Lo European Growth Summit al Parlamento Europeo di Bruxelles - Gerhard Schröder premia le imprese europee con il maggior tasso di crescita

07 Feb, 2011, 07:00 GMT Da Europe's 500

BRUXELLES, February 7, 2011 /PRNewswire/ --

- Rimando: il materiale fotografico è stato inviato tramite l'epa (European Pressphoto Agency).

Europe's 500, l'associazione delle imprese con il maggior tasso di crescita, si è riunita il 3 febbraio al Parlamento Europeo di Bruxelles in occasione dell'"European Growth Summit 2011". La conferenza si è incentrata sulle possibili soluzioni per superare gli ostacoli con cui si confrontano le imprese europee con il maggiore tasso di crescita. L'economia reale non deve risentire della disontogenesi del settore della finanza pubblica. Il Libro Bianco è stato presentato, discusso e consegnato al Capo di gabinetto della Commissione UE Imprese e Industria.

A conclusione del summit, la premiazione delle imprese europee contraddistintesi per la rapida crescita e la creazione di posti di lavoro. I riconoscimenti sono stati consegnati da Gerhard Schröder, già Cancelliere della Repubblica federale di Germania, il quale ha tenuto una relazione sull'importanza strategica delle relazioni Europa-Russia.

Europe's 500 mira a migliorare le condizioni quadro dell'imprenditoria nonché le condizioni per la crescita economica e la creazione di nuovi posti di lavoro in tutta Europa. Nel corso del summit si è delineata anche la volontà di sostenere gli imprenditori nel riconsiderare e ridefinire le loro strategie, di esprimere raccomandazioni all'Unione Europea sulla scorta delle conclusioni tratte dall'incontro, che si incentra in particolar modo sulle possibilità di un alleggerimento dei provvedimenti per il finanziamento a favore dell'economia reale e ad un maggior sostegno delle esportazioni.

La manifestazione ha radunato attorno ad un tavolo personalità di alto rango appartenenti alle istituzioni europee e del mondo dei media, imprenditori ed esperti, che hanno preso parte alla conferenza e alla cerimonia di premiazione. Il summit si è aperto con il saluto di Markus Ferber, membro del Parlamento Europeo, seguito dall'introduzione di Martin Schoeller, presidente di Europe's 500, e da un discorso programmatico di Vincent van Quickenborne, il Ministro belga per l'Economia e le Riforme. Antonio Preto ha presentato le iniziative della Commissione in atto, complimentandosi per gli approcci complementari e creativi adottati dalle imprese con maggior tasso di crescita.

Quattro panel si sono occupati delle conseguenze e delle crescenti difficoltà nell'ambito dei finanziamenti a favore della crescita (ivi compreso il dilemma che attanaglia le banche allorquando devono decidere tra il valore a lungo termine dei crediti e la cautela a breve termine dettata dall'attuale clima finanziario) ma anche delle possibili soluzioni.

In uno scambio di opinioni davanti ad una platea di imprenditori, il gruppo degli esperti provenienti da tutta Europa ha dibattuto su come finanziare in futuro le imprese con maggior tasso di crescita a seguito della crisi finanziaria.

I panel erano composti da:

- Antonio Preto (Capo di Gabinetto di Antonio Tajani, Commissario Europeo Imprese e Industria nonché Vicepresidente della Commissione Europea);

- Dott. Ingo Friedrich (già Vicepresidente del Parlamento Europeo);

- Daniel Cloquet (Direttore Comitato PMI di BUSINESSEUROPE);

- Dott. Gerd-Uwe Baden (membro del C.d.A. di Euler Hermes SIAC S.p.A., Francia);

- Dott. Norbert Rollinger (presidente del C.d.A. di R+V);

- Philipp Aminoff (presidente GEEF);

- Hubert Reynier (vicepresidente del Comitato internazionale di Croissance Plus, Francia);

- Brian Williamson (membro del consiglio direttivo di "The Entrepreneurial Exchange", Scozia);

- Juan Roure (Cofondatore di Europe's 500, docente IESE).

Il gruppo di esperti ha cercato di esaminare la sfida posta dalla stabilizzazione del bilancio statale e delle banche e dal contestuale mantenimento della crescita in Europa. In uno scambio di esperienze, questi protagonisti del mondo economico hanno tentato di sviluppare delle raccomandazioni rivolte ai decision-maker atte a migliorare le possibilità commerciali delle imprese con il maggior tasso di crescita.

