Intersolar 2008: Il quadro giuridico riformato dimostra l'impegno della Germania nel settore del solare

12 Giu, 2008, 09:00 BST Da Invest in Germany

BERLINO, June 12 /PRNewswire/ -- Intersolar 2008 debutta con notizie incoraggianti per gli investitori nel solare. Il favorevole quadro giuridico della Germania che ha portato il settore al successo, è assicurato. Poco prima dell'apertura della più grande fiera campionaria sulla tecnologia solare nel mondo, che avrà luogo dal 12 al 14 giungo a Monaco, Germania, il parlamento ha ribadito il suo impegno nel settore dell'energia solare approvando una Legge sulle Energie Rinnovabili (conosciuta come EEG) riformata.

La Germania è diventata velocemente il mercato principale nel settore dell'energia solare nel mondo. I numeri confermano i fatti: il suo 3,8 GWp (gigawatt di picco) della capacità fotovoltaica (FV) installata ammonta a quasi la metà del mercato dell'energia solare nel mondo. Questa capacità sta contribuendo alle notevoli entrate delle aziende nel settore fotovoltaico (FV) situate in Germania. Nel 2007 le entrate dell'industria FV hanno raggiunto i 5,5 miliardi di Euro. Gli esperti riferiscono che il mercato è ben lontano dall'essere esaurito. Si prevede, piuttosto, un'ulteriore crescita del mercato del 15-25%.

Il successo del settore in Germania dipende da molti fattori:

Il vasto gruppo di lavoratori qualificati della nazione implica che i prodotti possono passare velocemente dalla fase di progettazione all'implementazione. Il tasso dei difetti del prodotto è anch'esso molto basso. Una fitta rete di ricerca permette di esaminare le idee e di implementarle velocemente ed efficacemente nei nuovi prodotti. Gli enti pubblici in Germania sostengono anch'essi il FV e processano puntualmente le domande per la costruzione.

L'EEG è, comunque, uno dei maggiori vantaggi della Germania. Prevede che ai proprietari di attrezzature per il fotovoltaico, come i sistemi solari, venga pagata un'incentivazione ("feed-in tariff") per l'energia solare che viene venduta alla griglia pubblica. La tariffa, valida per 20 anni, rende vantaggioso il possesso di sistemi solari da parte dei proprietari di abitazioni, di attività commerciali e di altre istituzioni. Questo, a sua volta, crea un mercato domestico che trasforma la Germania in un sito attraente dove produrre e vendere moduli e componenti FV.

In base alla legislazione originale, la tariffa era stata diminuita del cinque per cento ogni anno, per incoraggiare la riduzione dei costi e dell'efficienza. L'industria del solare sta lavorando per raggiungere una "grid-parity" (costo del kWh fotovoltaico uguale al kWh convenzionale), il punto in cui l'elettricità ottenuta dall'energia solare costa quanto quella proveniente dalle fonti convenzionali.

Il parlamento ha accettato, in questo momento, di fissare la riduzione della tariffa annuale tra l'otto e il dieci per cento nel 2009 e 2010 e poi al nove per cento annuale il prossimo 2011. I rappresentanti del settore dell'energia solare hanno annunciato la loro soddisfazione per la decisione.

"Questo voto mantiene la Germania al primo posto come sito per gli investimenti nel settore FV, offrendo contemporaneamente un ulteriore impulso nella corsa verso la "grid-parity" ", ha preso atto Nikolai Dobrott, Consulente senior e direttore del team per le Energie Rinnovabili presso Invest in Germany.

Invest in Germany è l'agenzia della Repubblica Federale Tedesca per la promozione degli investimenti verso l'interno. Fornisce agli investitori un esauriente supporto dalla selezione del sito all'implementazione delle decisioni sull'investimento.

    
    Eva Henkel
    Tel. +49-302-00099-173
    Fax +49-302-00099-111
    henkel@invest-in-germany.com

FONTE Invest in Germany