L'Europa sta diventando un continente di utenti sempre online con "dipendenza da contenuto"

17 Nov, 2008, 08:00 GMT Da AMD

LONDRA, November 17 /PRNewswire/ --

- Disamina dei risultati di un ampio sondaggio europeo condotto da AMD sull'uso di notebook, contenuto e connettività

L'Europa, si sta trasformando in un continente di utenti sempre online con "dipendenza da contenuto", questo in base ai risultati dello Studio AMD sulla connettività in Europa (AMD European Connectivity Study) condotto su oltre 5.000 intervistati online. Il sondaggio sponsorizzato da AMD (NYSE: AMD), in collaborazione con la società di ricerche indipendente YouGov, riporta che per il 77% degli intervistati è assolutamente vitale accedere tutti i giorni a Internet.

Una percentuale superiore a qualsiasi altra, compresa quella che reputa vitale la disponibilità di un'auto (54%) o di una lavatrice (61%). Questa tendenza è in linea con i risultati di un sondaggio* precedentemente condotto da AMD, in cui quasi la maggioranza (99%) degli intervistati avrebbe potuto fare a meno della videocamera digitale, del Blackberry o del riproduttore MP3 ma non del notebook.

"La ricerca indica, nel complesso, che nel considerare l'acquisto di un PC, notebook o desktop, i consumatori si prefissano un uso specifico. Fornire una piattaforma bilanciata, ottimizzata per questi modelli d'uso diversi - in particolare attività domestiche, lavorative o ludiche - sarà probabilmente essenziale per soddisfare le esigenze dei consumatori di domani. Lo scopo dei notebook non è più solo di garantire flessibilità o la possibilità di lavorare in viaggio, è piuttosto quello di offrire all'utente una vera esperienza multimediale in HD. Grazie a computer con prestazioni ed elaborazioni più veloci, è facile prevedere per la società del futuro una fusione di contenuto multimediale di qualità e connettività. I risultati del sondaggio dimostrano che AMD ha finora scelto la strategia opportuna e che, con il progredire dello sviluppo tecnologico, la società è pronta per continuare ad offrire ai propri clienti The Ultimate Visual Experience(TM) e multi-tasking dalle alte prestazioni", ha dichiarato Nigel Dessau, vicepresidente senior e CMO, AMD.

Dipendenza da contenuto

Un fattore importante che alimenta questa dipendenza da connessione, sembra sia la costante sete di contenuto. Gli europei oggi fanno clic sul mouse subito dopo aver fatto clic con la fotocamera, con un 81% di intervistati che dichiara di aver caricato foto digitali lo scorso anno. Questa tendenza al consumo e alla condivisione di contenuto si manifesta anche in video e musica. In tutta Europa, il 77% ha assistito a video su YouTube o siti simili e il 66% ha scaricato musica.

Questo appetito visivo può essere in parte spiegato dalla passione degli europei per i videogiochi. Il 76% degli intervistati ha dichiarato di aver preso parte a videogiochi nell'ultimo anno, su notebook o desktop e che, sempre durante lo scorso anno, il 51% ha scaricato e il 43% eseguito lo streaming di film. Inoltre, il 14% degli intervistati ha affermato di aver assistito a film in formato Blu-ray, ciò ad indicare che questa tecnologia sta acquisendo popolarità in Europa.

'In qualità di dispositivo di intrattenimento digitale basilare, il PC è diventato onnipresente, questo perché i consumatori hanno riconosciuto il valore di avere un apparecchio centrale per gestire e interagire l'ampia gamma di contenuto presente nella raccolta completa di intrattenimento odierna. Desktop o notebook, le funzionalità di un PC moderno introducono la filosofia di "un dispositivo per tutti", prefigurando un futuro non così lontano, come si poteva credere un tempo in cui è possibile sostituire il televisore', ha affermato Jochen Polster, direttore, marketing, EMEA presso AMD.

Obiettivo puntato sull'ottimizzazione della qualità visiva

I risultati del sondaggio suggeriscono inoltre che i consumatori sono alla ricerca di notebook che offrano un'esperienza visiva in HD. Quasi la metà (46%) degli intervistati ha dichiarato che la grafica gioca un ruolo importante nella loro decisione di acquistare un notebook, con una prevalenza maschile nel voler ottenere una migliore esperienza visiva (51%) rispetto alla femminile (37%). Altrettanto interessante è che il 59% degli intervistati di età compresa tra 18 e 24 anni ha dichiarato che una delle loro considerazioni al momento dell'acquisto di un notebook è la qualità della grafica.

"La Generazione Y utilizza il notebook in modo diverso dal consumatore medio odierno, anticipando di ottenere le stesse straordinarie immagini cui sono avvezzi nella vita di tutti i giorni, in particolare rispetto a contenuto quale videogiochi per PC di fascia alta e film. AMD punta ad offrire il realismo di qualità dei film hollywoodiani senza tuttavia compromettere le prestazioni, al fine di ridefinire l'esperienza del mobile computing per la prossima generazione di consumatori", ha detto Jochen Polster, AMD.

