Lancio di una campagna dell'EPDA per fare luce sui sintomi trascurati del morbo di Parkinson

30 Set, 2010, 15:00 BST Da European Parkinson's Disease Association (EPDA)

<div> <p>GLASGOW, September 30, 2010 /PRNewswire/ -- </p> <p> - La campagna "New Life With Parkinson's - Non-Motor Symptoms" ("Nuova vita con il morbo di Parkinson - Sintomi non motori") rappresenta un ulteriore passo in avanti nel processo di sensibilizzazione al Parkinson </p> <p> La European Parkinson's Disease Association (EPDA) ha annunciato oggi il lancio della sua campagna paneuropea di sensibilizzazione "Life with Parkinson's - Non-Motor Symptoms" in occasione del secondo Convegno mondiale sul Parkinson che si terrà a Glasgow. </p> <p> Studi recenti hanno dimostrato che quasi il 90% delle persone affette dal morbo di Parkinson presenta almeno un sintomo non motorio, mentre circa il 25% manifesta ben tre sintomi non motori.[1] Pur essendo una delle principali cause di morbilità nei casi di Parkinson, i sintomi non motori sono spesso sottovalutati.[2] </p> <p> Susanna Lindvall, Vice presidente dell'EPDA, ha affermato: "La campagna 'Life with Parkinson's - Non-Motor Symptoms' intende migliorare la comprensione dei sintomi non motori di questa patologia da parte di un ampio campione di soggetti, tra cui i pazienti affetti da Parkinson, i loro familiari e amici, gli operatori sanitari e i responsabili delle politiche del settore. Ci auguriamo che la campagna possa favorire il riconoscimento e la comprensione di questi sintomi per poter intervenire il prima possibile con visite mediche e terapie". </p> <p> Il morbo di Parkinson è una patologia cerebrale degenerativa che si manifesta con sintomi ben riconoscibili quali tremori, rigidità, lentezza dei movimenti e problemi di equilibrio e che può compromettere i movimenti dei pazienti. Si calcola che nel mondo circa quattro milioni di persone convivano con questa malattia, che colpisce generalmente soggetti ultrasessantenni; tuttavia il morbo di Parkinson viene diagnosticato prima dei 50 anni in più di 1 persona su 10.[3] </p> <p> Meno noti ma di pari importanza sono i sintomi definiti non motori che non sono connessi al movimento e comportano perdita dell'olfatto, depressione, disturbi del sonno, stipsi, incontinenza e dolore. Possono presentarsi in qualsiasi stadio della patologia e molti di essi sono presenti già diversi anni prima della diagnosi formale del Parkinson. Con il progredire della malattia possono inoltre diventarne i sintomi principali e avere un enorme impatto sulla qualità della vita. </p> <p> Jo Collinge del Regno Unito, alla quale è stato diagnosticato il Parkinson un anno fa, alcuni giorni prima del suo quarantasettesimo compleanno, ha commentato: "Quando ho accusato i primi sintomi non motori ero al tempo stesso perplessa e preoccupata. Prima del manifestarsi dei sintomi motori avevo difficoltà a svolgere le normali attività quotidiane e avevo disturbi del sonno; in quel periodo non sapevo ancora che fossero sintomi collegati al morbo di Parkinson. Quando me ne sono resa conto, ho capito che tutti i pezzi del puzzle si incastravano perfettamente. Una risorsa quale la campagna 'Life with Parkinson's - Non-Motor Symptoms' avrebbe aiutato me e la mia famiglia a capire cosa stava succedendo e mi avrebbe suggerito di rivolgermi immediatamente a un medico". </p> <p> Effettivamente, un recente sondaggio a cui hanno partecipato oltre 5.000 persone in tutta Europa ha evidenziato i motivi per i quali la campagna "Life with Parkinson's - Non-Motor Symptoms" è estremamente necessaria. Dai risultati di questo sondaggio, finanziato da Teva Pharmaceuticals Limited e da H. Lundbeck