La GSMA loda gli sforzi dei governi per stabilire un approccio armonico all'assegnazione dello spettro di frequenze in Europa sud-orientale

16 Giu, 2010, 09:00 BST Da GSMA

LONDRA, June 16, 2010 /PRNewswire/ -- La GSMA ha comunicato oggi di approvare una iniziativa del Ministero dell'Informazione e delle Telecomunicazioni serbo intesa a sviluppare un approccio unico all'assegnazione dello spettro frequenziale del "dividendo digitale", ovvero delle frequenze che verranno liberate nel passaggio da TV analogica a digitale, in Europa sud-orientale. Il Ministero ha ospitato oggi a Belgrado un vertice sul "dividendo digitale", al quale hanno partecipato le agenzie nazionali e le delegazioni di paesi europei sud-orientali quali Albania, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Croazia, Grecia, Ungheria, Macedonia, Polonia, Romania, Slovenia e Turchia.

"La regione sud-orientale dell'Europa confina con la Unione europea e un uso armonizzato della gamma di frequenze è importante per la crescita del mercato delle telecomunicazioni e un più ampio benessere dei paesi che ne fanno parte", ha dichiarato Martin Whitehead, Direttore di GSMA Europa. "Un approccio integrato da parte degli stati membri della UE e dei loro vicini in Europa sud-orientale aumenterà al massimo la fattibilità dei servizi di telecomunicazione nella zona. Siamo estremamente soddisfatti che il ministro Matic e il Ministero serbo abbiano preso l'iniziativa in questo campo, riunendo nazioni chiave da ogni parte della regione per discutere e incoraggiare un approccio unificato all'armonizzazione della gamma".

"In Europa sud-orientale si trovano paesi con ampie differenze culturali ed economiche", ha dichiarato il Ministro dell'Informazione e delle Telecomunicazioni serbo Jasna Matic. "Il nostro angolo di mondo comprende anche paesi membri della UE, stati candidati e altri potenziali membri della Unione europea. È dunque d'importanza vitale lavorare insieme per assicurare ai nostri cittadini il miglior accesso possibile ai servizi di telecomunicazione. Man mano che ci avviciniamo al prossimo decennio, il "dividendo digitale" rappresenta una opportunità fondamentale per garantire servizi più accessibili a più persone e diminuire il "digital divide", o divario digitale.

L'obiettivo della conferenza era discutere la miglior strategia per massimizzare i benefici economici e sociali promessi dal "dividendo digitale" in Europa sud-orientale. Assegnare parte del "dividendo digitale" alla banda larga per telefonia mobile aumenterà la penetrazione di Internet e avrà un impatto economico positivo di significativa entità, favorendo l'innovazione, la creazione di posti di lavoro, la produttività e la competitività.

In ogni caso, l'armonizzazione della gamma su scala regionale è necessaria per ridurre il costo di apparecchiature e linee telefoniche e per rendere la telefonia mobile a banda larga alla portata dei consumatori.

Premesse

Le sue caratteristiche rendono la gamma delle basse frequenze del "dividendo digitale" nella banda 790-862 MHz ideale per il lancio sul mercato della telefonia mobile a banda larga in zone rurali. Ciò è di enorme importanza in Europa sud-orientale, dove la densità di popolazione è tipicamente più esigua che in altre parti d'Europa.

Inoltre, la posizione ai confini della UE rende più complicata la coordinazione tra paesi, che l'elevato numero di problemi relativi alla compresenza di numerosi confini minaccia di complicare ulteriormente

L'armonizzazione del "dividendo digitale" in Europa è un elemento importante nell'ambito del più ampio dibattito sulla gamma completa di frequenze, visto che l'industria della telefonia mobile ha urgente bisogno di ulteriori frequenze per soddisfare il significativo aumento nell'uso della banda larga per la telefonia mobile. Inoltre, estendere la copertura alle zone rurali e diminuire il "digital divide" tra città e campagne è un elemento chiave della politica della UE. È necessario continuare a lavorare sul "dividendo digitale" per assicurare una connettività universale.

Indagine sul "dividendo digitale" in Serbia

Durante il vertice in Serbia è stato anche presentato un nuovo studio degli analisti della Europe economics, che stima il valore potenziale del "dividendo digitale", il quale diverrebbe disponibile alla Serbia quando smetta di trasmettere il segnale TV per via analogica. Lo studio ha scoperto che se il "dividendo digitale" fosse destinato a usi diversi dalla trasmissione, quali lo sviluppo della banda larga per telefonia mobile, il valore attuale netto potrebbe crescere di un valore compreso tra 572 e 950 milioni di euro.

La relazione integrale si trova su

http://www.gsmworld.com/digitaldividend.

Il GSMA

Rappresenta gli interessi dell'industria mondiale di telecomunicazione mobile. Attraverso 219 paesi, la GSMA riunisce quasi 800 operatori di telefonia mobile in tutto il mondo, nonché oltre 200 compagnie del più ampio ecosistema mobile, comprendente fabbricanti di telefoni, aziende di software, fornitori di apparecchiature, aziende operanti in Internet e nel settore svago e informazione. La GSMA si concentra sull'innovazione, preparazione e creazione di nuove opportunità per i suoi membri, con l'obiettivo finale di sostenere la crescita del settore della comunicazione mobile.

Per ulteriori informazioni, visitare Mobile World Live, il nuovo portale in linea per l'industria della comunicazione mobile:

http://www.mobileworldlive.com o il sito web della GSMA: http://www.gsmworld.com

FONTE GSMA