La Corte Suprema dello Stato di New York approva la prima distribuzione in contanti provvisoria di 167 milioni di dollari USA agli investitori della J. Ezra Merkin-Managed Ariel Fund Limited; la distribuzione è curata da Bart M. Schwartz, che ricopre il ruolo di Curatore, prima della fine del 2010

05 Gen, 2011, 14:00 GMT Da Bart M. Schwartz

NEW YORK, January 5, 2011 /PRNewswire/ --

Il giudice Richard B. Lowe, III, della Corte Suprema dello Stato di New York a Manhattan, ha accettato l'istanza di Bart M. Schwartz, Curatore di Ariel Fund Limited, un fondo d'investimento privato in precedenza gestito da J. Ezra Merkin che è accusato di avere investito in segreto più di un quarto del suo patrimonio in Bernard L. Madoff Investment Securities, tale istanza era volta a distribuire 167 milioni di dollari USA di proventi in contanti da investimenti agli investitori che hanno subito delle perdite a causa del fondo. I pagamenti sono stati inviati a tutti gli investitori del fondo in modo che fossero recapitati prima della fine del 2010 (ad eccezione di Merkin e dei suoi affiliati, i cui pagamenti relativi al pacchetto azionario di investimento nel fondo sono stati trattenuti dal Curatore in attesa della risoluzione finale delle richieste di risarcimento a carico di Merkin, che comprendono, tra le altre, le richieste di risarcimento presentate dal Procuratore generale di New York, e direttamente dal Curatore). Schwartz è stato nominato Curatore dal giudice Lowe a seguito dell'azione legale intentata dall'allora Procuratore generale Andrew Cuomo.

Quando a Schwartz è stato chiesto di esprimere dei commenti sulla prima distribuzione provvisoria, egli ha dichiarato, "Mi rallegro della decisione presa dal giudice Lowe di permetterci di fare la prima distribuzione provvisoria in contanti a favore degli investitori colpiti, e sono davvero felice perché siamo riusciti a inviare i pagamenti prima della fine del 2010. Si tratta di una questione complessa, che ha richiesto una notevole sorveglianza e controllo da parte del giudice Lowe e dello Special Master nominato dal Tribunale, Leslie Treff, per tutelare gli interessi di tutte le parti, mentre ci si sta adoperando per aiutare gli investitori danneggiati." Schwartz ha quindi proseguito dicendo, "proseguiremo con i nostri sforzi per trarre il massimo dei profitti per gli investitori, anche attraverso la liquidazione prudente, tesa a salvaguardare il valore dei circa 500 milioni di dollari USA di valore stimato dei beni residui, e attraverso ulteriori recuperi a carico di parti negligenti. Nell'effettuare questa prima distribuzione provvisoria a favore degli investitori, abbiamo fatto in modo tale da conservare riserve sufficienti per fare fronte a tutte le necessità operative del fondo per il futuro, oltre a ogni eventuale e ragionevole responsabilità nei confronti dei creditori."

Per quanto riguarda le prospettive e i tempi per le prossime distribuzioni provvisorie a favore degli investitori, Schwartz ha dichiarato, "Stiamo facendo dei buoni progressi nei nostri sforzi mirati alla realizzazione di valore, e speriamo di trovarci nelle condizioni di fare un'ulteriore distribuzione provvisoria in contanti a favore degli investitori del fondo nel corso del secondo o del terzo trimestre del 2011."

Nel descrivere il quadro legale di riferimento per la prima distribuzione provvisoria, il consulente del Curatore, James C. McCarroll della Reed Smith LLP, ha dichiarato, "Siamo contenti di avere avuto il nostro ruolo nel cogliere questo primo risultato molto favorevole per gli investitori del fondo. Per poter distribuire contanti agli investitori in un fondo domiciliato nelle Cayman, attraverso il Tribunale per le Amministrazioni controllate dello stato di New York, con più richieste di risarcimento da presunti creditori, è stato necessario eseguire un'attenta analisi e strutturazione del piano di distribuzione. Attendiamo la possibilità di poter partecipare a ulteriori distribuzioni a favore degli investitori, non appena gli esiti degli investimenti e delle richieste di risarcimento saranno disponibili."

Il caso è The People of the State of New York v. J. Ezra Merkin, et al. (La cittadinanza dello stato di New York contro Ezra Merkin, et al.) (N. indice 450879/2009).

FONTE Bart M. Schwartz