A/S, è emerso un quadro preoccupante relativo alla scarsa conoscenza e comprensione dei sintomi non motori del Parkinson. </p> <p> I dati ricavati da questo studio hanno dimostrato che mentre il 62% degli intervistati associa la depressione al Parkinson, solo il 6% delle persone considera questo elemento un problema grave. La depressione è un evidente sintomo non motorio del Parkinson e colpisce circa il 40-50% delle persone affette da tale patologia. Il 91% degli intervistati ha dichiarato che non si sentirebbe isolato se fosse colpito dal morbo nonostante i noti effetti fisici e psicologici di questa malattia sui rapporti con le altre persone, sulla propria indipendenza e sicurezza. </p> <p> Commentando tali risultati, Mary Baker MBE, patrocinatrice dell'EPDA, presidente dell'EFNA e Vice presidente dell'EBC, ha affermato: "I risultati di questo sondaggio hanno evidenziato la scarsa comprensione dei sintomi non motori del Parkinson. Con la campagna 'Life with Parkinson's - Non-Motor Symptoms', l'EPDA intende colmare questa lacuna e aiutare le persone a riconoscere i sintomi collegabili alla malattia. L'iniziativa esorterà inoltre tutte le persone che accusano sintomi non motori a consultare il proprio medico in modo da ottenere una diagnosi precoce e, se necessario, iniziare la cura. Il riconoscimento e il trattamento dei sintomi allo stadio iniziale della malattia comporteranno una riduzione del loro impatto negativo sulla qualità della vita". </p> <p> Per maggiori informazioni su questa campagna visitare il sito web </p> <p> http://www.parkinsonsawareness.eu.com </p> <p> 1. Hinnell C, Chaudhuri KR. The Effect of Non-motor Symptoms on Quality of Life in Parkinson's Disease. European Neurological Review 2009;4(2):29-33. </p> <p> 2. Zesiewicz TA, Sullivan KL, Arnulf I, Chaudhuri KR, Morgan JC, Gronseth GS, et al. Practice Parameter: treatment of nonmotor symptoms of Parkinson disease: report of the Quality Standards Subcommittee of the American Academy of Neurology. Neurology 2010;74(11):924-31. </p> <p> 3. EPDA. Dichiarazione globale. </p> <p> Note per i redattori </p> <p> Ulteriore materiale di supporto </p> <p> Per ulteriori risorse, visitare il nostro sito Social Media Release: </p> <p> http://oursocialmedia.com/uk/epda-uk/epda-nms/ </p> <p> Per i video a supporto di questo comunicato stampa, visitare il sito web http://www.thenewsmarket.com/Lundbeck. Se si utilizza il sito per la prima volta, sarà necessario procedere alla registrazione. Per eventuali domande, inviare un'e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: journalisthelp@thenewsmarket.com. </p> <p> Per aggiornamenti sui nuovi sviluppi della campagna di sensibilizzazione, visitare la nostra pagina su Facebook http://www.facebook.com/theEPDA. È inoltre possibile consultare myPDinfo (http://www.myPDinfo.com), una straordinaria risorsa on-line per le persone affette da Parkinson, per i loro familiari e per coloro che si prendono cura di tali pazienti. La pagina web contiene informazioni sul morbo di Parkinson, incluse nozioni di base sulla patologia, guide mediche e diari riguardanti osservazioni quotidiane. </p> <p> Lo studio sullo sviluppo dei sintomi non motori è stato finanziato da H. Lundbeck A/S e da Teva Pharmaceutical Industries Limited. </p> <p> La European Parkinson's Disease Association (EPDA) conta 44 organizzazioni e sostiene i diritti e le esigenze di 1,2 milioni di persone affette dal Parkinson, compresi i rispettivi familiari, in Europa. Il suo obiettivo è accrescere la conoscenza della malattia per fare in modo che tutte le persone colpite da questa patologia e i rispettivi familiari abbiano accesso alla corretta