L'Alternativa al Defrag di Windows

12 Giu, 2008, 11:00 BST Da Max Clarke, Technology Author and IT Journalist

LONDON, June 12 /PRNewswire/ -- Le aziende di oggi si affidano sempre di piu' ad efficienti network informatici per raggiungere i propri obiettivi. Con l'aumento delle capacita' di memoria e la sempre maggiore quantita' di file contenute nei dischi, la frammentazione dei file puo' arrivare a raggiungere livelli critici : la deframmentazione rappresenta la perfetta soluzione per aumentare le performance di sistema.

La deframmentazione riorganizza fisicamente i contenuti nel disco e riordina i frammenti di file in maniera contigua per ottimizzare i sistemi.

La deframmantazione non e' solo necessaria ma anche la scelta della tecnologia utilizzata nel processo e' cruciale.

Microsoft fornisce gia' un deframmentatore all'interno del suo sistema. Ciononostante, molti amministratori di sistema si rendono presto conto che l'utilita' fornita da Microsoft non riesce a soddisfare le necessita' dei grossi sistemi aziendali.

Gli IT manager infatti, quando decidono di deframmentare il sistema con l'utilita' windows, devono pianificare l'operazione per ciascuna macchina del network. Un tale processo risulta estremamente laborioso, portando via tempo prezioso ad altre attivita' di maggiore importanza.

L'intero processo non e' solo estremamente lento ma ha anche un enorme impatto sulle risorse, visto che durante la deframmentazione non e' possibile accedere ad alcuna applicazione. In questo modo l'unica soluzione e' programmare la deframmentazione durante le ore notturne o nei weekends, comportando ulteriori costi dato che gli amministratori di sistemi devono lavorare fuori dagli orari d'ufficio.

Certamente pensiamo che un processo cosi' lento e dispendioso puo' solo portare ottimi risultati, ma sfortunatamente questo e' molto lontano dalla realta' : l'utilita' defrag di Windows non elimina tutti i frammenti, non deframmenta lo spazio libero, ne l'MFT o i file paging. I miglioramenti sono lievi e solo superficiali.

Le aziende che si rendono conto che una tale utility non rapprensenta una soluzione, possono comunque contare su alternative automatiche.

Sul mercato esistono deframmentatori automatici che, non appena installati, non solo operano in tempo reale ma deframmentano il sistema in maniera costante, facendo in modo che gli IT manager possano dedicarsi ad attivita' piu' importanti.

Oggigiorno una tale scelta puo' fare la differenza sulle performance di un sistema e sull'intera produttivita' di un'azienda.

FONTE Max Clarke, Technology Author and IT Journalist