In base alla nuova classifica le economie dell'Europa dell'Est stanno colmando le lacune di competitività

30 Mag, 2016, 19:00 BST Da IMD International

LOSANNA, Svizzera, May 30, 2016 /PRNewswire/ --

Uno studio dell'IMD World Competitiveness Center ha rivelato che le nazioni dell'Europa dell'Est stanno rapidamente rivaleggiando con le loro controparti occidentali più affermate in termini di competitività economica.

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20160527/372946-INFO )

In base all'ultima edizione della prestigiosa classifica World Competitiveness Ranking, le economie della Lettonia, della Repubblica slovacca e della Slovenia sono tra le economie in maggior rapida crescita al mondo.

Tutte queste economie hanno scalato 6 posti in classifica nel 2015, un risultato superato soltanto dall'Irlanda e dai Paesi Bassi, con il posizionamento della Lettonia al numero 37, della Repubblica slovacca al numero 40 e della Slovenia al numero 43.

L'IMD business school ha pubblicato questa classifica una volta all'anno fin dal 1989; questo rapporto è universalmente considerato la più importante valutazione annuale della competitività tra Paesi.

L'edizione del 2016 colloca Hong Kong, Cina, al primo posto, la Svizzera al secondo posto e gli U.S.A. al terzo posto, con Singapore, Svezia, Danimarca, Irlanda, Paesi Bassi, Norvegia e Canada a occupare le restanti posizioni della top 10.

Il Professor Arturo Bris, direttore dell'IMD World Competitiveness Center, ha dichiarato: "L'impressionante performance delle economie dell'Europa dell'Est, nel complesso, è un dato estremamente positivo.

"Il pattern comune di tutti i paesi della top 20 è il loro focus sulle normative favorevoli alle imprese, sulle infrastrutture fisiche e intangibili e sulle istituzioni inclusive. Si tratta di qualità largamente riconosciute e adottate da molte economie dell'Europa dell'Est, e l'ingresso nella top 20 potrebbe essere a portata di mano".

La Repubblica Ceca, al 27° posto, è attualmente l'economia più competitiva dell'Europa dell'Est, seguita da Lituania (30ª), Estonia (31ª) e Polonia (33ª).

Per fare un confronto, la Francia occupa la 32ª posizione, la Spagna la 34ª e l'Italia la 35ª.

Ungheria e Bulgaria, rispettivamente al 46° e 50° posto, hanno a loro volta migliorato il proprio posizionamento del 2015.

Il professor Bris ha dichiarato: "La forza trainante dei progressi generali sul territorio europeo è l'efficienza del settore pubblico, che sta recuperando velocemente dopo la crisi finanziaria.

"Irlanda e Paesi Bassi hanno registrato i maggiori progressi rispetto alle altre economie, mentre Svezia, Belgio, Spagna e Italia sono tra i Paesi che hanno registrato a loro volta un continuo miglioramento".

I dettagli completi della classifica dell'IMD World Competitiveness Center sono disponibili all'indirizzo https://worldcompetitiveness.imd.org/Press/ - Contattare il reparto Relazioni con i media di IMD per ottenere le credenziali di accesso.

Informazioni su IMD  

IMD è uno dei migliori istituti di amministrazione aziendale, con una comprovata esperienza nel campo dello sviluppo di leader globali grazie all'implementazione di formazione dirigenziale estremamente efficace.

CONTATTI PER I MEDIA:  Aicha Besser, +41-21-618-0507 aicha.besser@imd.org


FONTE IMD International