gestione e cura della malattia al momento giusto. L'associazione intende garantire una vita normale alle persone colpite dal morbo sostenendo la ricerca per giungere a una cura appropriata. Per maggiori informazioni sul lavoro svolto dall'EPDA, visitare il sito web http://www.epda.eu.com o contattare: info@epda.eu.com. </p> <p> Teva Pharmaceutical Industries Ltd. (NASDAQ: TEVA), con sede in Israele, è una delle 20 più importanti aziende farmaceutiche del mondo nonché la principale azienda di farmaci generici. L'azienda sviluppa, produce e commercializza farmaci generici e innovativi per l'uomo oltre a ingredienti farmaceutici attivi. Oltre l'80% delle vendite di Teva riguarda il mercato dell'America settentrionale e l'Europa occidentale. L'innovativa divisione di Ricerca e Sviluppo di Teva si concentra sullo sviluppo di nuovi farmaci per patologie del sistema nervoso centrale. Per ulteriori informazioni,visitare il sito web http://www.tevapharm.com. </p> <p> H. Lundbeck A/S (LUN.CO, LUN DC, HLUKY) è un'azienda farmaceutica internazionale impegnata a migliorare la qualità della vita delle persone affette da malattie del sistema nervoso centrale (SNC). Per tale motivo Lundbeck concentra il proprio interesse nella ricerca, sviluppo, produzione, commercializzazione e vendita in tutto il mondo di farmaci indicati per problemi quali depressione e ansia, schizofrenia, insonnia, morbo di Huntington, di Alzheimer e di Parkinson. </p> <p> Lundbeck è stata costituita nel 1915 da Hans Lundbeck a Copenhagen, in Danimarca, e attualmente ha oltre 5.500 dipendenti in tutto il mondo. Lundbeck è una delle principali aziende farmaceutiche del mondo a trattare malattie del SNC. Nel 2008, il fatturato dell'azienda è stato pari a 11,3 milioni di DKK (corrispondente a circa 1,5 miliardi di euro o 2,2 miliardi di dollari). Per maggiori informazioni, visitare il sito web </p> <p> http://www.lundbeck.com. </p> </div> <div> <p>GLASGOW, September 30, 2010 /PRNewswire/ -- </p> <p> - La campagna "New Life With Parkinson's - Non-Motor Symptoms" ("Nuova vita con il morbo di Parkinson - Sintomi non motori") rappresenta un ulteriore passo in avanti nel processo di sensibilizzazione al Parkinson </p> <p> La European Parkinson's Disease Association (EPDA) ha annunciato oggi il lancio della sua campagna paneuropea di sensibilizzazione "Life with Parkinson's - Non-Motor Symptoms" in occasione del secondo Convegno mondiale sul Parkinson che si terrà a Glasgow. </p> <p> Studi recenti hanno dimostrato che quasi il 90% delle persone affette dal morbo di Parkinson presenta almeno un sintomo non motorio, mentre circa il 25% manifesta ben tre sintomi non motori.[1] Pur essendo una delle principali cause di morbilità nei casi di Parkinson, i sintomi non motori sono spesso sottovalutati.[2] </p> <p> Susanna Lindvall, Vice presidente dell'EPDA, ha affermato: "La campagna 'Life with Parkinson's - Non-Motor Symptoms' intende migliorare la comprensione dei sintomi non motori di questa patologia da parte di un ampio campione di soggetti, tra cui i pazienti affetti da Parkinson, i loro familiari e amici, gli operatori sanitari e i responsabili delle politiche del settore. Ci auguriamo che la campagna possa favorire il riconoscimento e la comprensione di questi sintomi per poter intervenire il prima possibile con visite mediche e terapie". </p> <p> Il morbo di Parkinson è una patologia cerebrale degenerativa che si manifesta con sintomi ben riconoscibili quali tremori, rigidità, lentezza dei movimenti e problemi di equilibrio e che può compromettere i movimenti dei pazienti. Si calcola che nel mondo circa quattro milioni di persone convivano con questa malattia, che colpisce generalmente soggetti ultrasessantenni; tuttavia il morbo di Parkinson viene diagnosticato prima dei 50 anni in più di 1 persona su 10.