La Far East Energy annuncia una produzione di gas

09 Apr , 2009, 12:53 BST Da Far East Energy Corporation

HOUSTON, April 9 /PRNewswire/ --

La Far East Energy Corporation (OTC Bulletin Board: FEEC) ha annunciato oggi di aver raggiunto un livello critico di pressione di desorbimento (CDP) in una parte della zona pilota 1H del suo complesso di Shouyang, nella provincia di Shanxi, Cina. La produzione di gas nel complesso di Shouyang è aumentata, su base pressoché giornaliera, dal 1 gennaio, con un incremento del 300% circa negli ultimi tre mesi. La produzione della zona 1H supera al momento i 200.000 piedi cubi (200 Mpc) al giorno. La Far East ritiene che la quantità di gas prodotto nell'area sia sufficiente per dare inizio alle trattative con il proprio partner cinese, la China United Coalbed Methane Company (CUCBM), in merito ad un accordo sulla commercializzazione del gas, che consentirebbe alla Far East di vendere il proprio gas assieme alla CUCBM servendosi di uno stabilimento destinato alla vendita. La Far East ritiene che qualsiasi stabilimento per la vendita del gas dovrebbe inizialmente contenere gas naturale compresso (GNC) e avere verosimilmente una capacità variabile fra 1.000.000 e 3.000.000 piedi cubi al giorno. Detto stabilimento dovrebbe essere costruito in previsione di un successivo ampliamento, nel caso in cui l'area di desorbimento dovesse espandersi e fosse prodotto più gas da destinare alla vendita.

Due pozzi nella zona pilota 1H producono al momento oltre 50 Mpc al giorno, mentre un terzo pozzo produce circa 40 Mpc al giorno. Questi tre pozzi sembrano soddisfare i requisiti per le riserve cinesi, purché mantengano livelli di produzione sufficienti fino all'ottenimento della certificazione ufficiale. La Far East tiene a sottolineare che, in qualsiasi attività di esplorazione di petrolio e gas, taluni eventi potrebbero causare riduzioni nella quantità di gas prodotto dai suddetti tre pozzi e/o in generale dall'area interessata.

Ha dichiarato Michael R. McElwrath, amministratore delegato della Far East: "Questa è una notizia che attendevamo con impazienza. Raggiungere il livello CDP fuga ogni dubbio sul fatto che le riserve di carbone nella zona pilota possano essere prosciugate e che, per produrre gas, si debba raggiungere il livello CDP. Ora che abbiamo raggiunto una produzione superiore a 200 Mpc al giorno, conta ancora di più il fatto che si possa dare inizio alle trattative con la CUCBM per vendere il gas e generare profitti. Ciò costituisce un passo avanti importante nella realizzazione del nostro piano di sviluppo generale in quest'area".

McElwrath ha poi aggiunto: "Considerando che sempre più aree della zona pilota raggiungono il livello CDP, riteniamo che presto vedremo nuovi pozzi produrre consistenti volumi di gas. Contiamo di iniziare i lavori per tre pozzi deviati, all'interno della zona pilota 1H, entro le prossime settimane. Questi pozzi dovrebbero aumentare la produzione di acqua e, ci auguriamo, massimizzare la produzione di gas della zona pilota 1H. Una volta ultimati i tre pozzi, intendiamo cominciare ad aumentare la distanza tra quelli successivi. Estendendo l'area prosciugata e la distanza tra i pozzi, l'alto tasso di permeabilità che in origine ha permesso all'acqua di raggiungere i nostri pozzi da grandi distanze dovrebbe consentire al gas di fare lo stesso. Ciò ci permetterebbe di capitalizzare i tipici vantaggi offerti dall'alta permeabilità, ossia perforare meno pozzi, produrre una maggiore quantità di gas per pozzo e mantenere livelli più alti di produzione sul lungo termine, rispetto ad un'area con una permeabilità inferiore, ottenendo così economie superiori".