I risultati della classifica delle imprese più performanti

Dal 1997 Europe's 500 individua le imprese europee con il maggior tasso di crescita, pubblicando un elenco in cui si contraddistinguono per le loro straordinarie prestazioni volte alla creazione di crescita sostenibile e posti di lavoro. Dun & Bradstreet assiste Europe's 500 nella redazione dell'elenco delle imprese europee più performanti sulla base dei dati disponibili relativi a milioni di imprese. Per essere incluse in tale elenco, le imprese devono essere gestite con spirito imprenditoriale, essere indipendenti e dar lavoro a più di 50 dipendenti. Le imprese più performanti sono individuate sulla scorta della loro crescita assoluta e relativa, in considerazione del numero di dipendenti.

Nel periodo 2007 - 2009 le 200 imprese hanno complessivamente creato circa 28.581 nuovi posti di lavoro. A dicembre 2009, il numero dei dipendenti ammontava complessivamente a 175.671 e il fatturato totale si attestava a 37.566 miliardi di euro. Le imprese sono cresciute in media di 71 dipendenti l'anno, dando mediamente lavoro a 878 addetti. Il fatturato medio per impresa è pari a 190 milioni di euro.

Juan Roure, cofondatore di Europe's 500, afferma: "Si tratta di prestazioni straordinarie, se si pensa che nel 2009 l'Europa ha sofferto di una crescita negativa pari al 5%." Nella composizione delle imprese più performanti si evince uno spostamento a favore dei servizi che penalizza il settore industriale. La crescita è stata chiaramente minore rispetto agli elenchi precedenti sebbene, nonostante la crisi, sia sempre stata a due cifre.

L'Italia era rappresentata dalle seguenti imprese vincenti:

Consorzio Nazionale Servizi, Consorzio Formula Ambiente, Formula Servizi, Select Trade, SPIG SpA, TBS Group, VRV SpA

Le imprese più performanti costituiscono il motore della crescita europea. Possono quindi contribuire alla definizione dei presupposti per un'ulteriore crescita e la creazione di nuovi posti di lavoro. Le imprese più performanti, locomotive dell'economia, avvertono la necessità di finanziamenti in modo più acuto rispetto alla media delle imprese: ecco perché Europe's 500 organizza regolarmente lo "European Growth Summit".

Martin Schoeller ha presentato il Libro Bianco 2011, che contiene le seguenti raccomandazioni:

1. Sviluppo e pubblicazione regolare di un HEALTHY NATION BENCHMARK multiparametrico per migliorare la trasparenza e ridurre le speculazioni.

2. Suddivisione dei bilanci bancari in banche d'affari e banche commerciali per proteggere le banche commerciali dai rischi delle banche d'affari. Inoltre deve essere imposta l'ottemperanza ai requisiti posti da Basilea III per mezzo dell'aumento o l'allocazione di capitale o di obbligazioni subordinate, in modo da evitare una riduzione dei finanziamenti imputabile a Basilea III.

3. Migliore accesso ai finanziamenti a favore dell'esportazione, per rendere l'Europa più competitiva sulla scia dell'esempio cinese. In questo contesto la Cina opera in modo davvero imprenditoriale, diventando partner di clienti internazionali. È una forma intelligente di concorrenza, che pone in secondo piano la battaglia dei prezzi. Un aumento delle esportazioni pari all'1% del PIL porta 2 milioni di nuovi posti di lavoro.

4. Costituzione di un fondo assicurativo dedicato ai crediti per gli investimenti atto a migliorare il rating creditizio delle imprese con copertura media (Investment Credit Insurance Fund, ICIF).

Il summit è stato patrocinato da Markus Ferber, membro del Parlamento Europeo, e da Vincent van Quickenborne, Ministro belga per l'Economia e le Riforme, ed è stato organizzato con il sostegno di The Boston Consulting Group, Dun & Bradstreet, Plenum, Hill & Knowlton, White & Case, Alvarez & Marsal, LGT, Wealth Management e EurActiv.

Informazioni su Europe's 500:

Europe's 500 è un'organizzazione che raggruppa le imprese europee più performanti. Fondata nel 1996, essa accomuna più di 2.300 imprese europee in un unico scopo: contribuire alla crescita e alla creazione di nuovi posti di lavoro in Europa, sostenendo l'imprenditoria. Europe's 500 non si considera una rappresentanza di interessi nel senso classico, bensì un'ONG che offre il proprio know-how e le proprie conoscenze per il bene della comunità. Per mezzo dello "European Growth Summit" Europe's 500 offre una consolidata piattaforma per il dialogo con le istituzioni europee e lo scambio di esperienze tra gli imprenditori. Europe's 500 è aperta a tutte le imprese performanti europee che siano ad essa interessate.

    
    Contatti per i media:

    Europe's 500 -
    Martin Schoeller
    Zugspitzstrasse 15
    D-82049 Pullach
    telefono: +49(0)89-55277-106
    fax: +49(0)89-55277-299
    e-mail: petra.stadler@europes500.com
    sito Internet: http://www.europes500.eu

FONTE Europe's 500