[3] </p> <p> Meno noti ma di pari importanza sono i sintomi definiti non motori che non sono connessi al movimento e comportano perdita dell'olfatto, depressione, disturbi del sonno, stipsi, incontinenza e dolore. Possono presentarsi in qualsiasi stadio della patologia e molti di essi sono presenti già diversi anni prima della diagnosi formale del Parkinson. Con il progredire della malattia possono inoltre diventarne i sintomi principali e avere un enorme impatto sulla qualità della vita. </p> <p> Jo Collinge del Regno Unito, alla quale è stato diagnosticato il Parkinson un anno fa, alcuni giorni prima del suo quarantasettesimo compleanno, ha commentato: "Quando ho accusato i primi sintomi non motori ero al tempo stesso perplessa e preoccupata. Prima del manifestarsi dei sintomi motori avevo difficoltà a svolgere le normali attività quotidiane e avevo disturbi del sonno; in quel periodo non sapevo ancora che fossero sintomi collegati al morbo di Parkinson. Quando me ne sono resa conto, ho capito che tutti i pezzi del puzzle si incastravano perfettamente. Una risorsa quale la campagna 'Life with Parkinson's - Non-Motor Symptoms' avrebbe aiutato me e la mia famiglia a capire cosa stava succedendo e mi avrebbe suggerito di rivolgermi immediatamente a un medico". </p> <p> Effettivamente, un recente sondaggio a cui hanno partecipato oltre 5.000 persone in tutta Europa ha evidenziato i motivi per i quali la campagna "Life with Parkinson's - Non-Motor Symptoms" è estremamente necessaria. Dai risultati di questo sondaggio, finanziato da Teva Pharmaceuticals Limited e da H. Lundbeck A/S, è emerso un quadro preoccupante relativo alla scarsa conoscenza e comprensione dei sintomi non motori del Parkinson. </p> <p> I dati ricavati da questo studio hanno dimostrato che mentre il 62% degli intervistati associa la depressione al Parkinson, solo il 6% delle persone considera questo elemento un problema grave. La depressione è un evidente sintomo non motorio del Parkinson e colpisce circa il 40-50% delle persone affette da tale patologia. Il 91% degli intervistati ha dichiarato che non si sentirebbe isolato se fosse colpito dal morbo nonostante i noti effetti fisici e psicologici di questa malattia sui rapporti con le altre persone, sulla propria indipendenza e sicurezza. </p> <p> Commentando tali risultati, Mary Baker MBE, patrocinatrice dell'EPDA, presidente dell'EFNA e Vice presidente dell'EBC, ha affermato: "I risultati di questo sondaggio hanno evidenziato la scarsa comprensione dei sintomi non motori del Parkinson. Con la campagna 'Life with Parkinson's - Non-Motor Symptoms', l'EPDA intende colmare questa lacuna e aiutare le persone a riconoscere i sintomi collegabili alla malattia. L'iniziativa esorterà inoltre tutte le persone che accusano sintomi non motori a consultare il proprio medico in modo da ottenere una diagnosi precoce e, se necessario, iniziare la cura. Il riconoscimento e il trattamento dei sintomi allo stadio iniziale della malattia comporteranno una riduzione del loro impatto negativo sulla qualità della vita". </p> <p> Per maggiori informazioni su questa campagna visitare il sito web </p> <p> http://www.parkinsonsawareness.eu.com </p> <p> 1. Hinnell C, Chaudhuri KR. The Effect of Non-motor Symptoms on Quality of Life in Parkinson's Disease. European Neurological Review 2009;4(2):29-33. </p> <p> 2. Zesiewicz TA, Sullivan KL, Arnulf I, Chaudhuri KR, Morgan JC, Gronseth GS, et al. Practice Parameter: treatment of nonmotor symptoms of Parkinson disease: