionale di Atene, un vero e proprio ufficio di passaggio per riunioni, compresa quella tra il Consiglio di amministrazione e il PSG. Ciò fa della nostra Agenzia una delle più affermate tra le 25 esistenti.

Il secondo anno della Scuola estiva NIS si è svolto nella medesima sede del 2008 e ha riscosso un successo pari a quello della prima edizione.

È stato lanciato il nostro nuovo sito web, con applicazioni interattive e più sicure.

Quali sono le principali sfide da affrontare, oggi e in futuro, nell'area della sicurezza dell'informazione e delle reti?

Ritengo che le sfide principali siano:

- Creare una comunità consapevole e proattiva in grado di riconoscere i pericoli, in continua evoluzione, e rispondervi in modo pratico.

- Costruire un'infrastruttura per ottenere servizi sicuri a livello nazionale e pan-europeo.

In primo piano: il quinto anniversario di ENISA con Andrea Pirotti

- Riconoscere le tendenze tecnologiche e assicurare che le architetture siano protette tramite modelli di sicurezza appropriati. In breve, ritengo che l'impegno di ENISA, unitamente a quello degli Stati membri, possa contrapporsi efficacemente agli attacchi avversi, purché le politiche europee a breve termine non rendano vane le competenze dell'Agenzia.

In questi cinque anni, ha osservato nessun cambiamento nell'approccio degli Stati membri e di altri paesi alla sicurezza dell' informazione e delle reti?

Sì, l'atteggiamento generale degli Stati membri è senz'altro cambiato. Per quanto concerne la sicurezza dell' informazione e delle reti, i paesi europei si possono suddividere in due gruppi: quelli che già dispongono delle strutture adatte e quelli che stanno mettendosi alla pari. I primi, ben preparati, hanno condiviso le proprie conoscenze con ENISA per aiutare l'Agenzia a valutare il livello, in termini di sicurezza dell'informazione e delle reti, di diversi interlocutori internazionali; i secondi hanno destinato più risorse alla sicurezza dell'informazione e delle reti in tutti i campi, stabilendo nuovi CERT, attuando campagne di sensibilizzazione, ecc.

Quale ritiene che sia, per ENISA, il fattore chiave per rimanere al passo con le più recenti informazioni sulla sicurezza?

ENISA deve continuare ad aumentare la sua competenza tecnica, conservando la connessione con i principali attori nel settore NIS, e a scrutare l'orizzonte per essere in grado di avvisare l'Europa dei potenziali rischi per il futuro.

Secondo lei, quali sono alcuni dei principali risultati conseguiti da ENISA fino a questo momento?

ENISA, con l'appoggio esterno dell'istituto di ricerca che la ospita (FORTH), ha instaurato la tradizione annuale della Scuola estiva NIS a Creta. Il suo mandato è stato prolungato sino a marzo 2012 per garantire la sicurezza in Europa.

I rapporti, gli studi e le opinioni che pubblichiamo stanno diventando rapidamente una base solida per la società NIS. Tendiamo a risultati concreti e offriamo ai contribuenti europei una buona redditività del capitale investito in ENISA consentendo loro un accesso sicuro alla rete.

Come celebrerà ENISA, il suo quinto anniversario?

Siamo professionisti che operano per un futuro in continuo mutamento. Festeggeremo l'inizio del quinto anno di attività di ENISA nella nostra sede con un pranzo informale e un breve discorso riepilogativo della nostra storia. L'utilità del lavoro svolto è, per noi, la migliore celebrazione. Quest'anno lascerò la mia posizione di comando della "nave" ENISA, poiché scadrà il mio mandato cuinquennale. Passerò al prossimo Direttore esecutivo, il Dr. Udo Helmbrecht (di nazionalità tedesca), le redini di un'Agenzia che si trova ormai in una posizione ottima per far fronte alle sfide nel settore della sicurezza dell' informazione e delle reti, dotata di una maggiore competenza tecnica e di un'amministrazione ben riorganizzata. In primo piano: il quinto anniversario di ENISA con Andrea Pirotti

    
    Per ulteriori informazioni contattare:
    Sarah Capogrossi, Assistente alle comunicazioni e alla stampa, ENISA,
    press@enisa.europa.eu,
    Tel. cellulare: +30-6948-460-124

FONTE ENISA - European Network and Information Security Agency