Lilly Oncology prepara una forte presenza all'ASCO 2006, e intensifica la lotta contro il cancro al seno ed altri tumori con 79 studi

23 Mag, 2006, 12:26 BST Da Eli Lilly and Company

INDIANAPOLIS, May 23 /PRNewswire/ --

- 11 sono gli studi sul cancro al seno, 29 quelli sul cancro al torace e 8 quelli su un agente mirato in fase di sviluppo

Lilly Oncology, leader globale nel trattamento dei cancri al torace, presenterà importanti dati sulla sua ricerca nella terapia del cancro al seno in occasione del 42esimo raduno annuale della American Society for Clinical Oncology (ASCO) in programma ad Atlanta, in Georgia, tra il 2 e il 6 giugno 2006. Tra i 79 studi presentati dalla società figurano i dati di 11 studi clinici sul trattamento del cancro avanzato al sano. Otto degli studi contengono dati sull'enzastaurina, un agente investigativo orale mirato che agisce su tumori multipli.

"Con 79 sommari incentrati su 3 molecole Lilly, l'ASCO 2006 si preannuncia come un evento molto importante per noi," ha commentato il dott. Richard Gaynor, vicepresidente per la ricerca sul cancro e leader della piattaforma oncologica globale di Lilly. "Una delle cose che si noteranno è che Lilly Oncology è realmente all'avanguardia dello sviluppo scientifico, come dimostrano i nostri studi innovativi con l'uso di biomarker e farmacogenomica nella ricerca clinica sugli agenti chemioterapici al fine di ottenere migliori outcome per i pazienti."

    
    Principali sommari Lilly all'ASCO 2006:
    -- GEMZAR(R) (gemcitabina HCl)
       - Titolo: Expression profiles can predict chemotherapy
         response in breast cancer patients (I profili di 
         espressione possono predire la risposta chemioterapica nei
         pazienti affetti da cancro al seno), No. 10008
       - Data: Sab., 3 giugno, ore 16:45 
    -- ALIMTA(R) (pemetrexed)
       - Titolo: Phase II Study of Alimta as first-line therapy for 
         advanced breast cancer (Studio di Fase II su Alimta come 
         terapia di prima linea nel cancro al seno avanzato), No. 3077
       - Data: Dom., 4 giugno, ore 14:00 
    -- ALIMTA
       - Titolo: Three-year survival update for Alimta in second-line 
         non-small cell lung cancer (Aggiornamento della   
         sopravvivenza a tre anni nel cancro al polmone di seconda 
         linea non a piccole cellule), No. 7133
         Data: Dom., 4 giugno, ore 8:00

Cenni sui farmaci e agenti di Lilly Oncology di cui si discuterà all'ASCO

-- GEMZAR, che festeggia il suo decimo anno negli Stati Uniti, è oggetto di oltre 155 trial. Agenti Lilly come questo sono alla base di nuovi trattamenti che combinano la chemioterapia agli agenti mirati

-- ALIMTA, l'innovativo agente chemioterapico di Lilly somministrato tramite 10 minuti di infusione, ha evidenziato una perdita di capelli virtualmente nulla nei trial, ed è oggetto di 27 studi. Anche in questo caso si tratta di un agente alla base dei nuovi trattamenti che mirano a combinare la chemioterapia agli agenti mirati

-- Lilly Oncology si appresta a rendere pubblici dati su una innovativa ricerca incentrata su ALIMTA e GEMZAR per valutare l'uso di biomarker in grado di predire la risposta chemioterapica in pazienti colpiti da cancro al seno

-- L'enzastaurina è attualmente oggetto di un trial globale di fase III per il trattamento del glioblastoma (cancro primario al cervello). Saranno resi noti prossimamente altri dati ricavati da un trial di fase III su questo agente.

Per informazioni dettagliate su ALIMTA e GEMZAR si rimanda ai fogli informativi allegati.

Fatti su Gemzar(R)

Descrizione del prodotto: Gemzar(R) (gemcitabina HCl) è un farmaco antitumorale che interferisce con i processi di produzione a livello di DNA, e così facendo impedisce alle cellule tumorali di riprodursi, rallentando la crescita del tumore.