report of the Quality Standards Subcommittee of the American Academy of Neurology. Neurology 2010;74(11):924-31. </p> <p> 3. EPDA. Dichiarazione globale. </p> <p> Note per i redattori </p> <p> Ulteriore materiale di supporto </p> <p> Per ulteriori risorse, visitare il nostro sito Social Media Release: </p> <p> http://oursocialmedia.com/uk/epda-uk/epda-nms/ </p> <p> Per i video a supporto di questo comunicato stampa, visitare il sito web http://www.thenewsmarket.com/Lundbeck. Se si utilizza il sito per la prima volta, sarà necessario procedere alla registrazione. Per eventuali domande, inviare un'e-mail al seguente indirizzo di posta elettronica: journalisthelp@thenewsmarket.com. </p> <p> Per aggiornamenti sui nuovi sviluppi della campagna di sensibilizzazione, visitare la nostra pagina su Facebook http://www.facebook.com/theEPDA. È inoltre possibile consultare myPDinfo (http://www.myPDinfo.com), una straordinaria risorsa on-line per le persone affette da Parkinson, per i loro familiari e per coloro che si prendono cura di tali pazienti. La pagina web contiene informazioni sul morbo di Parkinson, incluse nozioni di base sulla patologia, guide mediche e diari riguardanti osservazioni quotidiane. </p> <p> Lo studio sullo sviluppo dei sintomi non motori è stato finanziato da H. Lundbeck A/S e da Teva Pharmaceutical Industries Limited. </p> <p> La European Parkinson's Disease Association (EPDA) conta 44 organizzazioni e sostiene i diritti e le esigenze di 1,2 milioni di persone affette dal Parkinson, compresi i rispettivi familiari, in Europa. Il suo obiettivo è accrescere la conoscenza della malattia per fare in modo che tutte le persone colpite da questa patologia e i rispettivi familiari abbiano accesso alla corretta gestione e cura della malattia al momento giusto. L'associazione intende garantire una vita normale alle persone colpite dal morbo sostenendo la ricerca per giungere a una cura appropriata. Per maggiori informazioni sul lavoro svolto dall'EPDA, visitare il sito web http://www.epda.eu.com o contattare: info@epda.eu.com. </p> <p> Teva Pharmaceutical Industries Ltd. (NASDAQ: TEVA), con sede in Israele, è una delle 20 più importanti aziende farmaceutiche del mondo nonché la principale azienda di farmaci generici. L'azienda sviluppa, produce e commercializza farmaci generici e innovativi per l'uomo oltre a ingredienti farmaceutici attivi. Oltre l'80% delle vendite di Teva riguarda il mercato dell'America settentrionale e l'Europa occidentale. L'innovativa divisione di Ricerca e Sviluppo di Teva si concentra sullo sviluppo di nuovi farmaci per patologie del sistema nervoso centrale. Per ulteriori informazioni,visitare il sito web http://www.tevapharm.com. </p> <p> H. Lundbeck A/S (LUN.CO, LUN DC, HLUKY) è un'azienda farmaceutica internazionale impegnata a migliorare la qualità della vita delle persone affette da malattie del sistema nervoso centrale (SNC). Per tale motivo Lundbeck concentra il proprio interesse nella ricerca, sviluppo, produzione, commercializzazione e vendita in tutto il mondo di farmaci indicati per problemi quali depressione e ansia, schizofrenia, insonnia, morbo di Huntington, di Alzheimer e di Parkinson. </p> <p> Lundbeck è stata costituita nel 1915 da Hans Lundbeck a Copenhagen, in Danimarca, e attualmente ha oltre 5.500 dipendenti in tutto il mondo. Lundbeck è una delle principali aziende farmaceutiche del mondo a trattare malattie del SNC. Nel 2008, il fatturato dell'azienda è stato pari a 11,3 milioni di DKK (corrispondente a circa 1,5 miliardi di euro o 2,2 miliardi di dollari). Per maggiori informazioni, visitare il sito web </p> <p> http://www.lundbeck.com. </p> </div>