La presidenza portoghese viene esortata a mostrare fermezza con la Russia

04 Lug, 2007, 20:41 BST Da Amsterdam and Peroff

HELSINKI, Finlandia, July 4 /PRNewswire/ -- Oggi a Helsinki gli attivisti per i diritti umani presenti al Forum Sociale Finlandia-Russia 2007 stanno facendo pressioni sul Presidente portoghese Aníbal Cavaco Silva affinché adempia ai propri obblighi, secondo la legge portoghese ed europea, e sostenga i valori comuni di democrazia e difesa dei diritti umani che si è impegnato a sostenere.

Ljudmila Alecseeva, Presidente del "Moscow Helsinki Group" e delegata alla conferenza ha sottolineato che "è proprio in questo momento che i leader europei non devono abbandonarci al nostro destino per andare a braccetto con i nuovi zar europei del gas."

Alla posizione della Alecseeva hanno fatto eco molti dei delegati presenti alla conferenza, condannando le recenti affermazioni di Manuel Curto, ambasciatore portoghese in Russia, che ha dichiarato ai giornalisti che il Portogallo, che detiene attualmente la presidenza di turno dell'Unione Europea, "...non farà la predica alla Russia."

Alecsandr Nikitin, Direttore della Bellona Foundation di San Pietroburgo e Grigorij Pasko, giornalista, entrambi ex prigionieri per motivi di coscienza incarcerati dalle autorità russe, hanno difeso ardentemente il semestre di presidenza tedesca (gennaio-giugno 2007).

"Eravamo e continuiamo a essere grandi sostenitori del modo in cui la presidenza tedesca durante il suo mandato ha affrontato l'aumento della repressione e dell'autoritarismo in Russia, praticato ora in modo molto diretto e senza cerimonie. Possiamo solo sperare che i portoghesi dimostrino di essere altrettanto espliciti e intolleranti di ogni comportamento che violi palesemente i fondamentali valori democratici e i diritti umani," ha osservato Pasko.

Robert Amsterdam, consigliere per la difesa internazionale di Michail

Chodorkovskij, ha commentato:

"La presidenza portoghese non può avere successo se sceglie gli interessi invece dei principi quando questioni come il Kosovo e il ruolo centrale dei diritti umani nel futuro dell'alleanza UE-Russia cadono sotto il suo mandato."

FONTE Amsterdam and Peroff