Le vittime degli abusi sessuali renderanno noti i nomi che non possono essere presi in considerazione per la candidatura a nuovo Pontefice

15 Apr , 2005, 11:09 BST Da SNAP, il Survivors Network of those Abused by Priests

ROME, April 15 /PRNewswire/ --

- Il gruppo statunitense, SNAP, Survivors Network of those Abused by Priests (Rete di sopravvissuti agli abusi commessi da sacerdoti), prenderà anche in esame i requisiti del successo di Giovanni Paolo II

- Le vittime renderanno visita a due ecclesiastici a Roma che ospitano i molestatori

    
    COSA
     
    Nel corso di una conferenza stampa, le vittime di molestie sessuali 
    - renderanno noti i nomi e discuteranno alcuni candidati al soglio 
      pontificio che vorrebbero escludere come Pontefici, e
    - presenteranno anche i requisiti che si auspicano abbia il nuovo 
      Pontefice. 

    Al termine, si recheranno in due luoghi nei pressi del Vaticano, nei 
    quali gli ecclesiastici accusati di abusi sessuali vivono e/o lavorano, 
    e proveranno a consegnare a mano delle lettere ai supervisori degli 
    ecclesiastici, sollecitandoli affinchè si adoperino per portare a 
    conoscenza i parrocchiani e i fedeli e metterli in guardia nei 
    confronti di questi ecclesiastici.

    QUANDO
     
    Venerdì, 15 aprile , 14:30 (Ora italiana) 

    Dove
     
    All'interno dell'Hotel Michelangelo, Via della Stazione di S.Pietro 
    (al piano inferiore) a Roma

    CHI
     
     
    Tre vittime di cittadinanza statunitense che sono state molestate 
    sessualmente da sacerdoti e che sono le leader del maggior gruppo 
    di sostegno americano per le vittime di abusi sessuali  -- SNAP - il 
    Survivors Network of those Abused by Priests (Rete di sopravvissuti 
    agli abusi commessi da sacerdoti)(una organizzazione di sostegno con 
    sede in Chicago e che conta più di 5.000 membri)

    DETTAGLI
     
    L'elenco preparato dallo SNAP dei candidati al soglio pontificio si 
    basa su informazioni di pubblico dominio.  I due ecclesiastici accusati 
    di abusi erano già apparsi nel Dallas Morning News. 

    Un terapeuta di Boston molestato da un sacerdote, a capo del capitolo 
    del New England dello SNAP, si unirà alle due donne a capo dello 
    SNAP per questa occasione, e rimarrà a Roma per alcuni giorni. 

    Lo SNAP è il maggior gruppo di sostegno statunitense al servizio 
    delle vittime del clero. 

    CONTATTO

    A Roma:

    Barbara Blaine di Chicago, fondatrice e presidente dello SNAP
    (a Roma) +1-312-399-4747

    Bill Gately di Boston, coordinatore del New England - SNAP (a Roma) 
    +1-508-524-5179

    Barbara Dorris di St. Louis, direttore attività esterne dello SNAP
    (a Roma) +39-334-180-7425

    (Entrambi si trovano al Grand Hotel Tiberio in Via Lattanzio 51)

    Negli Stati Uniti: 

    David Clohessy di St. Louis, direttore nazionale dello SNAP, 
    cell +1-314-566-9790 

    Mark Serrano di Washington DC, membro del comitato nazionale dello SNAP, 
    ufficio +1-571-223-0042 

    Peter Isely di Milwaukee, membro del comitato nazionale dello SNAP, 
    cell +1-414-429-7259 

    Mary Grant di Long Beach CA, direttore regionale occidentale dello SNAP 
    +1-626-419-2930

FONTE SNAP, il Survivors Network of those Abused by Priests