L'agenzia Feri Rating & Research AG assegna per la prima volta rating sui mercati dei fondi d'investimento italiano e svedese

17 Lug, 2008, 11:30 BST Da Feri Rating & Research AG

BAD HOMBURG, Germania, July 17 /PRNewswire/ --

- 1.379 nuovi rating di fondiin Italia, 450 dei quali assegnati a fondi top A o B

- 927 nuovi rating di fondiin Svezia, di cui 325 assegnati a fondi top

- Feri Rating è presente attualmente in Germania, Austria, Svizzera, Italia e Svezia

L'agenzia Feri Rating & Research AG di Bad Homburg ha ampliato il suo raggio d'azione estendendo i suoi rating, a partire dal 30 giugno 2008, all'Italia e alla Svezia. In tal modo la Feri ha compiuto un importante passo verso l'obiettivo prefissato, vale a dire quello di proiettare la propria attività di rating a livello europeo. Entro la fine dell'anno dovrebbero aggiungersi, oltre a quello francese, i mercati di altri Paesi europei.

"I risultati positivi conseguiti sul mercato tedesco - ha detto il Dr. Tobias Schmidt, direttore del Capital Markets & Funds della Feri Rating & Research - ci rafforzano nella convinzione che, tramite i nostri rating, siamo in grado di generare plusvalori anche per gli investitori di altri Paesi europei". L'affidabilità delle nostre previsioni e la trasparenza dei nostri rating hanno fatto sì che sia gli investitori privati, sia gli investitori istituzionali delle aree di lingua tedesca, ricorrono oggi alle valutazioni della Feri, considerate un utile ausilio nella selezione e nella scelta dei fondi d'investimento".

A partire dal 16 luglio 2008 sarà possibile per gli investitori italiani e svedesi analizzare, attraverso la piattaforma Feri Fondsrating (http://www.feri-rating.de), tutti i fondi istituiti nei rispettivi Paesi. Oltre alla possibilità di scaricare relazioni di ratings, watch-lists e fact sheets, la piattaforma fornisce utili metodi di ricerca e selezione finalizzati ad una accurata scelta del fondo.

Base del sistema di rating della Feri è un modello di valutazione pluridimensionale, nel quale confluiscono sia la valutazione della performance, sia i fattori di rischio. I fondi sono quindi valutati in relazione a quelli appartenenti alla stessa categoria. In base alla storia del fondo, i singoli criteri valutativi potranno essere di natura prevalentemente qualitativa oppure quantitativa. Mentre per l'indicatore di performance (70% del fattore di ponderazione) i parametri principali sono la performance relativa, la redditività a lunga scadenza e la stabilità della performance del fondo, per l'indicatore di rischio (30% del fattore di ponderazione), sono considerati in primo piano il rischio di market timing, il rischio di perdita e quello di comportamento. Sulla scorta del riepilogo dei parametri valutativi dei singoli elementi e una valutazione generale del fondo, sarà assegnato un punteggio che rientrerà in una delle cinque classi di rating, da A ("molto buono") fino a E ("debole").

Gli investitori interessati potranno trovare ulteriori informazioni sul sistema di rating della Feri e dettagli su tutti i fondi consigliati visitando il sito http://www.fonds-rating.de.

    
    Ufficio stampa:
    Cornelia Wojahn
    Stockheim Media GmbH
    Tel.: +49(0)69-13-38-96-18
    cw@stockheim-media.com

FONTE Feri Rating & Research AG