Incontro previsto per la prossima settimana a Amman, Giordania, di funzionari governativi, dirigenti aziendali e responsabili di servizi finanziari in occasione della Conferenza sulle principali attività commerciali e gli investimenti finanziari della regione

12 Mag, 2005, 15:17 BST Da Export-Import Bank of the United States

AMMAN, Giordania, May 12 /PRNewswire/ -- Programma ambizioso e unico della Conferenza sulle principali attività commerciali e gli investimenti finanziari del Medio Oriente allargato e del Nord Africa che si terrà la prossima settimana a Amman, Giordania, in data 17-19 maggio, 2005. I governi di Giordania e Stati Uniti ospiteranno la Conferenza --- e se il numero di funzionari dei quali è prevista la partecipazione può essere garanzia di successo, la Conferenza inizia sotto i migliori auspici.

La Conferenza è uno dei momenti di incontro più importanti di funzionari governativi, rappresentanti di enti per il commercio e lo sviluppo, e del settore privato riunitisi nel Vicino Oriente.

L'elenco dei presenti include ministri, dirigenti al vertice di importanti aziende e presidenti di istituti finanziari provenienti da Medio Oriente, Nord Africa, Europa, Nord America e Asia.

A presenziare e partecipare alle presentazioni della Conferenza sono funzionari ministeriali provenienti da molte nazioni, tra cui Afghanistan, Algeria, Egitto, Giordania, Libano, Marocco, Pakistan, l'Autorità Palestinese, Qatar, e Yemen.

Inoltre, è prevista la partecipazione alla conferenza di funzionari di istituti di credito all'esportazione e degli investimenti finanziari del G-8 provenienti dalle più grandi democrazie industriali del mondo: Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Russia, Regno Unito, Stati Uniti, congiuntamente a organizzazioni internazionali quali Islamic Development Bank Group (Gruppo bancario per lo sviluppo dell'Islam); Islamic Corporation for Insurance of Investments and Export Credit (Corporazione islamica per l'assicurazione degli investimenti e il credito all'esportazione); World Bank Group (Banca Mondiale) ; the Berne Union (Unione di Berna); e Organization for Economic Co-operation and Development (Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico).

I partecipanti in rappresentanza di gruppi industriali includono dirigenti di aziende quali le compagnie di telecomunicazioni Alcatel, Siemens, e New Generations; Qatar Petroleum; Case New Holland, produttore di attrezzature agricole e per costruzioni; aziende tecniche quali SNC Lavalin, JGC Corporation e Black and Veatch; produttori aerospaziali quali Boeing e Rolls Royce, così come Royal Air Maroc e Royal Jordanian Airlines.

Le imprese private operanti nel settore finanziario la cui presenza è prevista alla Conferenza come da programma, includono Arab Banking Corporation (B.S.C.); Coface, affiliata di Natexis Banques Populaires e Banque Populaire Group; Commercial International Bank, Egitto; Export and Finance Bank, Giordania; Euler Hermes, Germania; IBEX-Bank; Mizuho Corporate Bank Ltd.; National Bank of Kuwait; Citigroup; e Zurich Emerging Markets Solutions.

Con la cooperazione degli istituti di credito all'esportazione del G-8, la Conferenza è volta a discutere una serie di argomenti, tra i quali scambi commerciali chiave, sviluppo economico, investimenti e strategie finanziarie per i paesi del Medio Oriente allargato e del Nord Africa, che comprende Afghanistan, Algeria, Bahrain, Egitto, Iraq, Israele, Giordania, Kuwait, Libano, Marocco, Oman, Pakistan, West Bank e Gaza, Qatar, Arabia Saudita, Tunisia, Turchia, Emirati Arabi Uniti, e Yemen.

La conferenza è in linea con l'impegno volto alla riforma economica assunto dai leader presenti al G-8 e degli stati del Medio Oriente allargato e del Nord Africa nel Summit tenutosi a giugno 2004 presso Sea Island (Georgia) e negli incontri successivi tenutisi nel dicembre 2004 in Marocco nel corso del Forum per il Futuro.

"I benefici della conferenza si protrarrano ben oltre i tre giorni dell'evento," ha affermato Philip Merrill, presidente della EX-Im Bank. "Le interazioni tra i maggiori funzionari governativi dei 27 stati e i dirigenti del settore privato fungeranno da catalizzatore per la riforma economica e lo sviluppo negli stati del Medio Oriente allargato e del Nord Africa. La disponibilità rivelata dalla convergenza di questi leader a Amman testimonia il loro impegno nei rispettivi stati di appartenenza, dando vita a transazioni effettive e a una reale crescita economica," ha continuato Merrill.

Il programma pone l'attenzione su un'ampia gamma di proposte riguardanti investimenti commerciali, aspetti finanziari e servizi, oltre a proposte relative a settore agricolo, information technology, finanza in Islam, petrolio e gas, proprietà intellettuale e politica della concorrenza, telecomunicazioni, trasporti, e risorse idriche.

La conferenza offre un'opportunità unica per governi, imprese, e istituti finanziari del Medio Oriente allargato e del Nord Africa per discutere i punti chiave della riforma economica e per interagire con le maggiori multinazionali e imprese finanziarie pubbliche e private del G-8. È prevista la partecipazione di un numero di persone comprese tra 300-400.

La conferenza integra il dibattito sulle problematiche evidenziate negli incontri World Economic Forum (Forum economico mondiale) tenutosi in Giordania in data 20, 21 e 22 maggio.

Per gli Stati Uniti, la Conferenza è sponsorizzata dalla Export-Import Bank of the United States, congiuntamente a Overseas Private Investment Corporation, la U.S. Trade and Development Agency, il Foreign Commercial Service del Dipartimento del commercio degli Stati Uniti, e il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti.

Sito web: http://www.exim.gov

FONTE Export-Import Bank of the United States