Nel marzo 2008, la Far East ha reso noti i risultati di uno studio indipendente di simulazione sulle riserve di letti di carbone per l'estrazione del metano nella zona pilota del complesso di Shouyang, condotto in quattro mesi dall'Advanced Resources International, Inc. ("ARI") di Houston, Texas (USA). All'epoca, la ARI aveva concluso che "...sulla base delle previsioni dei modelli di pressione della riserva, il prosciugamento del giacimento di carbone n. 15 si sta verificando e si sta avvicinando alla pressione di desorbimento stimata all'interno della zona pilota". Mentre i dati reali sono probabilmente destinati a variare, la simulazione della ARI ha mostrato picchi teorici di produzione di gas compresi tra 2.300.000 e 5.000.000 piedi cubi al giorno in un pozzo orizzontale di 900 m perforato su un'area di 400 ettari, e picchi di produzione tra 300.000 e 500.000 piedi cubi al giorno in pozzi verticali perforati su un'area di 80 ettari.

Dopo aver ultimato le perforazioni in programma nella zona pilota 1H, la Far East ha in programma di perforare pozzi parametro in distinte aree del complesso di Shouyang, ognuno dei quali a molti chilometri di distanza dalla zona pilota 1H. Questi pozzi saranno testati e valutati al fine di individuare una o più nuove aree adatte a un programma di pozzi pilota concentrati. Ha dichiarato McElwrath: "Per ovvie ragioni, con il gas che ora fluisce dalla zona pilota, siamo ansiosi di scoprire se l'area ad alta permeabilità e contenuto di gas riesce a estendersi attraverso un'ampia area del complesso di Shouyang".

A proposito della Far East Energy Corporation

La Far East Energy Corporation, con sede a Houston, Texas (USA) e uffici a Pechino, Kunming e Taiyuan in Cina, si occupa principalmente di esplorazione e sviluppo di CBM in Cina, d'intesa con la ConocoPhillips e la China United Coalbed Methane Company, Ltd. (CUCBM).

Il presente comunicato stampa riguardante propositi, speranze, convinzioni, anticipazioni, aspettative o previsioni sul futuro della Far East Energy Corporation e della sua dirigenza contiene dichiarazioni di previsione ai sensi della Sezione 27A del Securities Act degli USA del 1933, e successive modifiche, e della Sezione 21E del Securities Exchange Act degli USA del 1934, e successive modifiche. È importante sottolineare che tali dichiarazioni di previsione non costituiscono alcuna garanzia in merito ad azioni future e sono soggette ad una serie di rischi e incertezze. I risultati reali potrebbero differire sostanzialmente da quelli enunciati nelle dichiarazioni di previsione. I fattori che potrebbero fare sì che i risultati reali differiscano sostanzialmente da quelli enunciati nelle dichiarazioni di previsione includono: la natura preliminare dei dati relativi ai pozzi, tra cui la permeabilità e il contenuto di gas, e la fattibilità commerciale dei pozzi; rischi ed incertezze legate all'esplorazione, allo sviluppo e alla produzione di petrolio e gas; rischi legati al trivellamento e alla produzione; il gas prodotto nei nostri pozzi potrebbe non raggiungere quantità commercialmente accettabili o potrebbe diminuire; la nostra mancanza di esperienza operativa; una disponibilità finanziaria limitata o potenzialmente insufficiente; l'espropriazione o altri rischi legati agli investimenti stranieri; la costruzione anticipata del gasdotto per il trasporto del gas; questioni che colpiscono l'industria del petrolio e del gas in generale; la mancanza di disponibilità di beni e servizi nelle aree di estrazione del petrolio e del gas; i rischi ambientali; le modifiche di leggi o regolamenti che colpiscano le nostre operazioni e gli altri rischi individuati nella relazione annuale della società, redatta sul Modulo 10-K, e nelle successive presentazioni consegnate alla Securities and Exchange Commission.

FONTE Far East Energy Corporation