Storia: Scoperto e sviluppato da scienziati di Eli Lilly and Company, Gemzar ha ottenuto tre approvazioni da parte degli enti di regolamentazione statunitensi. Il suo uso è approvato in oltre 90 Paesi di tutto il mondo.

-- Negli Stati Uniti, Gemzar è stato approvato per il trattamento del cancro pancreatico avanzato fin dal 1996 e, insieme alla cisplatina, per il trattamento del cancro polmone avanzato non a piccole cellule fin dal 1998. Nel 2004 Gemzar, in combinazione con Taxol(R) (paclitaxel), ha ricevuto l'approvazione per il trattamento di prima linea del cancro metastatico al seno.

-- Nella maggior parte dei Paesi europei, Gemzar è stato approvato come agente autonomo o insieme alla cisplatina per il trattamento del cancro al polmone avanzato non a piccole cellule fin dal 1996. Esso è stato approvato inoltre come agente autonomo per il trattamento del cancro avanzato al pancreas nella maggior parte dei Paesi europei fin dalla metà degli anni '90. In totale il farmaco è stato approvato, in combinazione con Taxol, per il trattamento del cancro metastatico al seno in oltre 60 Paesi.

-- Nell'agosto del 2004, i responsabili degli enti normativi di Paesi europei tra cui Germania, Svezia, Danimarca Finlandia, Belgio, Ungheria, Portogallo e Romania hanno approvato Gemzar in combinazione con la carboplatina per il trattamento del cancro epiteliale alle ovaie.

-- Gemzar, in combinazione con la cisplatina, è stato recentemente approvato in Messico come trattamento di prima linea per il cancro cervicale localmente avanzato o metastatico, ovvero la prima causa di morte da tumore tra le donne dei Paesi in via di sviluppo. Inoltre una combinazione di Gemzar, cisplatina e radiazioni è stata approvata dagli enti normativi messicani per le pazienti affette da cancro cervicale localmente avanzato impossibile da rimuovere chirurgicamente. Si tratta della prima approvazione per questa patologia, e la sesta indicazione per Gemzar a livello internazionale dal suo lancio nel 1996 negli Stati Uniti per la cura del cancro al pancreas.

-- Gemzar è approvato in numerosi Paesi per il trattamento del cancro della vescica.

Dati fondamentali: Quasi nove pazienti su 10 a cui viene diagnosticato attualmente il cancro al pancreas negli Stati Uniti e nella UE vengono curati con un regime che comprende Gemzar. Circa un paziente su quattro tra coloro a cui viene diagnosticato attualmente il cancro al polmone non a cellule piccole negli Stati Uniti viene curato con una terapia a base di Gemzar. Le vendite globali di Gemzar hanno raggiunto la quota di US$1,3 miliardi nel 2005.

Modalità di somministrazione di Gemzar: Il programma terapeutico adottato dipende dalla salute fisica generale del paziente, dal tipo di cancro e dal suo stadio al momento della diagnosi. Di norma, i pazienti ricevono una infusione di Gemzar ambulatorialmente una volta alla settimana per due o tre settimane di seguito, prima che venga osservata una settimana di pausa.

Altre ricerche cliniche: Gemzar è oggetto di ricerca clinica per molti tipi di cancro, compresi quello gastrico e il linfoma.

    
    Per informazioni complete sulla prescrizione, potete visitare
    Gemzar.com
    Gemzar(R) (gemcitabina HCl), Lilly.
    Taxol(R) (paclitaxel), Bristol-Myers Squibb

    Ultimo aggiornamento: marzo 2006

Fatti su Alimta(R)

Descrizione del prodotto: Alimta(R) (pemetrexed), un antifolato, blocca simultaneamente tre enzimi che ricoprono un ruolo importante nella formazione dei mattoncini fondamentali che consentono alle cellule tumorali di crescere e scindersi.

Approvazioni e altri passaggi normativi:

-- Nell'agosto 2004 la Food and drug administration (FDA) statunitense ha concesso un'approvazione accelerata ad Alimta come terapia di seconda linea per il cancro al polmone localmente avanzato o metastatico non a piccole cellule.

