La UE multa Sony per le attività relative alle videocassette ad uso professionale in Europa

20 Nov, 2007, 19:54 GMT Da Sony Corporation

TOKYO e BERLINO, November 20 /PRNewswire/ -- Oggi, Sony Corporation, Sony France SA e Sony Europe Holding BV sono state informate dalla Commissione europea della Decisione assunta relativa all'imposizione di una multa contro tali società per un importo di 47,19 milioni di Euro, per avere partecipato ad un cartello di società dal 1999 al 2002 attivo nel mercato delle videocassette ad uso professionale in Europa. Abbiamo ricevuto un breve annuncio, ma non ancora il testo completo della Decisione che dovrebbe pervenire nei prossimi giorni.

Siamo molto sconcertati dalla condotta descritta nell'annuncio, che ha coinvolto un numero molto ridotto di dipendenti in Europa. Anche se i dettagli devono essere confermati nel testo completo della Decisione, Sony desidera chiarire che non approva o scusa in alcun modo la condotta descritta nell'annuncio. Siamo spiacenti che sia accaduto ed esprimiamo il nostro più sincero rincrescimento.

Sony è impegnata a rispettare completamente tutte le norme applicabili sulla concorrenza, comprese le norme della UE sull'antitrust, e non ha contestato gli argomenti principali descritti nell'annuncio della Commissione dopo la comunicazione formale alla Sony. Sony tuttavia non concorda con l'accusa di aver fatto ostruzionismo alle indagini della Commissione. Gli incidenti in questione sono stati fuori luogo e incresciosi, ma non hanno implicato azioni di ostruzionismo e non hanno avuto riflessi materiali sulle indagini della Commissione.

Poiché gli eventi oggetto della Decisione si sono verificati alcuni anni fa, la Sony ha rafforzato le proprie politiche relative alla conformità con le norme antitrust e la relativa formazione, ed ha più volte chiarito ai propri dipendenti, come ha di nuovo ribadito oggi, che tale condotta costituisce violazione dei nostri principi di base dell'integrità e del nostro codice di condotta, e pertanto è inaccettabile e non sarà tollerata.

FONTE Sony Corporation