La Germania usa il fotovoltaico per ridurre le emissioni di anidride carbonica e rafforzare l'economia

03 Dic, 2007, 08:00 GMT Da Invest in Germany GmbH

FUKUOKA, Giappone, December 3 /PRNewswire/ -- Alcuni giorni prima dell'incontro di Bali dei leader mondiali per discutere un accordo post-Kyoto, la Germania presenterà il suo compromesso tra ambiente ed economia alla diciassettesima Photovoltaic Science and Engineering Conference (PVSEC-17) che si tiene a Fukuoka in Giappone. L'evento riunisce leader internazionali, ricercatori e giornalisti dal 3 al 7 dicembre 2007 e rappresenta la piattaforma ideale per consentire alla Germania di presentare il suo modo di utilizzare il fotovoltaico nell'ambito di un'ampia strategia volta a ridurre le emissioni di anidride carbonica continuando nella crescita economica.

Quello tedesco è il mercato fotovoltaico più grande del mondo. Nel 2007 la Germania aggiungerà 1,5 gigawatt (GW) di capacità fotovoltaica installata - un netto miglioramento rispetto al 2006, quando erano stati aggiunti 1,15 GW. La produzione fotovoltaica è in crescita, dal momento che la Germania sta creando le condizioni necessarie per rendere redditizi gli investimenti in questa tecnologia.

Per esempio, la legge tedesca sulle energie rinnovabili (EEG) ha imposto una "tariffa di alimentazione", superiore al prezzo di mercato, che le aziende di servizio pubblico devono pagare a chi produce energia rinnovabile. La legge prevede un incentivo per i proprietari di terreni che acquistano attrezzature per l'energia rinnovabile, creando in questo modo un mercato per gli investitori internazionali che nel 2006 è stato caratterizzato da vendite per 3,7 miliardi di euro.

Le aziende che operano nel fotovoltaico a livello internazionale vengono attirate in Germania dalla sua rete di produttori, fornitori e istituti di ricerca, come il Fraunhofer Institute for Solar Energy Systems di Friburgo, Germania. Inoltre, questa regione è diventata popolare per gli investimenti nel fotovoltaico dagli incentivi disponibili in Germania orientale, che a volte coprono fino al 50% dei costi di investimento.

Conseguentemente, molti protagonisti internazionali nel mercato del fotovoltaico, come Nanosolar, Signet Solar, First Solar e ARISE, hanno instaurato una propria presenza in Germania.

"Il fotovoltaico è un settore dinamico e in crescita in Germania. Mentre il paese si sforza di ridurre il consumo di carburanti fossili, ci aspettiamo che in Germania l'importanza del fotovoltaico aumenterà ulteriormente, rendendo questo paese ancora più attraente di quanto lo sia oggi per gli investitori internazionali", afferma Nikolai Dobrott, responsabile delle risorse ed energie rinnovabili di Invest in Germany.

Un collega di Dobrott, David Wortmann, responsabile per l'Asia nord-orientale di Invest in Germany, interverrà al PVSEC-17 con un discorso intitolato "Germania - il paese migliore per il business nel campo dell'energia solare".

Invest in Germany è l'agenzia interna della Repubblica federale tedesca per la promozione degli investimenti. Offre agli investitori un supporto completo: dalla scelta del sito fino all'implementazione delle decisioni di investimento.

    
    Contatto per i media:

    Eva Henkel
    Invest in Germany
    Tel: +49-30-200099-173
    Fax: +49-30-200099-111
    Email: henkel@invest-in-germany.com
    http://www.invest-in-germany.com

FONTE Invest in Germany GmbH