Rendimento in base al prezzo

La varietà di attività svolte sui notebook dal consumatori vuol dire che quest'ultimo adesso considera il portatile come una spesa importante, basando la propria decisione su una serie di fattori prestazionali. Con la riduzione di liquidità in tutta Europa, i consumatori desiderano ottenere alte prestazioni a buon prezzo, in base all'80% degli intervistati per cui il costo avrebbe inciso sulla decisione di acquisto. Sorprendentemente, gli intervistati hanno inoltre rivelato che sarebbero disposti a spendere di più per un nuovo desktop anziché per un notebook, stimando in media in tutta Europa un prezzo di 792 euro per il prossimo desktop rispetto ai soli 713 euro per un notebook.

"Storicamente, a parità di prestazioni, i notebook sono stati sempre più costosi dei desktop, tuttavia ora il mercato si è livellato e i risultati del nostro sondaggio dimostrano che adesso il consumatore è disposto a investire di più nei desktop", ha affermato Jochen Polster, AMD. "I consumatori hanno iniziato a percepire il PC desktop quale alternativa multifunzionale a PVR, riproduttori Blu-ray e TV. Viviamo oggi nell'era del PC come "hub domestico", dove i sistemi informatici con centro multimediale sono essenziali per la casa digitale del futuro, offrendo un modo facile di creare, accedere, condividere e consumare intrattenimento."

Aumento complessivo delle vendite di notebook

L'ultima relazione sul mercato dell'IDC(1) ha confermato che nel terzo trimestre del 2008 la spedizione di PC ha registrato una crescita del 27% in EMEA rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. La relazione ha quindi concluso che per il 52% i notebook continuano a sostenere l'espansione complessiva del mercato e che la domanda dei consumatori in Europa Occidentale non dimostra segni di rallentamento. Lo Studio AMD sulla connettività in Europa avvalora i risultati di questa relazione, infatti quando chiesto cosa preferivano come prossimo computer domestico, il 48% degli intervistati ha dichiarato un notebook, il 32% un desktop e il 14% un netbook (mini notebook). Questi dati sembrano suggerire inoltre che, sebbene la domanda sia sempre forte per tutti i formati, infatti solo il 6% non sapeva o non aveva alcuna preferenza riguardo l'acquisto del prossimo computer, il notebook continua ad essere il dispositivo più popolare.

"I modelli d'uso di desktop e notebook stanno subendo un drastico mutamento. Sebbene i desktop stiano assumendo la connotazione di epicentro dell'Home Entertainment, i notebook sono sempre più scelti per fruire di contenuto rich media in viaggio", ha dichiarato Eszter Morvay, analista ricercatore senior, European Personal Computing presso IDC. "Con un consumatore sempre più informato, le decisioni di acquisto sono sempre più frequentemente spinte dal rapporto qualità-prezzo. Design, contenuto e facilità d'impiego sono le caratteristiche principali ricercate dal consumatore nell'acquisto di un nuovo notebook, che pertanto dovrà offrire una ricca serie di funzioni a un prezzo ragionevole."

Per ulteriori informazioni e una relazione completa sui risultati dello Studio AMD sulla connettività in Europa, contattare l'ufficio stampa al +44(0)20-8834-3411 o amdemea_consumer@bitepr.com.

Informazioni sul sondaggio

YouGov ha intervistato 5148 individui online tra il 17 e il 30 settembre. Le risposte degli intervistati sono pervenute da Francia, Germania, Russia, Spagna e Regno Unito. I quesiti posti dal sondaggio vertevano sulle abitudini informatiche degli intervistati, con particolare riguardo all'uso di notebook e alla connettività.

Informazioni su AMD

Advanced Micro Devices (NYSE: AMD) è una società di tecnologia innovativa, dedita a collaborare con clienti e partner per dare vita alla prossima generazione di soluzioni informatiche e di grafica per lavoro, casa e gioco. Per ulteriori informazioni, visitare http://www.amd.com.

(c)2008 Advanced Micro Devices, Inc. AMD, il logo AMD Arrow, ATI, il logo ATI, Radeon, The Ultimate Visual Experience e la combinazione degli stessi, sono marchi di Advanced Micro Devices, Inc. Altri nomi sono riportati a solo titolo informativo e possono essere marchi dei rispettivi titolari.

Sondaggio AMD 2005* Metodologia del sondaggio: La ricerca è stata condotta per conto di AMD da Benchmark Research Ltd. Il sondaggio si compone di 516 interviste effettuate nel settembre 2005 in cinque paesi europei - Svezia, Germania, Regno Unito, Francia e Italia. Il sondaggio online era rivolto ad utenti domestici di PC, coinvolti nelle decisioni del nucleo familiare sull'acquisto di PC e che utilizzano con regolarità il proprio computer per scaricare, creare e manipolare contenuto digitale. Il Riepilogo esecutivo dei risultati del sondaggio può essere richiesto presso AMD.

(1) IDC EMEA PC Tracker, Dati preliminari Q3 2008, ottobre 2008

    
    Contatto:
    Katy Cook/Sally Plant
    Bite PR
    +44(0)20-8834-3411/+44(0)208-834-3406
    amdEMEA_consumer@bitepr.com

FONTE AMD