-- Nel febbraio Alimta è stato approvato dalla FDA in combinazione con la cisplatina come primo trattamento per il mesotelioma pleurico maligno, un cancro del rivestimento dei polmoni spesso associato all'esposizione all'amianto.

-- Alimta è stato approvato inoltre, sempre con la cisplatina, per il trattamento del mesotelioma pleurico maligno in Canada, Israele, Argentina, Nuova Zelanda e Australia. In Australia, Alimta è stato approvato inoltre come agente autonomo per il trattamento di seconda linea del cancro al polmone non a piccole cellule.

-- Nel settembre 2004 la Commissione Europea ha concesso l'approvazione per Alimta e cisplatina nel mesotelioma pleurico maligno e ad Alimta come agente autonomo di seconda linea contro il cancro al polmone non a piccole cellule. Questa approvazione per una doppia indicazione non ha precedenti nella storia di Eli Lilly and Company. Sono numerosi i Paesi che hanno approvato fino ad oggi Alimta per la cura del mesotelioma pleurico maligno e il trattamento di seconda linea del cancro al polmone non a piccole cellule.

Dati clinici:

Mesotelioma: Nel più grande trial di fase III condotto sul mesotelioma pleurico maligno, Alimta e cisplatina hanno incrementato la sopravvivenza media del paziente fino a 12,1 mesi, un tempo più lungo di qualsiasi altra terapia fino a oggi. Un totale del 50,3 per cento dei pazienti trattati con Alimta e cisplatina erano vivi al trascorrere di un anno rispetto al 38 per cento di coloro che erano curati con la sola cisplatina.

Trattamento di seconda linea del cancro al polmone non a piccole cellule: Nel più grande trial comparativo diretto di fase III condotto fino ad oggi sul cancro al polmone non a piccole cellule di seconda linea, Alimta ha dimostrato i seguenti risultati rispetto al Taxotere, che era lo standard di cura in questo contesto al momento del trial:

-- Tasso di risposta di Alimta (riduzione del tumore) del 9,1 per cento.

-- Alimta ha fatto segnare un tempo di sopravvivenza medio di 8,3 mesi e un tempo di sopravvivenza in assenza di avanzamento tumorale di 2,9 mesi. Il tempo di sopravvivenza in assenza di avanzamento tumorale rappresenta il numero di mesi trascorsi dal paziente in remissione senza un peggioramento della malattia.

-- I pazienti sottoposti ad Alimta hanno sofferto in misura minore di neutropenia di livello 3 o 4 (un abbassamento del numero di globuli bianchi in grado di causare infezioni e febbre, e che spesso porta al ricovero), neutropenia con febbre, ricovero dovuto a effetti collaterali, perdita di capelli e necessità di ricorso ad assistenza di supporto. Come per la maggior parte degli agenti chemioterapici, i pazienti a cui è stato somministrato l'Alimta e il Taxotere hanno subito una diminuzione del numero di globuli bianchi. I pazienti a cui è stato somministrato Alimta hanno mostrato livelli superiori di transaminasi alanina (ALT), una misura di laboratorio della funzione epatica, rispetto ai pazienti cui è stato somministrato Taxotere.

Altre ricerche cliniche: Alimta è attualmente oggetto di ricerche cliniche come trattamento di prima linea del cancro al polmone non a piccole cellule e dei cancri al colon e al seno.

Modalità di somministrazione di Alimta: I pazienti ricevono una singola infusione di 10 minuti (500mg/m2) di Alimta ogni tre settimane con modalità ambulatoriale. Tutti i pazienti cui viene somministrato Alimta ricevono supplementi di acido folico e vitamina B12. I ricercatori hanno scoperto che questi integratori alimentari riducono in maniera significativa gli effetti collaterali di Alimta senza incidere sulla sua capacità di uccidere cellule tumorali.

Per informazioni complete sulla prescrizione, potete visitare Alimta.com Alimta(R) (pemetrexed), Lilly

Taxotere(R) (docetaxel, Sanofi-Aventis)

(Logo: http://www.newscom.com/cgi-bin/prnh/20031219/LLYLOGO )

FONTE Eli Lilly and Company