La Bulgaria lancia lo sviluppo del Piano Nazionale contro l'Epatite

03 Lug, 2012, 11:00 BST Da European Liver Patients Association

SOFIA, Bulgaria, July 3, 2012 /PRNewswire/ --

Il Ministro per la Salute bulgaro e l'Associazione Europea dei Pazienti malati di Cancro al Fegato (ELPA, European Liver Patient Association) lanceranno lo sviluppo del Piano Nazionale contro l'Epatite il 5 Luglio prossimo, nel contesto del tavolo di discussione con esperti internazionali di epatite virale nel Parlamento Bulgaro.

Questo dibattito segna l'inizio di una serie di azioni il cui obiettivo e' di aumentare il livello di sensibilizzazione sull'Epatite virale nel mondo, con il 28 Giugno a segnare la Giornata Mondiale dell'Epatite, l'evento annual di maggiore respiro sul tema.

Sul Piano Nazionale contro l'Epatite, il ministro per la Salute bulgaro Desislava Atanasova ha detto: "Nonostante siamo tra i paesi piu' poveri nell'UE, la Bulgaria ha accettato questa sfida".

Tra gli altri paesi Europei, soltanto la Francia e la Scozia hanno sviluppato ed implementato un piano nazionale contro l'Epatite fino ad oggi.

La signora Atanasova ha annunciato alcuni degli aspetti che il Piano sviluppera', e tra gli elementi sui quali verrano fatti I maggiori sforzi compaiono "la prevenzione e l'educazione dei cittadini sul tema ed il miglioramento dell'accesso agli esami diagnostici e al trattamento della malattia".

La Presidente di ELPA, Tatjana Reic, ha sottolineato le difficolta' nel diagnosticare una malattia che, come nel caso dell'epatite virale, puo' presentarsi asintomaticamente nel corpo umano anche per un periodo di tempo molto lungo: "E' difficile avere un quadro preciso dei pazienti malati di epatite in Bulgaria. Le ultime stime ufficiali risalgono a 15 anni fa ed ELPA crede che ci siano piu' di 500.000 persone in Bulgaria affette da Epatite B e C".

La seconda parte del dibattito e'stata dedicata allo scambio di best practices nei Paesi Membri. La Signora Reic ha spiegato che "l'obiettivo e' quello di diminuire il numero di nuove infezioni e di migliorare la qualita' della vita dei pazienti che soffrono di Epatite B o C a livello nazionale".

Il tavolo di lavoro riunira' esperti provenienti da diverse organizzazioni, tra cui la Commissione Europea, ECDC, WHO, EASL, ELPA, alcuni esperti dalla Francia e dalla Scozia, EPF e WHA, per citarne alcuni.

A supporto di questa iniziativa, ELPA ha commissionato ad HCP, Health Consumer Powerhouse, lo sviluppo di un Indice Europeo dell'Epatite , con una classifica dei Paesi Membri UE (piu' la Norvegia, la Croazia e la Svizzera) in base alla loro performance nel curare l'Epatite B e C. L'Indice potra' essere uno strumento importante per migliorare il trattamento delle malattie connesse all'epatite virale ed il suo lancio e' atteso per Ottobre 2012 a Bruxelles.

http://www.elpa-info.org

FONTE European Liver Patients Association