L'EAACI lancia l'Atlante mondiale delle allergie, sviluppato dai 170 principaliopinion leaderdi tutto il mondo

09 Giu, 2014, 08:30 BST Da EAACI

COPENHAGEN, Danimarca, June 9, 2014 /PRNewswire/ --


Le malattie allergiche sono diventate una grave epidemia: in alcuni Paesi, p della metà della popolazioneègià sensibilizzatae oltre il 30%di essa soffrediuna o piùcondizioni allergiche. Ciò pone in primo piano le allergie come problema globale di salute pubblica di dimensioni pandemiche e che, pertanto, richiede di intervenire in tempi rapidi.

     (Logo: http://photos.prnewswire.com/prnh/20140609/690604 )

L'European Academy of Allergy and Clinical Immunology (EAACI) ha invitato tutti gli opinion leader del mondo a sviluppare l'Atlante mondiale delle allergie, riscuotendo il loro grande entusiasmo. Il documento è stato presentato nel corso del Congresso annuale 2014 dell'EAACI.

Redatto dai 170 principali opinion leader del mondo, l'atlantecopre ogniaspetto connessoallamalattiaallergica,esplorandonegenetica,meccanismi, fattori di rischio, epidemiologia, fino a diagnosi, terapia e prevenzione. Contro l'epidemia di allergie viene inoltreintrodotto ilnuovo concetto di strategia globale, che prevede interventi coordinati nelle scuole, il coinvolgimento delle associazioni dei pazienti, di farmacisti, dell'assistenza sanitaria primaria e di quella di settori medici affini, oltre a una vasta mobilitazione sociale.

Obiettivi:

Mettere in risalto il peso delle malattie allergiche in tutto il mondo e garantirne il riconoscimento prioritario nelle strategie sanitarie nazionali

Descrivere meccanismi e fattori di rischio delle allergie, valutando i metodi migliori per prevenirle e controllarle

Fornire una direzione al superamento di barriere quali povertà, scarsa istruzione e mancanza di infrastrutture, oltre che alla bassa priorità attribuita alla salute pubblica

Far in modo che il maggior numero possibile di patologie allergiche venga gestito in base al rapporto costo/beneficio

Stabilire un piano d'azione per la gestione delle risorse dirette alla prevenzione delle malattie allergiche

Il documento mette in risalto le difficoltà di molti Paesi in via di sviluppo nella gestione delle malattie allergiche, principalmente a causa di insufficienti livelli di assistenza sanitaria, eterogeneità abitativa e assenza di programmi educativi per operatori sanitari e pazienti.

Inoltre, la lista dei farmaci essenziali dell'OMS ne contiene pochi di quelli utilizzabili per trattare le malattie allergiche, e l'immunoterapia allergenica (unico

trattamento capace di modificare il corso naturale delle allergie) risulta ascritto tra i farmaci a limitata accessibilità.

Oltre ciò, il documento evidenzia la necessità di ottimizzare formazione e assistenza sanitaria collegate alle allergie.

Il documento è stato redatto da: professor Cezmi A. Akdis (Swiss Institute for Allergy and Asthma Research, Università di Zurigo), Christine Kuhne (Center for Allergy and Asthma Research, Davos, Svizzera) e dal professore associato Ioana Agache (Facoltà di Medicina della Transylvania University Brasov, Romania).

RIFERIMENTI 

Global Atlas of Allergy. European Academy of Allergy and Clinical Immunology (EAACI) 2014

Hill+Knowlton Strategies
Ana Sánchez / Noelia García
ana.sanchez@hkstrategies.com 
Noelia.garciatrillas@hkstrategies.com
+34-93-410-82-63

EAACI
Macarena Guillamón - EAACI Headquarters
Hagenholzstrasse 111 3rd Floor
8050 Zurigo - Svizzera
Tel.: +41-44-205-55-32
Cell.: +41-79-892-82-25 macarena.guillamon@eaaci.org

http://www.eaaci.org

FONTE EAACI