La gastronomia messicana riceve tre premi per il miglior ristorante in occasione della manifestazione Global 50 Best Restaurants Awards 2015

09 Giu, 2015, 13:02 BST Da The Mexico Tourism Board

LONDRA, June 9, 2015 /PRNewswire/ --

Un sempre maggiore riconoscimento è indice di una forte influenza nel movimento della gastronomia globale e del suo crescente contributo all'economia del Messico 

Questa settimana è stato annunciato che tre ristoranti in Messico hanno ottenuto un riconoscimento in occasione del premio World's 50 Best Restaurants (premio che stila una classifica dei 50 migliori ristoranti al mondo), svoltosi il 1° giugno nella Guildhall di Londra, dove il Messico si è attestato al quarto posto nella classifica globale dei Paesi più premiati, a pari merito con Italia e Perù e preceduto solo da U.S.A., Spagna e Francia. La festa annuale della gastronomia globale organizzata dalla 50 Best Restaurants Academy celebra le abilità culinarie dei ristoranti di tutto il mondo sulla base delle recensioni dei 1.000 membri dell'associazione, tutti selezionati per la propria competenza nel settore della gastronomia internazionale. I tre ristoranti che hanno ottenuto un riconoscimento sono:

  • Pujol, Città del Messico, 16o posto,Chef Enrique Olvera: Pujol non è una novità di questa classifica e offre piatti della tradizione messicana rielaborati con una particolare attenzione al dettaglio. Olvera supera il concetto di cibo con le sue presentazioni perfettamente curate che consentono di percepire e gustare distintamente ogni sapore. La complessità delle sue salse è fenomenale e il suo menu si eleva in una costante esplorazione e in un continuo superamento dei limiti per aprirsi a nuovi territori gastronomici.
  • Quintonil, Città del Messico, 35o posto,Chef Jorge Vallejo: allievo di Enrique Olvera, Jorge Vallejo è stato acclamato come astro nascente per la sua creatività in cucina che si coniuga con l'impegno a ridurre l'impronta ecologica dei suoi piatti. Noto per la sua predilezione per gli ingredienti freschi di stagione, le erbe e i grani dimenticati e i prodotti locali, per la maggior parte dei propri piatti Quintonil usa i frutti dell'orto urbano del ristorante. Il risultato è una serie di piatti sorprendenti, pieni di gusto e di valore nutritivo.
  • Biko, Città del Messico, 37o posto,Chef Mikel Alonso, Bruno Oteiza, Gerard Bellver: situato nel quartiere trendy di Polanco, Biko presenta un affascinante repertorio che unisce sapori della cucina basca e ingredienti freschi del Messico. Il meglio dei due Paesi prende vita in una gamma di consistenze e di sapori che abbatte le barriere culinarie e si distingue dalla massa.

     (Photo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20150603/748142 )

La gastronomia messicana e i settori ad essa correlati sono aree che il governo messicano ha riconosciuto come prioritarie per lo sviluppo, sia in termini di promozione turistica e culturale che per il sostegno a produttori, esportatori, produzioni artigianali e ristoranti. Questi settori correlati alla gastronomia stanno crescendo più rapidamente dell'economia generale e, grazie a molteplici iniziative in corso a livello sia nazionale che internazionale, si prevede che questa tendenza potrà solo crescere, anche sulla base del riconoscimento ottenuto questa settimana.

Il Segretario del Turismo messicano, Claudia Ruíz Massieu, ha partecipato all'evento e ha commentato: "Questo è un onore senza precedenti per il movimento della gastronomia messicana. Da quando alle cucine di Messico e Francia è stata conferita la designazione UNESCO di patrimonio culturale intangibile, la ricchezza dei sapori, la molteplicità degli ingredienti e degli stili culinari, oltre a molti chef innovativi, hanno lasciato un segno indelebile nel mondo. Stiamo assistendo a una rivoluzione delle tendenze globali della gastronomia e il Messico è in prima linea."

Dai vivaci mercati e il cibo di strada, passando per ricche preparazioni e sapori tradizionali con una storia plurisecolare, fino alla moderna e creativa scena gastronomica odierna, il Messico è stato ritenuto un vero paradiso per gourmet. Per sensibilizzare ulteriormente il pubblico e incoraggiare la sperimentazione con ingredienti e prodotti artigianali messicani, quest'anno la gastronomia del Paese è stata protagonista per tre mesi sugli scaffali di Selfridges a Londra, negozio premiato come World's Best Department Store (miglior grande magazzino del mondo) per tre anni consecutivi.

Il Messico continua ad espandersi per soddisfare anche l'aumento nella domanda dei suoi prodotti alimentari. Il Paese è già il maggiore esportatore al mondo di avocado, pomodori, papaya, mango, birra, tequila e mezcal e adesso anche le esportazioni di specialità come birre artigianali, vini, liquori, olio, vaniglia, caffè e cioccolato stanno crescendo a ritmi incredibili. Queste esportazioni, unite alla fiorente cultura alimentare e della ristorazione che ispirano, stanno sostenendo la crescita economica di milioni di messicani attivi nei settori dell'agricoltura, della produzione, dei servizi alimentari e dell'accoglienza in tutto il Paese.

FONTE The Mexico Tourism Board